Attualità
ALTA VALLE CERVO

Riecco il ponte della Coda

Terminato l’intervento costato 250mila euro. Dopo due anni dall’alluvione, ricostruito uno dei simboli di Piedicavallo. 

Riecco il ponte della Coda
Attualità Cervo, 16 Luglio 2022 ore 13:00

Terminato l’intervento costato 250mila euro. Dopo due anni dall’alluvione, ricostruito uno dei simboli di Piedicavallo.

L'intervento

Non ci sono voluti nemmeno due anni per ricostruire il ponte della Coda, uno dei simboli di Piedicavallo, andato distrutto durante l’alluvione dell’ottobre 2020 che tanti danni ha arrecato alla Valle del Cervo.

L’intervento è stato ultimato proprio in questi giorni e ora il ponte è nuovamente fruibile e transitabile. L’impegno dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carlo Rosazza Prin è stato massimo e i risultati ora sono sotto gli occhi di tutti.

Grazie alla tempestività il Comune è infatti riuscito ad aggiudicarsi i finanziamenti della Regione Piemonte che hanno consentito la ricostruzione del ponte della Coda. Tutti i tasselli sono andati al loro posto combaciando perfettamente. Prima la progettazione, curata dall’ingegner Pier Giorgio Gariazzo, per i lavori realizzati a tempo di record dall’impresa Bertini di Alagna che ha operato in diverse parti della Valle Cervo garantendone la ricostruzione.

L’importo complessivo dell’opera è stato di 250mila euro, provenienti come detto dalla Regione Piemonte. Ed è proprio per questo motivo che non è ancora stata fissata una data per l’inaugurazione ufficiale del ponte. Il sindaco Carlo Rosazza Prin, infatti, è in attesa di sapere quando il Governatore Alberto Cirio sarà disponibile per procedere alla cerimonia. Nel frattempo, però, il ponte della Coda è tornato a disposizione della gente di Piedicavallo e dei tanti turisti che ne ricordavano la bellezza. Piedicavallo ha di nuovo il suo caro e vecchio ponte.

E.P.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter