Sport

Mersi vince la sua gara dei sogni

Mersi vince la sua gara dei sogni
Sport 08 Agosto 2016 ore 22:34

Sono stati Enzo Mersi dell’Atletica Monterosa ed Agnese Valz Gen della società “Amici del Mombarone” a vincere la 39ª edizione della Graglia-Mombarone, che si è svolta ieri con 76 atleti al giunti traguardo, organizzata dalla pro loco del Santuario di Graglia, con la collaborazione tecnica dell’A.S. Gaglianico 74 e la partecipazione del gruppo Alpini Graglia, Alla gara erano iscritti 80 corridori.

E’ sorridente e felice Agnese Valz Gen, per la bella prestazione che le è valsa la vittoria ieri tra le donne (1.46.38 il suo tempo ndr)

«Non ho mai vinto niente - afferma la solare ragazza - ed è quindi bello arrivare ogni tanto primi. Il percorso l’ho apprezzato molto, anche perchè non era troppo lungo. Inoltre si tratta di una zona di casa nostra e questo aspetto ci rende ancora più orgogliosi delle nostre terre».

Un uomo da podio. Enzo Mersi. E non poteva essere diversamente, alla luce dei suoi ottimi risultati di questo anno (1.08.50 il tempo di ieri, ndr.. «Ho iniziato a correre - commenta il vincitore - proprio perchè volevo fare questa gara fin da piccolo. Da giovane percorrevo già quei sentieri. Per quanto riguarda la gara sono andato abbastanza bene e sono soddisfatto. Nella cresta in cima, se avessi avuto più velocità sarei andato di più...». E fa “uno strano effetto” sentirglielo dire... .

I diretti inseguitori. Silvio Balzaretti, atleta aperto e disponibile, dell’Atletica Monterosa secondo in classifica, in questo modo descrive la sua gara: «E’ un percorso non adattissimo alle mie caratteristiche, perchè nella seconda parte il terreno sconnesso rendeva difficile correre ed a me invece piace molto farlo. Per quanto riguarda Enzo - ammette onestamente Balzaretti - l’ho visto i primi 100 metri e poi lui ha allungato e mi ha aspettato poi al traguardo». Ed effettivamente Mersi è partito subito deciso in salita, ovviamente di corsa, con una leggerezza tale che sembrava quasi non faticasse. Secondo posto per quanto riguarda le donne per Lucia Cagliano dell’Olimpia Runners: «E’ stata una bella gara - commenta la podista - e la vista che si godeva da lassù ha ripagato la fatica fatta. Sono contentissima di questo risultato»; terza Loredana Patteri dell’As Gaglianico 1974.

Il talento c’è. E’ quello di Andrea Pelosi, della società “La Vetta Running”, che in questi ultimi mesi si sta distinguendo in varie specialità, dai trail, alle skyrace alle corse corte ed in velocità. Nella gara di ieri il suo nome spuntava tra i favoriti ed il giovane, con il suo terzo posto, non ha deluso le aspettative: «E’ stata una bella giornata - analizza Pelosi - . Meno male che verso la cima è arrivata un po’ di nebbia a dare un po’ di refrigerio. Arrivare terzo e primo tra gli alpini-Ana Cossato è una bella soddisfazione».

Un nome di prestigio. Quello di Pablo Criado Toca, del team Grivel, atleta ultra trail, sei partecipazioni al Tor Des Geants, un terzo ed un quarto posto proprio in questa competizione. Anche lui, trovandosi nelle zone limitrofe alla Valle Elvo, ha partecipato alla Graglia-Mombarone arrivando dodicesimo: «Ho apprezzato un bellissimo percorso che è stato per me una bella sorpresa, con la presenza anche di una cresta tecnica. Ho gareggiato per fare qualità. Sabato ho fatto una doppia vertical...».

Giuliano Pavan, del Gsa Pollone, reduce dal MonteRosa Valser Trail di una settimana prima, 114 km massacranti, non ha voluto mancare ieri: «Ho fatto un buon tempo, lo stesso di quando ero giovane e quindi sono veramente contento». Enrico Mersi, suo compagno di squadra, è contento della propria prestazione: «Faceva caldo -commenta Mersi - ed ho faticato fino a metà gara, dopodichè mi sono ripreso e mi sono goduto questo bel percorso»,  per lui argento tra gli Alpini nel 39° Campionato Biellese ANA di corsa in montagna. I primi cinque arrivati:  1° Andrea Pelosi Gr. Cossato; 2° Enrico Mersi Gr. Pollone; 3° Vittorio Saccoletto; 4° Massimo Andreotti Gr. Pralungo; 5° Daniele Coda Caseia Gr. Cossila San Giovanni.

Per chi non molla mai. Come Corrado Pezzini, della società Biella Running che esprime grande entusiasmo per la corsa di ieri: «E’ stata una gara fantastica, con un percorso stupendo ed un panorama da rimanere “senza fiato in tutti i sensi”... ». Letteralmente.  Simone Compagnin, sempre della società Biella Running, è contento: «Ho deciso all’ultimo momento di farla e sono soddisfatto di esserci riuscito senza problemi».

Classifiche Società.  Trofeo Cap. Marco Fiorina - 1  Atletica Monterosa Fogu Arnad 05:30:27 2   Gsa Pollone 06:12:41 3   A.S. Gaglianico 1974 06:16:03 4   La Vetta Running 06:27:03 5   Biella Running 06:36:22 6   A.S.D. Olimpia Runners 06:53:01 7   Atletica Candelo 07:01:44 8   Pietro Micca Biella 07:43:59.

Trofeo Graziella Anselmetti - 1 A.S.Gaglianico 1974 2 La Vetta Running 3 A.S.D. Olimpia Runners 4 Biella Running 5 Amici del Mombarone. Trofeo Fonte Lauretana - 1 A.S. Gaglianico 1974 2 La Vetta Running  3 Gsa Pollone  4 Biella Running  5 Atletica Candelo   6 Atletica Monterosa   7 Pietro Micca Biella 8 A.S.D. Olimpia Runners 9 Ana Biella 10 Vigevano. 

Marta Coda Luchina

Sono stati Enzo Mersi dell’Atletica Monterosa ed Agnese Valz Gen della società “Amici del Mombarone” a vincere la 39ª edizione della Graglia-Mombarone, che si è svolta ieri con 76 atleti al giunti traguardo, organizzata dalla pro loco del Santuario di Graglia, con la collaborazione tecnica dell’A.S. Gaglianico 74 e la partecipazione del gruppo Alpini Graglia, Alla gara erano iscritti 80 corridori.

E’ sorridente e felice Agnese Valz Gen, per la bella prestazione che le è valsa la vittoria ieri tra le donne (1.46.38 il suo tempo ndr)

«Non ho mai vinto niente - afferma la solare ragazza - ed è quindi bello arrivare ogni tanto primi. Il percorso l’ho apprezzato molto, anche perchè non era troppo lungo. Inoltre si tratta di una zona di casa nostra e questo aspetto ci rende ancora più orgogliosi delle nostre terre».

Un uomo da podio. Enzo Mersi. E non poteva essere diversamente, alla luce dei suoi ottimi risultati di questo anno (1.08.50 il tempo di ieri, ndr.. «Ho iniziato a correre - commenta il vincitore - proprio perchè volevo fare questa gara fin da piccolo. Da giovane percorrevo già quei sentieri. Per quanto riguarda la gara sono andato abbastanza bene e sono soddisfatto. Nella cresta in cima, se avessi avuto più velocità sarei andato di più...». E fa “uno strano effetto” sentirglielo dire... .

I diretti inseguitori. Silvio Balzaretti, atleta aperto e disponibile, dell’Atletica Monterosa secondo in classifica, in questo modo descrive la sua gara: «E’ un percorso non adattissimo alle mie caratteristiche, perchè nella seconda parte il terreno sconnesso rendeva difficile correre ed a me invece piace molto farlo. Per quanto riguarda Enzo - ammette onestamente Balzaretti - l’ho visto i primi 100 metri e poi lui ha allungato e mi ha aspettato poi al traguardo». Ed effettivamente Mersi è partito subito deciso in salita, ovviamente di corsa, con una leggerezza tale che sembrava quasi non faticasse. Secondo posto per quanto riguarda le donne per Lucia Cagliano dell’Olimpia Runners: «E’ stata una bella gara - commenta la podista - e la vista che si godeva da lassù ha ripagato la fatica fatta. Sono contentissima di questo risultato»; terza Loredana Patteri dell’As Gaglianico 1974.

Il talento c’è. E’ quello di Andrea Pelosi, della società “La Vetta Running”, che in questi ultimi mesi si sta distinguendo in varie specialità, dai trail, alle skyrace alle corse corte ed in velocità. Nella gara di ieri il suo nome spuntava tra i favoriti ed il giovane, con il suo terzo posto, non ha deluso le aspettative: «E’ stata una bella giornata - analizza Pelosi - . Meno male che verso la cima è arrivata un po’ di nebbia a dare un po’ di refrigerio. Arrivare terzo e primo tra gli alpini-Ana Cossato è una bella soddisfazione».

Un nome di prestigio. Quello di Pablo Criado Toca, del team Grivel, atleta ultra trail, sei partecipazioni al Tor Des Geants, un terzo ed un quarto posto proprio in questa competizione. Anche lui, trovandosi nelle zone limitrofe alla Valle Elvo, ha partecipato alla Graglia-Mombarone arrivando dodicesimo: «Ho apprezzato un bellissimo percorso che è stato per me una bella sorpresa, con la presenza anche di una cresta tecnica. Ho gareggiato per fare qualità. Sabato ho fatto una doppia vertical...».

Giuliano Pavan, del Gsa Pollone, reduce dal MonteRosa Valser Trail di una settimana prima, 114 km massacranti, non ha voluto mancare ieri: «Ho fatto un buon tempo, lo stesso di quando ero giovane e quindi sono veramente contento». Enrico Mersi, suo compagno di squadra, è contento della propria prestazione: «Faceva caldo -commenta Mersi - ed ho faticato fino a metà gara, dopodichè mi sono ripreso e mi sono goduto questo bel percorso»,  per lui argento tra gli Alpini nel 39° Campionato Biellese ANA di corsa in montagna. I primi cinque arrivati:  1° Andrea Pelosi Gr. Cossato; 2° Enrico Mersi Gr. Pollone; 3° Vittorio Saccoletto; 4° Massimo Andreotti Gr. Pralungo; 5° Daniele Coda Caseia Gr. Cossila San Giovanni.

Per chi non molla mai. Come Corrado Pezzini, della società Biella Running che esprime grande entusiasmo per la corsa di ieri: «E’ stata una gara fantastica, con un percorso stupendo ed un panorama da rimanere “senza fiato in tutti i sensi”... ». Letteralmente.  Simone Compagnin, sempre della società Biella Running, è contento: «Ho deciso all’ultimo momento di farla e sono soddisfatto di esserci riuscito senza problemi».

Classifiche Società.  Trofeo Cap. Marco Fiorina - 1  Atletica Monterosa Fogu Arnad 05:30:27 2   Gsa Pollone 06:12:41 3   A.S. Gaglianico 1974 06:16:03 4   La Vetta Running 06:27:03 5   Biella Running 06:36:22 6   A.S.D. Olimpia Runners 06:53:01 7   Atletica Candelo 07:01:44 8   Pietro Micca Biella 07:43:59.

Trofeo Graziella Anselmetti - 1 A.S.Gaglianico 1974 2 La Vetta Running 3 A.S.D. Olimpia Runners 4 Biella Running 5 Amici del Mombarone. Trofeo Fonte Lauretana - 1 A.S. Gaglianico 1974 2 La Vetta Running  3 Gsa Pollone  4 Biella Running  5 Atletica Candelo   6 Atletica Monterosa   7 Pietro Micca Biella 8 A.S.D. Olimpia Runners 9 Ana Biella 10 Vigevano. 

Marta Coda Luchina

Seguici sui nostri canali