Italia-Scozia: a Biella va in campo il futuro del rugby italiano

Italia-Scozia: a Biella va in campo il futuro del rugby italiano
Sport 06 Novembre 2016 ore 10:32

BIELLA - Gli azzurri della palla ovale di nuovo a Biella. È  l’undicesima volta che la Federazione Italiana Rugby affida al Biella Rugby il compito di ospitare la Nazionale. Venerdì prossimo, alle ore 20 allo stadio La Marmora, l’Italia Emergenti affronterà la Selezione Scozzese.

«Sarà un evento importante soprattutto perché sono giocatori pronti ad entrare nelle nazionali maggiori – spiega Vittorio Musso, presidente del Biella Rugby, alla conferenza stampa di presentazione dell’evento tenutasi presso la sede del Brc -. Gli azzurri che giocheranno la settimana prossima avranno voglia di mettersi in luce all’inizio di questo nuovo ciclo della nazionale cominciato con l’arrivo in panchina di O’Shea: sarà una bella partita».  L’Italia Emergenti prende il posto dell’Italia Under23 e racchiude coloro che sono fuori come età dall’Under20 e si affacciano alla Nazionale maggiore. Tra i convocati azzurri spiccano i nomi del pilone Paolo Buonfiglio, capitano dell’Italia U20 che lo scorso anno affrontò l’Irlanda proprio a Biella, Simone Ragusi, estremo che ha già fatto comparsa in palcoscenici importanti e Maicol Azzolini, già mediano d’apertura e di mischia dlla nazionale Under 20. 

Il presidente Musso si augura di «riempire lo stadio» e ringrazia fin da subito «la collaborazione dell’assessorato allo sport, che ci permette l’utilizzo dello stadio, e il centinaio di persone dello staff del Brc che aiuteranno l’organizzazione».

Esprime la sua gratitudine per l’organizzazione dell’evento anche l’assessore allo sport Sergio Leone: «Il ringraziamento va alla società per aver portato un evento internazionale a Biella importante  sia per lo sport che per la città». Continua intanto la diatriba tra Comune e Biella Rugby sui contributi promessi per l’ampliamento della struttura della sede, con Leone che afferma: «L’intenzione di dotare i campi delle strutture essenziali per svolgere al meglio l’attività c’è, ma bisogna fare i conti con la difficile situazione economica che stiamo attraversando».

Gli azzurri arriveranno a Biella lunedì e ripartiranno il 15 novembre: durante la settimana svolgeranno gli allenamenti presso la sede del Biella Rugby, in via Salvo d’Acquisto. Il biglietto d’ingresso per la partita di venerdì costerà 10 euro (gratuito per gli Under 18)  e sarà possibile acquistarlo alla Club House tutti i giorni, dalle 18 alle 20.

Luca Rondi

BIELLA - Gli azzurri della palla ovale di nuovo a Biella. È  l’undicesima volta che la Federazione Italiana Rugby affida al Biella Rugby il compito di ospitare la Nazionale. Venerdì prossimo, alle ore 20 allo stadio La Marmora, l’Italia Emergenti affronterà la Selezione Scozzese.

«Sarà un evento importante soprattutto perché sono giocatori pronti ad entrare nelle nazionali maggiori – spiega Vittorio Musso, presidente del Biella Rugby, alla conferenza stampa di presentazione dell’evento tenutasi presso la sede del Brc -. Gli azzurri che giocheranno la settimana prossima avranno voglia di mettersi in luce all’inizio di questo nuovo ciclo della nazionale cominciato con l’arrivo in panchina di O’Shea: sarà una bella partita».  L’Italia Emergenti prende il posto dell’Italia Under23 e racchiude coloro che sono fuori come età dall’Under20 e si affacciano alla Nazionale maggiore. Tra i convocati azzurri spiccano i nomi del pilone Paolo Buonfiglio, capitano dell’Italia U20 che lo scorso anno affrontò l’Irlanda proprio a Biella, Simone Ragusi, estremo che ha già fatto comparsa in palcoscenici importanti e Maicol Azzolini, già mediano d’apertura e di mischia dlla nazionale Under 20. 

Il presidente Musso si augura di «riempire lo stadio» e ringrazia fin da subito «la collaborazione dell’assessorato allo sport, che ci permette l’utilizzo dello stadio, e il centinaio di persone dello staff del Brc che aiuteranno l’organizzazione».

Esprime la sua gratitudine per l’organizzazione dell’evento anche l’assessore allo sport Sergio Leone: «Il ringraziamento va alla società per aver portato un evento internazionale a Biella importante  sia per lo sport che per la città». Continua intanto la diatriba tra Comune e Biella Rugby sui contributi promessi per l’ampliamento della struttura della sede, con Leone che afferma: «L’intenzione di dotare i campi delle strutture essenziali per svolgere al meglio l’attività c’è, ma bisogna fare i conti con la difficile situazione economica che stiamo attraversando».

Gli azzurri arriveranno a Biella lunedì e ripartiranno il 15 novembre: durante la settimana svolgeranno gli allenamenti presso la sede del Biella Rugby, in via Salvo d’Acquisto. Il biglietto d’ingresso per la partita di venerdì costerà 10 euro (gratuito per gli Under 18)  e sarà possibile acquistarlo alla Club House tutti i giorni, dalle 18 alle 20.

Luca Rondi