Sport

L'ITALIA EMERGENTI BATTE 50-33 GLI HERIOT'S SCOTLAND A BIELLA

L'ITALIA EMERGENTI BATTE 50-33 GLI HERIOT'S SCOTLAND A BIELLA
Sport 12 Novembre 2016 ore 01:47

Un’ora abbondante di ritardo e poi finalmente si è giocata l'attesa partita di rugby tra Italia Emergenti e la selezione scozzese rappresentata dagli Heriot’s di Edimburgo. La partita avrebbe dovuto iniziare ieri alle 20, ma la squadra ospite è arrivata a Biella solo alle 20.30 circa a causa di un problema al pullman durante il tragitto da Milano. Mentre gli azzurri e il pubblico aspettavano impazienti, gli scozzesi si sono cambiati sul bus e in pochi minuti si sono riscaldati sul campo del La Marmora, mai visto prima, e senza aver disputato il rituale pre partita.

L'inconro è terminato con un rotondo 50-33 in favore dell’Italia Emergenti ed è stato il primo dei due match contro gli Heriot’s Scotland, valido per l’Italian-Scottish Challenge giocato.

Inizia a spron battuto la formazione azzurra che grazie ad un gioco fatto di passaggi veloci e palloni riconquistati riesce a portarsi al minuto 21 sul 19-0 con capitan Marinaro che realizza la terza meta del match involandosi in solitaria verso la linea di fondo campo avversaria grazie ad una palla rubata a metà campo, conquista del pallone che ha rappresentato il leitmotiv della prestazione azzurra. Gli avversari reagiscono portandosi a meno sette al 35’, ma Azzolini chiude con un piazzato la prima frazione sul 22-12.

L’inizio della ripresa è sulla falsa riga del primo tempo con la squadra guidata da Carlo Orlandi a guidare il gioco e che prende il largo arrivando al 56’ sul 43-19 frutto delle mete di Trotta, Negri e Fragnito. Gli ospiti provano una reazione nel finale con Hagart sugli scudi, ma Chillon al 74’ chiude definitivamente le chances di rimonta degli avversari.

“Sono molto contento del risultato – ha dichiarato Carlo Orlandi, responsabile tecnico della Nazionale Italiana Emergenti - . Indubbiamente abbiamo fatto una grande partita, ma ci sono delle cose da migliorare. Siamo stati bravi in fase offensiva ma avremmo potuto osare di più allargando maggiormente il gioco in alcune fasi. In vista della seconda partita in Scozia dovremo limare gli errori in difesa e incrementare i placcaggi. L’approccio al match è stato buono e sono soddisfatto dell’apporto dei giocatori con maggiore esperienza soprattutto nei momenti critici della partita”.

Biella, Stadio “La Marmora” – venerdì 11 novembre

Italian-Scottish Challenge

Italia Emergenti  v Heriot’s Scotland 50-33 (22-12)

Marcatori: p.t.  9’ m. Marinaro tr Azzolini (7-0); 17’ m. Ortis (12-0); 21’ m. Marinaro tr Azzolini (19-0); 29’ m. Rae (19-5); m. 35’ Dewar tr Hagart (19-12); 40’ c.p. Azzolini (22-12) s.t. 42’ m.Trotta tr.Azzolini (29-12); 50’ m. Nimmo tr.Hagart (29-19); 54’ m. Negri tr Azzolini  (36-19); 56’ m. Fragnito tr.Azzolini (43-19); 59’ m. Hagart tr Hagart (43-26); 74’ Chillon tr Pescetto  ( 50-26); 76’ Turner tr Hagart ( 50- 33)

Italia Emergenti: Sperandio; Rossi, Lucchin, Bacchin ( 62’ Gabbianelli), Susio; Azzolini (63’ Pescetto), Marinaro (cap) (60’ Chillon); Negri, Trotta, Corazzi (72’ Grigolon ); Krumov, Ortis (51’ Fragnito); Tenga ( 71’ Iacob), Daniele (47 Luus), Zago ( 49’ Bergonzini )

all. Orlandi

Heriot’s Scotland: Simpson; Rae, Steele(60’ Laird), Semple, Parker (53’ Boisseau), Hagart, Simmers (75 ’ Wilson); Dewar (70’ Clarke), McLean, Maltman; Nimmo (72’ Bouab), Smith; Mitchell (70’ Mustard), Turner , Cameron.

A disposizione non entrati: Liness, Carmichel

all. Smith

arb. Matteo Liperini (FIR)

Calciatori: Pescetto  (Italia Emergenti) 1/1Azzolini (Italia Emergenti) 5/6; Hagart (Heriot’s Scotland) 4/5

Note: serata limpida e fredda, campo in buone condizioni. Spettatori 500 circa