ANGELICO PRIMA IN CLASSIFICA

ANGELICO PRIMA IN CLASSIFICA
Sport 10 Dicembre 2011 ore 21:04

(10 dic) Regina per una notte l'Angelico festeggia il primato nella serie A di basket per la prima volta a questo punto del campionato, attendendo il risultato della capolista in pectore Montepaschi Siena che giocherà domani ad Avellino. La Canadian Solar esce sconfitta 83-75 per il quinto anno consecutivo dal parquet biellese. Grandi Pullen e Coleman. Nella foto Sarcì, il pubblico di oggi. (10 dic) Regina per una notte l'Angelico festeggia il primato nella serie A di basket per la prima volta a questo punto del campionato, attendendo il risultato della capolista in pectore Montepaschi Siena che giocherà domani ad Avellino. La Canadian Solar esce sconfitta per il quinto anno consecutivo dal parquet biellese dopo aver illuso nelle prime battute del match, certo è difficile vincere sul campo di una Biella così in forma regalando di fatto gli americani, con Lang ingiudicabile per quanto evanescente e Douglas Roberts in campo per onor di firma con un problema alla caviglia. Eroe del momento Jacob Pullen, simbolo del primato biellese che ha trovato come coprotagonsita un Coleman in grado di far male anche dalla lunga distanza. Biella difende bene con tutti gli uomini e trova nello spessore dei suoi lunghi quel qualcosa in più che in questo momento la mette davanti alle concorrenti. La Candian Solar si ferma dopo una striscia vincente, ma dopo una gara giocata non male, certo è mancato un leader in campo in grado di rispondere a Pullen nei momenti chiave del match.
Nemmeno il tempo di partire e la partita si scalda in campo e sulle tribune: in un amen la terna arbitrale manda in bonus l'Angelico senza fischiare un fallo a Bologna. Cancellieri rimedia anche un fallo tecnico per proteste e la Canadian Solar capitalizza con Gailius provando la fuga sul 5-13. Time out Angelico, Chessa in campo al posto di Pullen e la guarda sassarese si presenta con la tripla che apre un controbreak di 16-0 a cavallo dei due quarti con Miralles sugli scudi sotto canestro. Finelli corre ai ripari ordinando una difesa a zona che qualche effetto sortisce, anche se l'Angelico trova due triple consecutive di Coleman che ridanno slancio ai padroni di casa (27-20). Poeta e Pullen entrano in partita, cercando anche la soluzione personale e all'intervallo l'Angelico conduce 41-34. I due recitano da protagonisti anche dopo l'intervallo, ma per il playmaker bolognese arriva un quarto fallo in attacco che lo costringe a sedersi in panchina. L'Angelico comincia l'ultimo quarto con un buon vantaggio e Cancellieri può permettersi di far riposare la sua stellina per sei minuti e mandarla in campo per un finale comunque tirato, in cui tre tiri liberi di Koponen (fallo di Jurak sul tiro da tre) portano la Virtus sotto 76-73 a 35" dal termine. E' poi capitan Soragna a chiudere dalla lunetta con la solita classe da campione di lungo corso.

BIELLA: Coleman 23, Pullen 19, Miralles 15
BOLOGNA: Koponen 18, Gigli 16, Sanikidze, Poeta 15