scuola e sport

Napolitano: «1400 alunni al tennis. E pago io»

L’annuncio di Napolitano: «Progetto gratuito e innovativo durante le ore di lezione»

Napolitano: «1400 alunni al tennis. E pago io»
Sport Biella Città, 12 Settembre 2021 ore 08:50

Napolitano: «1400 alunni al tennis. E pago io»

«La stagione del tennis non si ferma mai e nemmeno io», così Cosimo Napolitano ama movimentare il panorama sportivo biellese con nuove proposte, sempre destinate a creare un po’ di scompiglio nello status quo provincialotto, dove chi fa, non è sempre visto così bene: «Spero invece che in questo caso altri possano seguire l’esempio, che poi tanto nuovo non è - ammette il maestro di tennis che ha in gestione il circolo comunale di via Liguria, a Biella -, mi è bastato infatti copiare quanto è d’uso fare nelle scuole del Nord Europa, dove l’attenzione all’attività sportiva è maggiore che in Italia».

Si gioca gratuitamente

La notizia è che circa 1400 alunni delle scuole elementari di Biella per sei mesi, a partire da ottobre frequenteranno tutte le mattine, a turno negli orari di lezione, il Tennis Biella gratuitamente, seguendo un percorso didattico di attività motoria, non solo specifica di tennis, che terminerà a maggio con un torneo finale tra gli alunni partecipanti. Il piano è encomiabile sotto tutti gli aspetti, ma di questi tempi, ha un punto forte, fortissimo: «I costi li pagherà il sottoscritto - annuncia Napolitano -, era un mio pallino da anni ed è per me una grandissima soddisfazione esserci riuscito. È il mio progetto numero uno, più importante dei tornei challenger, di tutto. Ho avuto il piacere di chiudere con l’assessore competente Gabriella Bessone un accordo che riguarda i plessi didattici 1, 2 e 3 di Biella per le scuole elementari. Le classi terza, quarta e quinta faranno la loro ora di tennis in maniera continuativa, mentre prima e seconda la faranno a spot. Nella mia mente il progetto non si limiterà a quest’anno, ma andrà avanti nel tempo, dovrò essere bravo io a coinvolgere aziende amiche per renderlo continuativo, ma voglio sia chiaro, per i ragazzi, per le loro famiglie e per il Comune non ci sarà nessun costo, sarà tutto gratis, trasporti compresi. La settimana prossima, infatti con l’assessore Bessone, avremo un incontro con Atap per organizzare il trasporto dalle scuole al circolo».

G.P.