Sport

I nuovi orizzonti di Peritore

I nuovi orizzonti di Peritore
Sport 26 Maggio 2015 ore 21:25

Dopo diversi mesi lontano dal campo di calcio, Pierluca Peritore (foto) è pronto a rituffarsi in una nuova avventura agli Orizzonti United. A sceglierlo è stato il Direttore sportivo Amedeo Acquadro, insieme a lui nella stagione della promozione della Biogliese Valmos in Eccellenza, che lo ha fortemente voluto sulla panchina per sostituire l’uscente Riccardo Boschetto: «L’ho scelto perché è un vincente, e io punto forte su di lui – ha spiegato il direttore sportivo -. L’obiettivo è quello di fare bene, facendo crescere i nostri giovani attorno ai giocatori importanti che abbiamo tenuto e che ben hanno figurato nell’ultimo campionato. Dopo aver allestito la squadra toccherà a Peritore e al campo toccherà dare il verdetto finale». 

Un progetto che mister Peritore ha sposato subito con grande energia. «Io sono un entusiasta per natura, sono veramente carico e pronto a iniziare questa nuova avventura –  spiega il mister biellese -. Gli ultimi mesi sono stati importanti per disintossicarmi da alcuni aspetti negativi che porta il nostro calcio e riconciliarmi con aspetti prioritari, come la famiglia. Poi ho potuto aggiornarmi, cosa che quando lavori per una società è molto difficile fare, ma che è importante per un allenatore. Gli Orizzonti sono una società molto ben strutturata quindi mi dedicherò principalmente al campo. Servirà a farmi capire se posso essere un buon allenatore». Un’avventura non solitaria, ma accompagnato da uomini già conosciuti ai tempi della Biogliese, come il già citato Amedeo Acquadro e il preparatore dei portieri Antonio Maio. «Il mio primo punto di riferimento è stato Amedeo Acquadro -  racconta  Peritore - con cui è nato un grande rapporto. Per quanto riguarda Maio, siamo rimasti in contatto dopo Bioglio. Sapevo che aveva appeso i guanti al chiodo e che è una persona che può dare molto, sarà un valore aggiunto importante nel lavoro in campo. Stessa cosa è successa con Andrea Gianetto, ex capitano dell’Orizzonti, che rimarrà come preparatore atletico. Abbiamo parlato assieme e abbiamo capito che c’erano le motivazioni per fare bene». 

Mattia Pesce

Leggi tutta l’intervista sull’Eco di Biella di lunedì 25 maggio 2015 

Dopo diversi mesi lontano dal campo di calcio, Pierluca Peritore (foto) è pronto a rituffarsi in una nuova avventura agli Orizzonti United. A sceglierlo è stato il Direttore sportivo Amedeo Acquadro, insieme a lui nella stagione della promozione della Biogliese Valmos in Eccellenza, che lo ha fortemente voluto sulla panchina per sostituire l’uscente Riccardo Boschetto: «L’ho scelto perché è un vincente, e io punto forte su di lui – ha spiegato il direttore sportivo -. L’obiettivo è quello di fare bene, facendo crescere i nostri giovani attorno ai giocatori importanti che abbiamo tenuto e che ben hanno figurato nell’ultimo campionato. Dopo aver allestito la squadra toccherà a Peritore e al campo toccherà dare il verdetto finale». 

Un progetto che mister Peritore ha sposato subito con grande energia. «Io sono un entusiasta per natura, sono veramente carico e pronto a iniziare questa nuova avventura –  spiega il mister biellese -. Gli ultimi mesi sono stati importanti per disintossicarmi da alcuni aspetti negativi che porta il nostro calcio e riconciliarmi con aspetti prioritari, come la famiglia. Poi ho potuto aggiornarmi, cosa che quando lavori per una società è molto difficile fare, ma che è importante per un allenatore. Gli Orizzonti sono una società molto ben strutturata quindi mi dedicherò principalmente al campo. Servirà a farmi capire se posso essere un buon allenatore». Un’avventura non solitaria, ma accompagnato da uomini già conosciuti ai tempi della Biogliese, come il già citato Amedeo Acquadro e il preparatore dei portieri Antonio Maio. «Il mio primo punto di riferimento è stato Amedeo Acquadro -  racconta  Peritore - con cui è nato un grande rapporto. Per quanto riguarda Maio, siamo rimasti in contatto dopo Bioglio. Sapevo che aveva appeso i guanti al chiodo e che è una persona che può dare molto, sarà un valore aggiunto importante nel lavoro in campo. Stessa cosa è successa con Andrea Gianetto, ex capitano dell’Orizzonti, che rimarrà come preparatore atletico. Abbiamo parlato assieme e abbiamo capito che c’erano le motivazioni per fare bene». 

Mattia Pesce

Leggi tutta l’intervista sull’Eco di Biella di lunedì 25 maggio 2015 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter