Sport
VOLLEY SERIE B1 DONNE

Virtus, Simone Marangio è il nuovo allenatore della Prochimica

Sarà sia Capo Allenatore della B1 sia Direttore Tecnico della Società: "Non chiedo solo un gruppo da gestire, voglio metterci del mio".

Virtus, Simone Marangio è il nuovo allenatore della Prochimica
Sport Biella Città, 04 Giugno 2022 ore 14:32

Virtus Biella comunica di aver affidato la guida tecnica della Prima Squadra al coach torinese, classe 1986, che ricoprirà per la stagione sportiva 2022/2023 sia il ruolo di capo allenatore della B1 sia la carica di direttore tecnico della società.

Chi è Simone Marangio

Ecco cosa si legge nella nota diffusa dalla Virtus Biella:

"Cresciuto nel mondo della pallavolo nell'InVolley Chieri e nel Chieri '76, da tecnico delle formazioni giovanili e delle squadre di B1, ha maturato esperienza a stretto contatto con l'ambiente della Serie A insieme ad allenatori e giocatrici di alto profilo. Negli stessi anni, ha arricchito il suo percorso formativo al CUS Torino firmando la promozione dalla Serie C alla B2 e la conquista della Coppa Piemonte, poi ad Alba, dove ha raggiunto la finale Playoff verso la B2 e vinto il campionato Under 12. Scelte di vita l'hanno indirizzato verso Biella, allenatore per due anni nel Teamvolley (Serie C) e nel vivaio della Scuola Pallavolo Biellese prima di intraprendere gli studi in Osteopatia. Ora che ha completato il suo percorso accademico con la specializzazione in Pediatria torna protagonista in panchina, questa volta però da Capo Allenatore della Virtus.

Coach Simone Marangio (nella foto di copertina) dichiara: «Ringrazio il Presidente Nicolò Pizzato e il Direttore Sportivo Elena Ubezio per l'opportunità e la fiducia. Sono felice di buttarmi nuovamente nella mischia e non vedo l'ora di cominciare con i primi allenamenti. Il lavoro ora è orientato a completare un organico adatto alla categoria. Ci siamo muovendo in maniera chirurgica per cercare profili di giocatrici con
specifiche caratteristiche tecniche e a livello morale, ragazze che abbiano anche margini di crescita su cui poter concentrare il lavoro. Personalmente amo molto lavorare in palestra, non chiedo solo un gruppo da gestire ma voglio metterci del mio. E poi, per come sono fatto, mi piace divertirmi e voglio attorno a me persone che mi permettano di farlo».

Sul ruolo di Direttore Tecnico, coach Marangio aggiunge: «Imposteremo l'attività del Settore Giovanile partendo dal basso, è importante che tutti i gruppi abbiano la stessa impostazione e che nel passaggio da un'annata all'altra in ottica futura il metodo sia simile. I talenti ovviamente non possiamo sceglierli o crearli, possiamo però lavorare su tutte le atlete per innalzare sempre più il livello tecnico. Conosco
personalmente gli allenatori delle nostre giovanili, in questi giorni stiamo cercando di rendere lo staff ancora più completo e competitivo su tutte le categorie. Mi piace coinvolgere chi lavora e collabora con me, io mi sento pronto, questo nuovo percorso sarà sicuramente formativo per tutti».

Nicolò Pizzato, presidente di Virtus Biella, commenta: «Simone è un allenatore preparato, umile e fortemente motivato, oltre a essere a livello umano un'ottima persona; tutte caratteristiche che sposano alla perfezione gli ideali e i progetti della Società. La sua peculiarità di saper lavorare contestualmente con atlete esperte e ragazze giovani è fondamentale per quello che sarà l'assetto della nostra Prima Squadra e gli obiettivi del Settore Giovanile, finalizzati a un lavoro che deve portare nel breve termine il maggior numero di atlete possibili tra “le grandi”. Con Simone ci stiamo già muovendo in perfetta sintonia sulla composizione della B1 2022/2023, con l'obiettivo di aggiungere al roster almeno un paio di giocatrici di assoluto livello, che assieme alle nostre atlete confermate ci possano permettere di fare un campionato da protagonisti. La sua figura di Direttore Tecnico sarà inoltre fondamentale per dare un'impostazione univoca al lavoro di tutto il Settore Giovanile, nel quale stiamo implementando ulteriormente lo staff per massimizzare la crescita tecnica di ogni singola atleta. Ci sono quindi tutti i presupposti per fare un ottimo lavoro a trecentosessanta gradi, nel quale Simone sarà la pedina fondamentale di un progetto a medio-lungo termine, convinti che sia la persona giusta per far raggiungere alle nostre atlete nuove soddisfazioni personali e di squadra»".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter