Sport

Trofeo Tollegno 1900, Liatti e? la star

Trofeo Tollegno 1900, Liatti e? la star
Sport 07 Maggio 2016 ore 12:29

«Non ce lo saremmo mai aspettato un successo di tali proporzioni!». Eun soddisfatto Nicola Salin, presidente di NS Events a pronunciare queste parole nel momento in cui e? stato stilato lelenco degli iscritti al 2° Trofeo Tollegno 1900 - Revival Lana Gatto, gara di regolarita? turistica che si svolgera? oggi e domani nel Biellese. Centotrentun equipaggi iscritti ad una gara che e? solo alla seconda edizione sono un numero importante, un riconoscimento allattivita? di NS Events. Cuore dellevento il Lanificio di Tollegno: nella prima mattina di oggi per espletare le formalita? delle verifiche. Alle ore 11.01 si alzera? la bandiera tricolore dalla prima vettura, una rara e prestigiosa Alfa Romeo 6C del 1937, che muovera? dal Lanificio per andare ad affron- tare la prima delle due tappe in programma. Subito dietro partira? una Bugatti T40 del 1928 ed il trio anteguerra sara? completato da una Lancia Lambda Torpedo del 1930.

Sfileranno poi, uno ogni minuto, modelli che hanno scritto la storia dellautomobilismo, alcuni rari, altri che sono stati e sono tuttora sogno di molti collezionisti: Porsche 356 e 911, ma anche 993, Chevrolet Corvette, Mercedes 190 SL e 280, Ja- guar E Type e XK120, Austin Healey 3000 ed Aston Martin. LItalia risponde con le Lancia: Stratos, Fulvia, Delta e Beta Montecarlo, ma anche Aurelia e Flavia; le Ferrari: dalla 275 GTS alla 348; Alfa Ro- meo: dalle Giulietta degli anni ’50 alle Giulia, berlina e GT, passando per la bellissima Montreal; le Fiat 124 Spider, 13° Abarth, 850 Sport e Ritmo Abarth. Grande interessa lo suscitera? la recente ma gia? “instant classic” Maserati GS Zagato.

Se notevole e? il parco vetture non di meno e? lelenco degli iscritti dal quale spiccano i nomi di Piero Liatti, il campione biellese che corse nel Mondiale Rally aggiudicandosi, ultimo italiano a riuscirci, il prestigioso Rally Montecarlo nel 1997 alla guida della Subaru Impreza. E dal mondo dei rally arriva anche il pordenonese Andrea Zanussi, grande talento degli anni ’80, che nel 1986 si aggiudico proprio il Rally della Lana con la Peugeot 205 Turbo 16. Il primo sara? della partita con una Mercedes 280SL del 1970 in coppia con la moglie Anna Varale, mentre il friulano ha scelto una piu? rallystica Fiat 131 Abarth che dividera? con Francesco Rossi Scribani. La competizione oggi si concludera? con la suggestiva sfilata nella centrale via Italia a Biella prevista per le ore 18. Domani si iniziera? con lo start della seconda tappa alle ore 9 che si svolgera? nel territorio biellese con il punto di riordino fissato pres- so l’oasi di verde della Tenuta Castello - Golf Club di Cerrione. L’arrivo della prima vettura e? previsto per le ore 15 al Lanificio di Tollegno e decretera? la conclusione di un percorso in due tappe di 370 km. 

«Non ce lo saremmo mai aspettato un successo di tali proporzioni!». E’ un soddisfatto Nicola Salin, presidente di NS Events a pronunciare queste parole nel momento in cui e? stato stilato l’elenco degli iscritti al 2° Trofeo Tollegno 1900 - Revival Lana Gatto, gara di regolarita? turistica che si svolgera? oggi e domani nel Biellese. Centotrentun equipaggi iscritti ad una gara che e? solo alla seconda edizione sono un numero importante, un riconoscimento all’attivita? di NS Events. Cuore dell’evento il Lanificio di Tollegno: nella prima mattina di oggi per espletare le formalita? delle verifiche. Alle ore 11.01 si alzera? la bandiera tricolore dalla prima vettura, una rara e prestigiosa Alfa Romeo 6C del 1937, che muovera? dal Lanificio per andare ad affron- tare la prima delle due tappe in programma. Subito dietro partira? una Bugatti T40 del 1928 ed il trio anteguerra sara? completato da una Lancia Lambda Torpedo del 1930.

Sfileranno poi, uno ogni minuto, modelli che hanno scritto la storia dell’automobilismo, alcuni rari, altri che sono stati e sono tutt’ora sogno di molti collezionisti: Porsche 356 e 911, ma anche 993, Chevrolet Corvette, Mercedes 190 SL e 280, Ja- guar E Type e XK120, Austin Healey 3000 ed Aston Martin. L’Italia risponde con le Lancia: Stratos, Fulvia, Delta e Beta Montecarlo, ma anche Aurelia e Flavia; le Ferrari: dalla 275 GTS alla 348; Alfa Ro- meo: dalle Giulietta degli anni ’50 alle Giulia, berlina e GT, passando per la bellissima Montreal; le Fiat 124 Spider, 13° Abarth, 850 Sport e Ritmo Abarth. Grande interessa lo suscitera? la recente ma gia? “instant classic” Maserati GS Zagato.

Se notevole e? il parco vetture non di meno e? l’elenco degli iscritti dal quale spiccano i nomi di Piero Liatti, il campione biellese che corse nel Mondiale Rally aggiudicandosi, ultimo italiano a riuscirci, il prestigioso Rally Montecarlo nel 1997 alla guida della Subaru Impreza. E dal mondo dei rally arriva anche il pordenonese Andrea Zanussi, grande talento degli anni ’80, che nel 1986 si aggiudico proprio il Rally della Lana con la Peugeot 205 Turbo 16. Il primo sara? della partita con una Mercedes 280SL del 1970 in coppia con la moglie Anna Varale, mentre il friulano ha scelto una piu? rallystica Fiat 131 Abarth che dividera? con Francesco Rossi Scribani. La competizione oggi si concludera? con la suggestiva sfilata nella centrale via Italia a Biella prevista per le ore 18. Domani si iniziera? con lo start della seconda tappa alle ore 9 che si svolgera? nel territorio biellese con il punto di riordino fissato pres- so l’oasi di verde della Tenuta Castello - Golf Club di Cerrione. L’arrivo della prima vettura e? previsto per le ore 15 al Lanificio di Tollegno e decretera? la conclusione di un percorso in due tappe di 370 km. 

Seguici sui nostri canali