Sport

Il “Jimenez” ai terribili ’94 (FOTOGALLERY)

Il “Jimenez” ai terribili ’94 (FOTOGALLERY)
Sport 13 Luglio 2015 ore 13:07

La quarta edizione del Memorial Jimenez si conclude con la vittoria un po’ a sorpresa dei Cinque ’94. che in realtà sono solo quattro: Lorenzo Uglietti, Gustavo Savio, Roberto Monfermoso e Thomas Scaramal. In finale hanno battuto nientemeno che gli “#sharEat” dei due nazionali azzurri Luca Murta e Claudio Negri, che giocavano con Andrea Danna e Djibril Favario. Ma questa è stata l’edizione più bella del tre contro tre più importante del Biellese. 

Già dai quarti il livello era altissimo, con la squadra di Tommaso Raspino, Ludovico Zegna e Luca Verzoletto costretta ad abbandonare i giochi proprio per mano dei terribili ’94 trascinati da Gustavo Savio, Mvp del torneo. La squadra di “Tommo” Raspino ha pagato l’assenza di uno dei giocatori più attesi, l’ex Angelico Andrea Renzi, che era a Biella in borghese reduce da una piccola operazione che non gli ha consentito di essere in campo.  Al terzo posto si piazza la squadra lombarda degli “American Pie”, che batte nella finalina i biellesi Pietro Danna, Cheikh Favario, Roberto Pauda e Marco Chiavassa.

In rosa, il torneo è stato vinto dalla squadra “Dai oh  2.0” formata da Alessandra Visconti, Teresa Valguarnera, Marta Tarantino. Il titolo di Mvp è andato però all’avversaria Luisa Rauti. 

Sabato sera è andato in scena il tradizionale All Star Game con le vecchie glorie del basket biellese e non solo a sfidarsi in una partita di tre contro tre. Tra i giocatori presenti Cesare Allione, meno di un mese Mvp del tre contro tre “Città di Biella”, Peter Merucci, Marco Coppo, Vittorio Biglia, Stefano e Guido Amoruso.

Spettacolare anche la partita fra i giovani Under 14 e Under 13 di casa Pallacenstro Biella. Nella gara del tiro da tre vincono i biellesi Andrea Boggio Casero al maschile e Valeria Peretti al femminile. Ma come in ogni All Star Game che si rispetti il momento clou è la gara delle schiacciate. A vincere è il varesino Elia Zanasca, che batte in finale Kamal, il vincitore del 2014.

Un successo, questa quarta edizione, come testimoniano gli organizzatori Umberto Pareschi, Andrea Antoniotti, Stefano Erba e Simone Catalsamo: «Siamo felici per la risposta del pubblico - spiega Pareschi - e per il livello del torneo. Dalla prima edizione ad oggi la qualità dei giocatori si è alzata di anno in anno, ed anche il numero delle squadre cresce, quest’anno sono state 29».

Matteo Lusiani

La quarta edizione del Memorial Jimenez si conclude con la vittoria un po’ a sorpresa dei Cinque ’94. che in realtà sono solo quattro: Lorenzo Uglietti, Gustavo Savio, Roberto Monfermoso e Thomas Scaramal. In finale hanno battuto nientemeno che gli “#sharEat” dei due nazionali azzurri Luca Murta e Claudio Negri, che giocavano con Andrea Danna e Djibril Favario. Ma questa è stata l’edizione più bella del tre contro tre più importante del Biellese. 

Già dai quarti il livello era altissimo, con la squadra di Tommaso Raspino, Ludovico Zegna e Luca Verzoletto costretta ad abbandonare i giochi proprio per mano dei terribili ’94 trascinati da Gustavo Savio, Mvp del torneo. La squadra di “Tommo” Raspino ha pagato l’assenza di uno dei giocatori più attesi, l’ex Angelico Andrea Renzi, che era a Biella in borghese reduce da una piccola operazione che non gli ha consentito di essere in campo.  Al terzo posto si piazza la squadra lombarda degli “American Pie”, che batte nella finalina i biellesi Pietro Danna, Cheikh Favario, Roberto Pauda e Marco Chiavassa.

In rosa, il torneo è stato vinto dalla squadra “Dai oh  2.0” formata da Alessandra Visconti, Teresa Valguarnera, Marta Tarantino. Il titolo di Mvp è andato però all’avversaria Luisa Rauti. 

Sabato sera è andato in scena il tradizionale All Star Game con le vecchie glorie del basket biellese e non solo a sfidarsi in una partita di tre contro tre. Tra i giocatori presenti Cesare Allione, meno di un mese Mvp del tre contro tre “Città di Biella”, Peter Merucci, Marco Coppo, Vittorio Biglia, Stefano e Guido Amoruso.

Spettacolare anche la partita fra i giovani Under 14 e Under 13 di casa Pallacenstro Biella. Nella gara del tiro da tre vincono i biellesi Andrea Boggio Casero al maschile e Valeria Peretti al femminile. Ma come in ogni All Star Game che si rispetti il momento clou è la gara delle schiacciate. A vincere è il varesino Elia Zanasca, che batte in finale Kamal, il vincitore del 2014.

Un successo, questa quarta edizione, come testimoniano gli organizzatori Umberto Pareschi, Andrea Antoniotti, Stefano Erba e Simone Catalsamo: «Siamo felici per la risposta del pubblico - spiega Pareschi - e per il livello del torneo. Dalla prima edizione ad oggi la qualità dei giocatori si è alzata di anno in anno, ed anche il numero delle squadre cresce, quest’anno sono state 29».

>>> clicca per vedere le immagini

Matteo Lusiani

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter