Menu
Cerca
NEL FINE SETTIMANA

Cosa fare a Biella e dintorni sabato 15 e domenica 16 maggio

Dalle Giornate d'Autunno del Fai ai fumetti di Nuvolosa, tra film al cinema e musica on line. Ecco gli eventi in programma.

Cosa fare a Biella e dintorni sabato 15 e domenica 16 maggio
Eventi Biella Città, 15 Maggio 2021 ore 08:33

Cosa fare a Biella e dintorni nel fine settimana? Sono previste mostre, visite guidate all'aperto e apertura di siti storici. Ecco alcuni suggerimenti.

Cosa fare a Biella e nel Biellese

Qui una selezione di eventi tratti dall’edizione di giovedì scorso di Eco di Biella, che ogni settimana propone la sezione Eco Week con gli eventi fissati a Biella, nel Biellese e nelle provincie limitrofe.

Visite guidate con il Fai

SABATO 15 E DOMENICA 16 MAGGIO

Sono quattro i siti biellesi visitabili nel fine settimana nell’ambito delle “Giornate Fai di Primavera”, tra le 600 aperture in oltre 300 città in tutta Italia. Tutte le visite si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria e la partecipazione sarà ammessa solo previa prenotazione sul sito www.giornatefai.it, selezionando come luogo “Biella”, con una donazione minima di 3 euro.

Muzzano. Durante il fine settimana (sabato e domenica, con partenza a gruppi alle 14.30 - 15.30 - 16.30 e 17.30) saranno aperte alle visite la grande casa salesiana di Muzzano e la Confraternita del Rosario. Il grande parco ospiterà un percorso culturale della compagnia Storie di Piazza che si svilupperà nel tempo raccontando, attraverso il teatro e la musica, fatti tra storia e leggenda della vita muzzanese dal ‘600 al ‘900. Diretti da Manuela Tamietti, saranno in scena Noemi Garbo, Silvia Ramella Pezza, Luisa Trompetto, Erika Borroz, Francesco Logoteta (anche aiuto regista), Oriana Minnicino, Davide Ingannamorte, Massimo Negro, Maurizia Mosca, Giulia Marletta, Laura Vittino, Cristina Colonna, Fernanda Gionco, Monica Rubin Barazza, Marinella Solinas e Alberto Fante, e, per la parte musicale, Simona Colonna al violoncello, Luciano Conforti alla ghironda ed Elena Straudi all’arpa (testi a cura di Renato D’Urtica e Francesco Logoteta).

Storie di Piazza (foto R. Ramella Pezza)

Trivero. Inaugurata nel 2007 nella palazzina degli Anni Trenta che fu la casa di famiglia, accanto al Lanificio Ermenegildo Zegna, Casa Zegna di Trivero è l’archivio storico e il polo di aggregazione culturale di tutto il Gruppo Zegna. In occasione delle “Giornate Fai di Primavera” sarà visitabile la mostra temporanea “Cronache dal Bosco - Fading Loss” dell’artista Laura Pugno, una multi-installazione che crea una visione alternativa e investiga le molteplici relazioni che vi sono tra l’essere umano e la natura.
I bambini, poi, avranno la possibilità di partecipare all’attività “Lasciamo un segno”, a cura dell’associazione Tantintenti (prenotazioni biellawelfare). Si potranno anche visitare la mostra mercato di bonsai, “Il giardino delle Delizie” (opera dell’artista Marcello Maloberti) e il Belvedere del Craviolo. Questi gli orari: sabato e domenica 10.30 - 17, con visite ogni 30 minuti (massimo 15 persone per gruppo).
Sempre nel cuore dell’Oasi Zegna, a pochi chilometri da Casa Zegna, saranno visitabili i giardini di Porcinai (ingresso dedicato agli iscritti al Fai, con possibilità di iscriversi in loco): il Giardino di Ca’ Gianin e il Giardino del Roc (per entrambi: domenica ore 10.30 - 11.30 - 14 - 15 e 16). Speciale fuoriprogramma quest’anno con le passeggiate alla Conca dei Rododendri in compagnia delle guide OverAlp (prenotazione obbligatoria: tel.: 349-4512088 o overalp@overalp.com), e spazio al cibo con “Il Gusto al Centro”, fiera-mercato dei prodotti dell’enogastronomia biellese (domenica ore 10-18).

Roppolo. Sabato e domenica (orari 10-18, con ingressi ogni 30 minuti e un massimo di 15 persone per gruppo) la Fondazione culturale che celebra la figura e l’opera del conte Emanuele Cacherano di Bricherasio (nella foto di copertina) accoglierà il pubblico nella propria sede di Roppolo e nel parco circostante. Per l’occasione sarà inoltre allestita un’esposizione di carrozze d’epoca a cui saranno dedicate alcune conferenze (info: www.fondoambiente.it).

Magnano, infine, aprirà le porte Villa Flecchia, per dar modo di ammirare, oltre ai suoi splendidi arredi, la collezione di dipinti del XIX secolo, frutto della passione dell’architetto Piero Enrico. Orari: sabato e domenica 10-13 e 14-18, con ultimo ingresso alle 16; durata della visita 50 minuti circa. Le prenotazioni durante il week-end verranno chiuse entro la mezzanotte di domani per il sabato ed entro la mezzanotte del sabato per la domenica.

Aperture in Piemonte

Tra le aperture più interessanti delle Giornate Fai di Primavera in Piemonte ci sono gli Appartamenti appena restaurati di Carlo Felice di Savoia a Palazzo Chiablese in Piazza San Giovanni, 2 (chiude la piazzetta Reale sul lato occidentale e si estende fino alla Chiesa di San Lorenzo) a Torino dalle ore 10 alle 18 di sabato e domenica. C’è poi Palazzo Frichignono in via San Dalmazzo, 7, ma solo per gli iscritti Fai. Altre sedi aperte: il Campus Onu di viale Maestri del Lavoro 10 sulle sponde del Po, nel 60° anniversario dell’Esposizione “Italia '61”, con le nitide e delicate architetture a firma di Nello Renacco; i cortili di Palazzo Scaglia di Verrua in via Stampatori 4.

Fuori Torino aperti: il Parco e i giardini del Castello di Agliè che risale al XII secolo con tre differenti percorsi, fruibili a piedi e in bicicletta; il Parco di Villa Ceriana a Castagneto Po situata su un altipiano da cui si gode la vista del Canavese, di parte del Biellese e di un tratto della pianura del Po; il Parco Naturale Laghi di Avigliana alla Palude dei Mareschi in via Monte Pirchiriano, 54: i campi della battaglia di Marengo a Spinetta Marengo, frazione di Alessandria; Casa Desanti Bossi sul Baluardo Quintino Sella 16, capolavoro dell'architettura neoclassica realizzato negli anni 1857-61 dal grande architetto Alessandro Antonelli e il Castello di Desana nel Vercellese. Affrettarsi per le prenotazioni su www.giornatefai.it

Arte "alla finestra"

Continua l’iniziativa “30 Giorni alla Finestra”, che vede palco d’eccezione - a cui guardare proprio affacciati dall’esterno - il teatro di Opificiodellarte, in via de Agostini 7 a Biella. Teatro che dallo scorso 26 aprile sta ospitando ogni sera un artista diverso, tutti i giorni dalle ore 20 alle 21.30, e che proseguirà fino al prossimo 26 maggio. Un mese dedicato alla fruizione dell’arte, per un settore che, è il motto, vuole “sopravvivere” e ripartire.

Il calendario del fine settimana: oggi, sabato, Laboratorio Nuova Musica; domani, domenica, dalle ore 17 alle 18.30, Cece Mannazza in “Le fiabe lunghe un sorriso” di Rodari (teatro) e sempre domenica, alle 20, The Music in You (improvvisazione).

Cece Mannazza

Mostre

In corso a Palazzo Ferrero il ciclo di mostre: “In Giappone la bellezza iniziatica”. Nel salone la straordinaria mostra fotografica “Endocosmo Maraini. Il Giappone di Fosco Maraini” con 40 scatti di Maraini (1912-2004) in Giappone durante la prigionia, poi negli anni ’50 e una serie di scatti del Giappone verso la modernità. Poi la mostra con 10 scatti raffinati “La luna e i bambù” del fotografo romano Olmo Amato; poi presso BI-BOx Art Space “Iris. Inverno (e poi di nuovo sarà primavera)” con le opere su carta di Michela Cavagna. Con Nuvolosa, il festival del fumetto a Biella, di Silver, al secolo Guido Silvestri “Un viaggio di Lupo Alberto”. Info: fino al 30 maggio venerdì ore 15-21; sabato e domenica ore 10-19, ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria 388 5647455 - info@palazzoferrero.it

Si entra nel vivo del festival del fumetto “Nuvolosa”, che prepara la premiazione del suo concorso nazionale prevista per domani, domenica 16 maggio, alle ore 11 a Palazzo Ferrero Miscele Culturali, a Biella Piazzo.
In questa occasione, verranno premiati i vincitori del contest alla presenza di alcuni giurati e in diretta streaming con Guido Silvestri alias Silver, ospite d’onore di quest’anno. Con la premiazione di domani degli aspiranti fumettisti del concorso, erano 183 candidati e ora ne arrivano 21 in finale, si aprirà l’esposizione a loro dedicata. Anche le opere vincitrici, comprese quelle del liceo Artistico “G. e Q. Sella” di Biella, che partecipa in apposita categoria con propri studenti, saranno esposte fino a fine mese. Prenotazioni disponibili per le visite solo dalle ore 14. Per i dettagli, Informagiovani Biella, tel.: 015-3507380. Sabato 19 giugno, inoltre, sono previsti tre laboratori dedicati ai bambini e ragazzi al Centro Commerciale I Giardini di Biella. “Nuvolosa 2021” live è attesa invece per luglio.

Fuori Biella, a Torino tra le novità espositive citiamo "Peter Lindbergh. Untold Stories" al Museo di Artiglieria, nell'ambito di Paratissima, la mostra di Massimo Paracchini al Miit e quella di Jessica Stockholder alle Ogr. Alla Gam è protagonista la nuova mostra "Viaggio controcorrente", al Mauto "La forma del futuro", mentre al Castello di Miradolo inaugura "Oltre il giardino" di Paolo Pejrone.

Al Circolo del Design c'è "Easy as a kiss" e a Palazzo Madama continua "Ritratti d'oro e d'argento". Da segnalare anche l'esposizione dedicata a Le Corbusier alla Pinacoteca Agnelli e le mostre a Camera, in via Delle Rosine. Ai Musei Reali è sempre protagonista il San Giovanni Battista di Caravaggio. Nel week-end c'è anche "Arte in vetrina" nel quartiere Campidoglio.

Al cinema

Prosegue la programmazione dal venerdì alla domenica, con spettacolo unico alle ore 19.30, al Cinema Mazzini di Biella. In cartellone il trionfatore agli Oscar Nomadland e il nuovo film di Woody Allen Rifkin’s Festival. Mascherina sempre correttamente indossata, sanificazione delle mani all’ingresso, misurazione della temperatura corporea, generalità da lasciare alla cassa, con possibilità, consigliata, di acquistare (con carta di credito) già online il biglietto per una delle due sale, scegliendo anche il posto, sul rinnovato sito internet www.cinemabiella.it.

Incontri letterari on line

Prosegue il festival al femminile biellese “ContemporaneA. Parole e storie di donne”. Oggi, sabato, Barbara Masoni recensirà per “A ruota libera” l’opera “Lingua madre” di Maddalena Fingerle, già ospite di “ContemporaneA” nella rubrica “Caffè con le ragazze” lo scorso giugno, in occasione della sua vincita del Premio Calvino. Domani, domenica, sarà Pinin Brambilla Bacilon la prescelta de “La donna della domenica”, colei che fu la restauratrice del Cenacolo di Leonardo recentemente scomparsa. Eventi sui canali Instagram e Facebook del festival.

 

Maddalena Fingerle

Musica on line

Oggi, sabato, alle ore 17, evento in diretta streaming dall’Auditorium Fratelli Olivieri per I Concerti del Cantelli di Novara – Stagione 2020/21. Appuntamento dal contenuto quanto mai curioso e inconsueto che vede impegnata dapprima la chitarra, solista il giovane Matteo Osmieri, poi una formazione di duo, flauto e chitarra, e allora Alessia Binda e ancora Matteo Osmieri. Sarà Benedetta Rantica a illustrare il programma: Fernande Peyrot (1888-1978), Alexandre Tansman (1897-1986), Francesco Giovanni Molino (1768-1847), Willy Burkhard (1900-1955), Hans Haug (1900-1967) e Béla Bartók (1881-1945).