INCIDENTE

L'ultratrailer Sara Lavino Zona investita da un'auto: la comunità sportiva le si stringe per una pronta guarigione

L'atleta di Bugella Sport sta riprendendo a camminare. L'incidente dopo il Trail Running United.

L'ultratrailer Sara Lavino Zona investita da un'auto: la comunità sportiva le si stringe per una pronta guarigione
Sport Biella Città, 03 Luglio 2021 ore 14:57

La biellese Sara Lavino Zona di Bugella Sport investita da un'auto dopo il Trail Running United. La comunità sportiva le si stringe per augurarle una pronta guarigione.

I messaggi

"Un abbraccio e buona guarigione alla nostra Bugellina Sara! La tua grande forza di volontà supererà anche questo brutto momento!", scrivono da Bugella Sport.

E così dalla IUTA - Italian Ultramarathon and Trail Association. Lavino Zona aveva infatti terminato e vinto una gara, poi è stata investita:

"Domenica 13 giugno a Villa Lagarina si è svolta la manifestazione 4° Trail Running United sulla distanza di 44km (D+ 2.500m), valida come Campionato Italiano IUTA 2021 di UltraTrail Corto.
L’atleta Sara Lavino Zona (Bugella Sport) ha vinto il titolo italiano assoluto e di categoria IUTA (SF) di specialità. La Lavino è giunta al traguardo, 1^ tra le donne, con l’eccezionale tempo di 6h 09’ 36”, con distacco notevole sulle inseguitrici: Coloru Laura (SS Robur Barbarano) è 2^ in 6h19’, mentre Teaca Galina (Atl. Viadana) è 3^ in 6h 49’".

L'incidente

"Dopo la gara, purtroppo Sara ha avuto un serio incidente stradale: un’autovettura ha invaso la corsia e investito l’atleta. La Lavino è stata soccorsa, trasportata in ospedale, ove i sanitari hanno cercato di curare le numerose fratture e microfratture. Ora sta riprendendo a camminare.
La Iuta augura alla valida e sfortunata ultratrailer, una pronta guarigione, affinché possa ritornare a praticare l’attività sportiva che l’appassiona".

La risposta

La risposta di Sara Lavino Zona non si è fatta attendere:
"Grazie mille a tutti voi che mi state così vicino anche in questo momento di... scarico dall'attività sportiva diciamo... Grazie".