Sport

World Masters Games a Torino, per i biellesi pioggia di medaglie pregiate

World Masters Games a Torino, per i biellesi pioggia di medaglie pregiate
Sport 19 Agosto 2013 ore 00:14

I World Masters Games si sono conclusi a Torino e la rappresentativa di biellesi è riuscita a portare a casa un grandissimo numero di medaglie. Molte delle quali attese e  sperate, ma anche qualche sorpresa, come la doppia medaglia di Piero Cantone nel tennis. Il bilancio è molto ricco.

Tennis. Cantone, negli over 60, in coppia con Mara Mai, ha sbaragliato la concorrenza nel doppio misto, aggiudicandosi un insperato oro. E poi, anche nel doppio maschile, questa volta in coppia con un torinese, Aldo Barbareschi, è andato a medaglia cedendo solo in finale e conquistando un prestigioso argento.

Tiro a volo. Il tiro a volo ha raccolto invece per sette medaglie. Un risultato incredibile per i colori biellesi. A Racconigi nella double trap bronzo ex equo per Paolo Paldi e Sergio Marchini. Nella fossa universale oro per Giorgio Borrione nella categoria over 60, argento per Paldi nella over 50 e bronzo per Francesco Sanfilippo nell over 70. Nella fossa olimpica, infine, oro per Sanfilippo e bronzo per Borrione nelle rispettive categorie.
 
Triathlon. Dopo l’oro nel duathlon, Marco Schiapparelli dell’Iron Biella si è aggiudicato l’oro di categoria (over 35) anche nel triathlon durante la penultima giornata di gare. Molti anche i piazzamenti di un certo rilievo per i compagni di squadra di Schiapparelli, infine. Diego Zegna 7° nel triathlon, Claudio Ramella Bagneri, sempre nel triathlon 4° di categoria (over 60). Nono posto nella master 40 per Alberto Angelino e 15° per Federico Sangiorgi. Quindicesimo anche Alessandro Boggio nei master 45.

Atletica. Ma la vera nota eccezionale della spedizione biellese ai master è stata portata dall’atletica leggera. Gli ori sono stati davvero tanti, a cominciare da quelli di Maria Costanza Moroni e Benito Bertaggia durante il primo week end di gare (Bertaggia ha poi bissato in chiusura aggiudicandosi, dopo i 100 metri, anche i 200) sino a quello in chiusura di Mario Secci (foto) nella mezza maratona. Ma altrettanti sono sfumati di un soffio: Franco Gnoato  nei 1500 metri con l’argento, così come lo stesso Secci nei 10 mila. Per quanto riguarda la mezza maratona conclusiva, piazzamenti poi per i biellesi Sergio Testore (16° negli M35), Antonello Formaggio (30°) e Corrado Olgiati 32°.
 F.C.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter