Calcio in lutto

Muore in un incidente l’arbitro 25enne Loris Azzaro

Stava andando in aeroporto per raggiungere la sede di gara. Il cordoglio dei colleghi biellesi.

Muore in un incidente l’arbitro 25enne Loris Azzaro
Valli Mosso e Sessera, 15 Febbraio 2020 ore 13:48

Lutto nella Aia sezione di Biella per la tragica scomparsa di Loris Azzaro, arbitro in Valle d’Aosta e figlio dek comandante dei carabinieri della stazione di Aosta.

L’incidente questa mattina

Arbitri con il lutto al braccio per la tragica morte di Loris Azzaro, 25 anni allievo agente della Polizia di Stato con la passione per l’arbitraggio.

Il giovane stava raggiungendo, in macchina, l’aeroporto per partire e raggiungere la sede della gara che avrebbe dovuto dirigere. Un tragico incidente, alle sei del mattino di oggi sabato 15 febbraio 2020, ne ha spezzato la giovane vita. La tragedia di Loris arriva a poche ore dall’incidente di ieri mattina dove un ragazzo di appena 30 anni , Fabio Cosentino, è morto investito da un’auto, a pochi chilometri da questa nuova tragedia, dopo essere sceso dalla sua vettura a seguito di un tamponamento.

La dinamica

Per cause al vaglio della Polstrada tre veicoli che viaggiavano in direzione Torino, sulla A5, una Jeep Renegade, una Alfa Mito e una BMW si sono scontrate. Il terribile impatto non ha lasciato scampo al ragazzo al volante della Jeep. Feriti ma in modo lieve gli occupanti delle altre vetture.

I soccorsi

Sul posto sono giunti, oltre alla Polstrada per i rilievi, i Vigili del Fuoco di Volpiano e Torino e gli uomini del 118, la Croce Rossa di Rivarolo e la medicalizzata di Caluso, che purtroppo non hanno potuto fare nulla per il 26enne.

La vittima

La vittima è il valdostano Loris Azzaro , figlio unico del comandante della Stazione di Aosta dei Carabinieri. Frequentava la scuola per agenti di Polizia di Alessandria ed era impegnato quale arbitro di calcio della sezione valdostana. La scorsa estate, dopo anni di esperienza sui campi regionali, tra campionato e coppa d’eccellenza, era stato promosso al livello nazionale.

Su disposizione del Presidente dell’AIA, in accordo con il Presidente della FIGC, tutti gli arbitri di tutte le categorie, impiegati nel fine settimana, scenderanno in campo indossando il lutto al braccio, come segno di commosso cordoglio e fratellanza.

3 foto Sfoglia la gallery

Cordoglio nel Biellese

Questo il messaggio dell’Associazione Italina Arbitri di Biella:

Ciao Loris. La Sezione di Biella si unisce al grave lutto che ha colpito la Sezione di Aosta. Ci lascia un giovane collega, ma prima di tutto un Amico, che stava andando in Basilicata per Arbitrare. Come ogni Domenica.
Una notizia che non avremmo mai voluto dare.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità