Menu
Cerca

L’Angelico cerca il sostituto di Hall

L’Angelico cerca il sostituto di Hall
Sport 04 Febbraio 2016 ore 15:23

BIELLA - Non resta che guardare avanti, sia per l’Angelico che deve rinunciare all’uomo che in 15 gare (13.5 punti e 8.2 rimbalzi di media) l’ha tirata fuori dall’acqua ormai arrivata ben sopra la gola, sia per Mike Hall che dovrà affrontare una lunga riabilitazione per superare con coraggio la rottura del tendine rotuleo sinistro. 

La lesione richiederà trattamento chirurgico, con una prognosi di circa sei/otto mesi per il ritorno attività agonistica. Non è ancora deciso se e quando il giocatore si opererà a Biella, ma è certo che coach Carrea dovrà fare a meno di lui, a cominciare da domenica nella trasferta con Ferentino.

L’Angelico ci arriverà reduce da cinque successi consecutivi, ma è ovvio che giocare senza un americano peserà nel rendimento complessivo. E’ anche vero, però, che Biella potrà giocarsela a cuor leggero non avendo nulla da perdere e questo potrebbe incidere favorevolmente in una partita secca in cui può accadere di tutto. Ovvio che dopo  Biella dovrà correre ai ripari sul mercato.

Chi? Si parte dal presupposto che un altro Mike Hall non c’è, alle condizioni di Biella, ovvio. Il giocatore è troppo particolare per trovare un sostituto della identica forza: potenzialmente da Eurolega, relativamente giovane e con la voglia di rilanciarsi guadagnando non certo soldoni. Il mercato offre poco per l’A2 di oggi, in cui ci sono almeno altre tre o quattro squadre che stanno cercando lo stesso profilo di giocatore senza trovarlo. Da considerare anche che il gm Marco Sambugaro non dispone di grosse somme per convincere nomi appetibili e in più c’è la limitazione delle regole che complica terribilmente tutto.

L’Angelico ha esaurito i visti extracomunitari con Ferguson e Jones per cui ora può prendere un americano solo se già vistato in Italia (lo scarto di altri, se fosse dalla A potrebbe anche fare al caso) oppure rivolgersi sul mercato dei Bosman A comunitari dove i giocatori buoni costano parecchio, mentre la fregatura è dietro l’angolo. Servirà un colpo di genio su questo mercato, a meno che la fortuna non riguardi verso Biella e questo fine settimana renda disponibile un giocatore adatto dopo il verdetto  dei campi in Serie A (Ebi da Torino?).

Gabriele Pinna

BIELLA - Non resta che guardare avanti, sia per l’Angelico che deve rinunciare all’uomo che in 15 gare (13.5 punti e 8.2 rimbalzi di media) l’ha tirata fuori dall’acqua ormai arrivata ben sopra la gola, sia per Mike Hall che dovrà affrontare una lunga riabilitazione per superare con coraggio la rottura del tendine rotuleo sinistro. 

La lesione richiederà trattamento chirurgico, con una prognosi di circa sei/otto mesi per il ritorno attività agonistica. Non è ancora deciso se e quando il giocatore si opererà a Biella, ma è certo che coach Carrea dovrà fare a meno di lui, a cominciare da domenica nella trasferta con Ferentino.

L’Angelico ci arriverà reduce da cinque successi consecutivi, ma è ovvio che giocare senza un americano peserà nel rendimento complessivo. E’ anche vero, però, che Biella potrà giocarsela a cuor leggero non avendo nulla da perdere e questo potrebbe incidere favorevolmente in una partita secca in cui può accadere di tutto. Ovvio che dopo  Biella dovrà correre ai ripari sul mercato.

Chi? Si parte dal presupposto che un altro Mike Hall non c’è, alle condizioni di Biella, ovvio. Il giocatore è troppo particolare per trovare un sostituto della identica forza: potenzialmente da Eurolega, relativamente giovane e con la voglia di rilanciarsi guadagnando non certo soldoni. Il mercato offre poco per l’A2 di oggi, in cui ci sono almeno altre tre o quattro squadre che stanno cercando lo stesso profilo di giocatore senza trovarlo. Da considerare anche che il gm Marco Sambugaro non dispone di grosse somme per convincere nomi appetibili e in più c’è la limitazione delle regole che complica terribilmente tutto.

L’Angelico ha esaurito i visti extracomunitari con Ferguson e Jones per cui ora può prendere un americano solo se già vistato in Italia (lo scarto di altri, se fosse dalla A potrebbe anche fare al caso) oppure rivolgersi sul mercato dei Bosman A comunitari dove i giocatori buoni costano parecchio, mentre la fregatura è dietro l’angolo. Servirà un colpo di genio su questo mercato, a meno che la fortuna non riguardi verso Biella e questo fine settimana renda disponibile un giocatore adatto dopo il verdetto  dei campi in Serie A (Ebi da Torino?).

Gabriele Pinna

DA HAMBERGER&CHIPS MENU BABY BURGER IN OMAGGIO