La Biellese va sotto e poi ribalta il Cerano: successo prezioso per 3-1

La Biellese va sotto e poi ribalta il Cerano: successo prezioso per 3-1
Sport 08 Dicembre 2016 ore 18:16

La Biellese 3

Cerano 1

La Biellese (4-4-2): Goio 7.5, Sella 6, Bonato 6.5, Bullano 6, Bustreo 6.5 (1' st Marazzato 6.5); Canton 6.5 (28' st Damas 6.5), Giordano 6, Vanoli 7.5, Curtolo 6 (18' st Samarotto 6); Latta 6.5, Carfora 7.5. A disposizione Perugia, Fila, Dondi, Artiglia. Allenatore Roano 6.5.

Cerano (3-5-2): Catena 7, Vada 6, Ceriani 6.5 (24' st Kyeremateng 5.5), Salice 6.5; Roma 6.5(34' st Yaon'gbra s.v.), Eliseo 5, Pescarolo 6, Petrone 5, Guttadauro 5.5; Damiano 5(24' st' Xhixha 5), Salzano 5. A disposizione Tornatora, Maccarone, Franco, Spampati. Allenatore Galeazzi 5.

Marcatori: 10' pt Pescarolo, 42' pt Carfora (nella foto Sartini), 9' st Vanoli, 39' st Marazzato.

Arbitro: Toso di Collegno 5.

Note: Goio para un rigore al 6' pt. Espulso Petrone al 7' st per somma di ammonizioni. Ammoniti Sella (B), Eliseo(C), Petrone(C), Ceriani (C), Canton (B), Vada (C). Recupero 2'+4'. Spettatori 150. 

 

Dopo il ko rimediato contro la prima in classifica, La Biellese liquida non senza qualche difficoltà la pratica Cerano al Pozzo e preparandosi così al meglio per la difficile sfida di domenica contro l'Alicese, l'ultima di andata e la penultima prima della pausa invernale. I granata del biellese Ugo Yon sono reduci da un pareggio con lo Stresa e hanno solamente un punto in più in classifica dei biellesi.

La cronaca. I primi minuti sono emozionanti: dopo 4' minuti Canton scodella in mezzo e solo un miracolo di Catena impedisce a Latta di segnare. Passano due minuti e Sella abbatte Salice in area e regala un rigore al Cerano. Sul dischetto si presenta Salzano, ma Goio devia sul palo il suo tiro. Sulla respinta si avventa Petrone ma Bustreo è lesto a respingere sulla linea. Lo scampato pericolo, però, non serve da lezione alla Biellese che poco dopo finisce sotto. Al 10', infatti,  i bianconeri rinviano male una palla su punizione e Pescarolo, solo in mezzo all'area, scaglia la sfera in rete e porta avanti i suoi. Il gol colpisce i bianconeri che ci mettono qualche minuto a reagire. La prima scossa arriva al 19' ancora grazie a un cross di Canton deviato da Carfora, Catena risponde ancora presente. Il ritmo della gara cala drasticamente: da una parte gli ospiti si limitano a controllare e difendersi, mentre alla Biellese resta uno sterile dominio territoriale con tanti calci d'angolo e poche azioni da gol. Il pareggio arriva, inaspettato negli ultimi minuti del tempo: Latta serve al liimite Carfora, che si difende bene con il corpo e fa partire un diagonale che si infila alle spalle di Catena, regalando alla punta il primo gol in bianconero e permettendo ai ragazzi di mister Roano di tornare negli spogliatoi in parità.

La prima emozione della ripresa è il colpo di testa di Marazzato (entrato al posto di Bustreo) bloccato da Catena. La partita gira al 7', quando il Cerano resta in dieci per l'espulsione di Petrone, che ferma la ripartenza di Canton e si becca la seconda ammonizione. I bianconeri ne approfittano subito: velo di Carfora per Marazzato che serve l'accorrente Vanoli il quale dal limite batte Catena. I biellesi continuano a spingere e Catena è costretto nuovamente a rifugiarsi in angolo sul tiro di Giordano. Dopo la fiammata iniziale la partita torna nuovamente su ritmi blandi intervallati dalle sostituzioni. Tra i bianconeri entra anche Samarotto per Curtolo e Damas per Canton (uscito per un problema fisico). Al 35' brivido in area bianconera: errore di Bullano che serve involontariamente la palla a Salzano che solo in area calcia fortunatamente alto. Passano due minuti e Damas serve sulla destra Latta con un lancio perfetto, ma l'attaccante bianconero centra l'esterno della rete. Il gol è nell'aria e lo trova Marazzato. Al 39' st Damas (dopo aver fatto infuriare Roano per una palla persa sanguinosa) serve con un lancio millimetrico Marazzato che anticipa Catena con la punta del piede e segna il 3-1. La partita si chiude con il miracolo di Goio sul pallonetto di Xhixha nei minuti di recupero.

Mattia Pesce