Menu
Cerca

Svoboda: «Biella, si chiude un cerchio»

Svoboda: «Biella, si chiude un cerchio»
Sport 21 Gennaio 2016 ore 03:43

BIELLA - «Qui cominciò tre anni fa la mia penitenza, e qui è dove si chiude un cerchio». Ariel Svoboda con un post su Facebook ha voluto esprimere tutta la sua gioia per la nuova avventura in rossoblu. Biella rappresenta l’inizio e la fine di un cerchio: a Biella nel 2012 fu scartato dopo un provino estivo con coach Corbani e da allora ha vissuto delle stagioni difficili. Ora è ritornato e proprio a Biella dove era stato rifiutato vuole dimostrare di essere ancora all’altezza di questo campionato. 

Nato a Buenos Aires nel 1985 ma con passaporto italiano, Svoboda è un play-guardia di 192 cm e andrà ad occupare il posto in rosa lasciato da Grande. Approdato dall’Argentina nel vecchio continente nel 2004, Svoboda ha iniziato la propria carriera nel Basket Draghi di Novara e dopo due stagioni in Piemonte ha iniziato a girovagare in molte squadre italiane. Si mette in mostra a Latina e Barcellona ma è soprattutto a Trapani che Svoboda attira l’attenzione di diversi club conquistando promozione in Serie B e coppa Italia Dnc, di cui è stato anche nominato Mvp delle finali.

Dopo il provino con Biella, Svoboda ha calcato i parquet di Treviso, Osimo e Cerignola e infine Scauri dove ha disputato la prima parte di stagione.

Fabio Giacchetto

 

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 21 gennaio 2016 

 

BIELLA - «Qui cominciò tre anni fa la mia penitenza, e qui è dove si chiude un cerchio». Ariel Svoboda con un post su Facebook ha voluto esprimere tutta la sua gioia per la nuova avventura in rossoblu. Biella rappresenta l’inizio e la fine di un cerchio: a Biella nel 2012 fu scartato dopo un provino estivo con coach Corbani e da allora ha vissuto delle stagioni difficili. Ora è ritornato e proprio a Biella dove era stato rifiutato vuole dimostrare di essere ancora all’altezza di questo campionato. 

Nato a Buenos Aires nel 1985 ma con passaporto italiano, Svoboda è un play-guardia di 192 cm e andrà ad occupare il posto in rosa lasciato da Grande. Approdato dall’Argentina nel vecchio continente nel 2004, Svoboda ha iniziato la propria carriera nel Basket Draghi di Novara e dopo due stagioni in Piemonte ha iniziato a girovagare in molte squadre italiane. Si mette in mostra a Latina e Barcellona ma è soprattutto a Trapani che Svoboda attira l’attenzione di diversi club conquistando promozione in Serie B e coppa Italia Dnc, di cui è stato anche nominato Mvp delle finali.

Dopo il provino con Biella, Svoboda ha calcato i parquet di Treviso, Osimo e Cerignola e infine Scauri dove ha disputato la prima parte di stagione.

Fabio Giacchetto

 

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 21 gennaio 2016