La Bonprix Biella di EuroChallenge fa sognare, domina Le Mans e l’aggancia in testa al girone

La Bonprix Biella di EuroChallenge fa sognare, domina Le Mans e l’aggancia in testa al girone
19 Novembre 2014 ore 23:06

 

La partita perfetta arriva proprio quando nessuno (Corbani e Fioretti esclusi, of course) se l’aspettava, specialmente dopo le pile mentali scariche evidenziate dalla squadra domenica, in casa con Mantova. Probabilmente per prima proprio Le Mans, arrivata al Forum in testa al girone col rango di super favorita, pensava di poter evadere la pratica italiana con sforzo moderato e invece è stata asfaltata da una Pallacanestro Biella clamorosa, che ha dominato dall’inizio alla fine. Il bomber di EuroChallenge Alan Voskuil si è confermato in media con 25 punti a referto, mentre Luca Infante si è esibito nella miglior partita della carriera, non fosse perchè si giocava in Europa, con una doppia doppia (14+14) che ha scardinato le resistenze francesi già nel primo tempo (51-32).

Come è possibile trasformarsi così da campionato a coppa, in tre giorni? Semplice, Biella è squadra vera, con una buona dose di talento distribuito tra americani e giovanotti rampanti anche se questa volta è del veterano Infante la prova maiuscola da mvp.

Corbani ha ruotato alla perfezione tutti gli uomini, dosando energie e ricevendo risposte da tutti (o quasi, anche se in una serata così non è il caso di cercare l’ago nel pagliaio). Le Mans è stata sorpresa subito dall’intensità biellese (22-10 al 10′), si è fatta battere sui blocchi e per cercare di recuperare ha speso subito molti falli, perdendo lucidità e convinzione al tiro. Da manuale la difesa di Biella, che riuscendo – di conseguenza – a correre ha fatto del suo meglio (tanta roba) anche in attacco. Che dire, ora i giochi sono aperti perchè la Bonprix è in piena corsa per la qualifcazione, avendo Anversa espugnato il campo dei finlandesi. Bisognerà tenere inviolato il Forum e fare il colpaccio in Belgio. Farlo in Francia, dopo stasera, dovrebbe essere più complicato.

Peccato solo per i 1558 spettatori, premiati dalla visione. Presente e da applausi la Curva Barlera, che magari uno zampino ce lo mette per sorprendere gli avversari che la incontrano per la prima volta…

Questa Biella può giocare una gran partita ovunque. La Verona di Ramagli (vittoriosa anche a Brescia 78-76) è avvertita.

Gabriele Pinna

 

IL TABELLINO

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità