Sport

Il nuovo playmaker Angelico: per Laquintana manca solo l’annuncio

Il nuovo playmaker Angelico: per Laquintana manca solo l’annuncio
Sport 18 Luglio 2014 ore 11:28

La loro Italia Under 20 non è riuscita ad emulare quella d’oro di Marco Laganà, Eric Lombardi e Matteo Chillo: Niccolò De Vico (7 punti) e il suo futuro compagno di squadra all’Angelico Tommaso Laquintana (10) non sono riusciti a battere Israele nella sfida spareggio (persa ieri 79-67) della seconda fase per accedere ai quarti di finale dell’Europeo in corso in Grecia. Dopo lo storico successo 2013 quest’anno  è andata così per la selezione farcita da qualche buon talento, ma priva di stelle infortunate come Imbrò e Tessitori, di coach Stefano Sacripanti e del suo vice Fabio Corbani, ma non si può sempre vincere. Fino a domenica si giocherà per piazzarsi dal 9° al 12° posto.
 
Oggi, digerita la delusione, tuttavia sarà un altro giorno importante per l’estate del playmaker di Monopoli Laquintana, classe 1995 per 188 cm, promesso sposo dell’Angelico: l’accordo per il prestito da Capo d’Orlando è già concluso, l’unica remora prima dell’annuncio  è dettata dall’ufficialità della promozione a tavolino dell’Upea in Serie A che dovrebbe essere sancita domani a Roma dal consiglio federale della Fip, dal quale usciranno gli organigrammi dei campionati maggiori, scossi dall’alto dalla scomparsa di Siena e Montegranaro. Anche Veroli rischia di non iscriversi all’A2 Gold che ripescherà Forlì e Casalpusterlengo. Con l’Upea in Serie A, lo spazio in campo “per crescere” del play si ridurrebbe all’osso, così Corbani lo ha scelto per rilanciare il progetto di Biella anche se in questo caso la premiata palestra biellese alleverà un giocatore di altri.

La parte forte del roster rossoblu quindi al momento conterebbe oltre al nuovo imminente arrivo, gli esterni Berti, De Vico e Lombardi e i lunghi  Chillo e Infante.
Gli obiettivi primari del gm Gabriele Fioretti sono ora i due stranieri: un esterno e un lungo da quintetto. Scontato il fatto che Biella aspetterà il più possibile per spendere al meglio i  soldi (pochini) sul mercato: possibile che si aspetti fino alle prime due settimane d’agosto, con un campionato che inizierà il 5 ottobre.
Se poi  il mercato  in esubero delle altre società offrirà all’Angelico la possibilità di inserire in roster un giocatore in più (un giovane da forgiare magari da pescare ancora tra gli Under 20 azzurri o un esperto a spasso) allora si valuterà l’opportunità.
Proprio ieri, intanto, Pallacanestro Biella ha annunciato di aver tagliato il traguardo delle 200 tessere d’abbonamento alla nuova stagione, un buon risultato in vista del 25 luglio quando scadrà la prelazione per gli abbonati, mentre dal 30 luglio partirà la vendita libera dei posti invenduti.
  Un buon risultato in attesa che il mercato regali i tre, massimo 4 colpi in canna che potrebbero convincere gli indecisi.
Chi è convinto che un ritorno di Alan Voskuil possa riempire sulla fiducia il Forum già in estate è un gruppo di tifosi che ieri ha lanciato sul social network Facebook un gruppo dal nome Pro Voskuil “Il ritorno a Biella” che in poche ore ha reclutato quasi 500 membri, compreso l’apprezzamento e la promessa di riferire tutto al bomber in questione di Krista Uranga, la compagna di Voskuil.
  L’impressione è che un ritorno a Biella sia pressochè impossibile, poichè le leggi del mercato vorrebbero che fosse presentata un’offerta al rialzo al giocatore da parte di Biella, ma avendo ridotto il budget probabilmente sarebbe difficoltoso offrire anche gli stessi soldi della passata stagione. A meno che i membri del gruppo oltre ai “mi piace” versino anche qualche euro utile allo scopo...
Gabriele Pinna