Sport

I Faggi vs Comune, il fronte si allarga

I Faggi vs Comune, il fronte si allarga
Sport 05 Agosto 2016 ore 11:55

BIELLA - L’ormai annosa diatriba che verte sui contributi concessi, e non, alle società sportive cittadine in corso tra Comune di Biella e il circolo tennis I Faggi è già nota. La clamorosa (e assai inopportuna a livello d’immagine all’esterno per il territorio) assenza del patrocinio al Thindown Challenger (comunque polemicamente non richiesto dagli organizzatori in assenza di contributi economici) ha reso ancora più spinoso un confronto che ora sembra aprire pubblicamente la discussione sulla complessa questione delle onerose convenzioni sportive in essere per la gestione degli impianti sportivi cittadini.L’amministrazione Cavicchioli, rompendo col passato, comincerà con mettere a bando la gestione del circolo tennis di via Liguria e l’impressione è che sarà solo il primo passo, per poi valutare attentamente le situazioni di stadio Pozzo (ultimo bando deserto) e Forum, oggi gestito da Pallacanestro Biella dietro convenzione.A margine della finale del Thindown Challenger di domenica scorsa, alla conferenza stampa di chiusura indetta dall’organizzatore Cosimo Napolitano, ha partecipato, invitata, anche l’assessore allo sport Teresa Barresi. I toni cordiali dell’incontro hanno tuttavia evidenziato posizioni di principio distanti, malgrado l’apertura al dialogo mostrata dall’assessore Barresi.
Gabriele Pinna
Vuoi saperne di più? Leggilo sull’Eco di Biella in edicola da giovedì 4 agosto o direttamente in versione digitale sfogliabile

BIELLA - L’ormai annosa diatriba che verte sui contributi concessi, e non, alle società sportive cittadine in corso tra Comune di Biella e il circolo tennis I Faggi è già nota. La clamorosa (e assai inopportuna a livello d’immagine all’esterno per il territorio) assenza del patrocinio al Thindown Challenger (comunque polemicamente non richiesto dagli organizzatori in assenza di contributi economici) ha reso ancora più spinoso un confronto che ora sembra aprire pubblicamente la discussione sulla complessa questione delle onerose convenzioni sportive in essere per la gestione degli impianti sportivi cittadini.L’amministrazione Cavicchioli, rompendo col passato, comincerà con mettere a bando la gestione del circolo tennis di via Liguria e l’impressione è che sarà solo il primo passo, per poi valutare attentamente le situazioni di stadio Pozzo (ultimo bando deserto) e Forum, oggi gestito da Pallacanestro Biella dietro convenzione.A margine della finale del Thindown Challenger di domenica scorsa, alla conferenza stampa di chiusura indetta dall’organizzatore Cosimo Napolitano, ha partecipato, invitata, anche l’assessore allo sport Teresa Barresi. I toni cordiali dell’incontro hanno tuttavia evidenziato posizioni di principio distanti, malgrado l’apertura al dialogo mostrata dall’assessore Barresi.
Gabriele Pinna
Vuoi saperne di più? Leggilo sull’Eco di Biella in edicola da giovedì 4 agosto o direttamente in versione digitale sfogliabile

Seguici sui nostri canali