L'Angelico si ferma a 9: la Verona di Ramagli la sorprende al Forum

L'Angelico si ferma a 9: la Verona di Ramagli la sorprende al Forum
Sport 14 Aprile 2014 ore 01:20

SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA LUNEDI 14 APRILE APPROFONDIMENTI E INTERVISTE, RISULTATI E CLASSIFICHE DI TUTTI GLI EVENTI DEL FINE SETTIMANA SPORTIVO

 

Dopo nove vittorie consecutive cade il record di imbattibilità dell'Angelico Biella. A riuscire nell'impresa di espugnare (79-88) il Forum è la Tezenis Verona dell'ex Alessandro Ramagli, salutato dal coro dei suoi ex-tifosi, giocando un'ottima partita nella quale è sempre riuscita a riprendere i rossoblu in ogni loro tentativo di fuga. I ragazzi di Corbani ci hanno provato più volte, arrivando anche a sfiorare il vantaggio in doppia cifra, ma la squadra ospite ha sempre saputo replicare nei finali, chiudendo avanti, seppur di misura, tutte le frazioni di gioco. Ora sarà l'ultima giornata di campionato, per Biella da giocare a Trento, a determinare la posizione dell'Angelico nella griglia play-off.

Primo quarto. Corbani schiera Bloise, Voskuil, Raspino, Chillo ed Hollis, Alessandro Ramagli risponde con Smith, Taylor, Boscagin, Gandini e Callahan. Mani fredde in avvio da entrambe le parti, sblocca Callahan con una tripla, poi la gara prosegue in equilibrio grazie sopratutto all'attenzione delle difese che concedono pochissimi spazi. La prima tripla di Voskuil (14-11) prova a cambiare l'inerzia, ma Verona non si fa staccare, riuscendo anzi a chiudere avanti (18-20) la frazione, complici i problemi di falli dei lunghi biellesi (2 a testa per Infante ed Hollis) ed un tecnico sanzionato a Corbani a pochi secondi dalla sirena.

Secondo quarto. Subito a segno Smith con una palla recuperata, ma segue un parziale rossoblu di 10-2 con le triple di Lombardi, chiamato a giocare in ala forte ed ala piccola, e Voskuil. La Tezenis rientra con Reati e Da Ros (28-27), ma è ancora Lombardi (altra tripla e stoppata ad altezza impossibile) a tenere avanti Biella. Sul 31-29 fallo in attacco a Taylor seguito da tecnico per proteste allo stesso giocatore, capitalizzato da Voskuil con 3 liberi su 4, poi un canestro da sotto di Chillo da il massimo vantaggio all'Angelico sul 36-29. Secondo time-out di Ramagli, dopo il quale Verona rientra con Carraretto (tripla) e Boscagin. Stavolta è Corbani a chiamare time-out, ma ai liberi di Berti e Voskuil risponde Jerry Smith con 6 punti consecutivi che permettono alla Tezenis di andare al riposo ancora in vantaggio sul 39-40.

Terzo quarto. Tornano in campo Infante ed Hollis, assieme a Lombardi, ed i tre confezionano subito un parziale di 10-2 per i rossoblu. Arriva però anche il terzo fallo di Hollis ed un controparziale di 6-2 per gli ospiti, che si riportano ad un solo possesso di distacco (51-48). Alla tripla di Voskuil del nuovo +5 risponde subito Reati, ma è ancora il danese (2 liberi e tripla in contropiede) a provare a staccare la squadra di Ramagli che però non ha alcuna intenzione di cedere e rientra con Gandini e Reati. Il 62-58 è ancora opera di Voskuil (a quota 20) ma Verona rimonta ancora con Smith e Boscagin (62 pari) e chiude nuovamente avanti la frazione con una tripla del precisissimo Reati.

Quarto periodo. Si riparte dal 62-65 e Bloise impatta subito con una tripla, seguito da una palla rubata da Raspino convertita in schiacciata. Nuovo pareggio di Da Ros, rientra Taylor che però si autosclude con il suo quinto fallo ma l'Angelico non riesce ad approfittarne, subendo anzi la tripla di Callahan per il 67-70. A 5'06” dalla fine tecnico ad Hollis (quinto fallo), liberi di Reati e tripla di Da Ros: Verona arriva per la prima volta al +8 ed ora è l'Angelico a dover inseguire. La rimonta comincia con la tripla di capitan Raspino ma viene interrotta dai canestri di Boscagin e Da Ros. A 2'03” dalla fine time-out sul 72-79 e Voskuil in lunetta con un libero su 2: Verona può giocare con il cronometro e lo fa bene con la regia di Jerry Smith che serve anche l'assist per la tripla di Callahan del 73-84. A meno di un minuto dal termine occorre pensare a difendere il +13 dell'andata e questo obiettivo viene raggiunto grazie ad una schiacciata in tap-in di Raspino ed ai liberi di Voskuil dopo l'antisportivo sanzionato a Da Ros a 15” dal termine. Finisce 79-88.

 

Angelico Biella – Tezenis Verona: 79-88

(18-20; 39-40; 62-65)

ANGELICO BIELLA: Murta n.e., Chillo 6, Raspino 9, Infante 6, Lombardi 12, Berti 6, Voskuil 23, De Vico, Hollis 12, Bloise 5. All. Corbani.

TEZENIS VERONA: Grande n.e., Smith 18, Taylor, Reati 14, Carraretto 6, Boscagin 12, Callahan 23, Salafia n.e., Gandini 6, Da Ros 9. All. Ramagli.

ARBITRI: Materdomini, Pecorella, Scudiero