Sport

Grande tennis ai Faggi, domani il derby italiano tra Paolo Lorenzi e Filippo Volandri

Grande tennis ai Faggi, domani il derby italiano tra Paolo Lorenzi e Filippo Volandri
Sport 25 Luglio 2016 ore 12:59

Entra nel vivo il Thindown Challenger, il torneo di tennis che si tiene al circolo dei Faggi. Oggi, infatti, si disputeranno le ultime gare delle qualificazioni (con protanisti gli italiani Ghedin e Bahamonde), mentre da martedì partiranno le gare del main draw.

Proprio con l’inizio delle gare del tabellone principale scenderà in campo anche Stefano Napolitano. Il tennista biellese conosce già il suo avversario: è lo svedese di origini etiopi Elias Ymer, classe ‘96, vincitore negli ultimi anni di cinque tornei futures e di due Challenger, entrambi in Italia (Città di Caltanissetta nel 2015, Open di Barletta nel 2016) e attualmente al 157esimo posto del ranking ATP. Prima della sfida contro lo svedese, però, Napolitano scalderà i motori oggi pomeriggio con una partita di doppio sul campo centrale; con lui in coppia ci sarà l’alessandrino Matteo Donati (n. 244 dell’ATP). I due tennisti piemontesi sfideranno la coppia formata dall’italiano Arnaboldi (n.172 dell’ATP) e dal croato Antonio Sancic (n. 87).

L’esordio di Napolitano non sarà l’unico elemento di interesse nella prima giornata del tabellone principale (consultabile sul sito www.atpbiella.com). Di grande interesse e attrazione per tutti gli appassionati del tennis sarà il derby tutto italiano tra Paolo Lorenzi (46esimo nel ranking e che nel torneo è testa di serie numero uno), fresco vincitore a 34 anni del suo primo titolo ATP ai Generali Open di Kitzbuhel in Austria, e Filippo Volandri. Il tennista livornese (numero 244 dell’ATP e numero uno italiano dal 2003 al 2007) a Biella ha già vinto due volte e proverà a sorprende Lorenzi, contro cui ha duellato già quattro volte centrando due vittorie (l’ultima a Genova l’anno scorso). «È una partita che mi darà grandi stimoli - ha confermato Volandri - . A Kitzbuhel ho fatto due buone partite e mi sto preparando ora al meglio. Sono sicuro che Paolo arriverà pronto alla sfida. Lui è costante e si ambienta subito».

Tra le sfide del weekend, il match che più toccava il nostro territorio era quello di qualificazione tra il tennista biellese Marco Pivotto e il ventenne parigino Johan Tatlot (n.696 del ranking). Tatlot si è imposto nella sfida con il punteggio di 6-1, 6-0 che lascia un po’ di amarezza nel biellese. «Qualche game in più lo potevo portare a casa - ha spiegato Pivotto - D’altro canto, sono contento di aver tenuto alcuni scambi: mi dà fiducia malgrado la sconfitta per tornare a impegnarmi».

 

Mattia Pesce


Entra nel vivo il Thindown Challenger, il torneo di tennis che si tiene al circolo dei Faggi. Oggi, infatti, si disputeranno le ultime gare delle qualificazioni (con protanisti gli italiani Ghedin e Bahamonde), mentre da martedì partiranno le gare del main draw.

Proprio con l’inizio delle gare del tabellone principale scenderà in campo anche Stefano Napolitano. Il tennista biellese conosce già il suo avversario: è lo svedese di origini etiopi Elias Ymer, classe ‘96, vincitore negli ultimi anni di cinque tornei futures e di due Challenger, entrambi in Italia (Città di Caltanissetta nel 2015, Open di Barletta nel 2016) e attualmente al 157esimo posto del ranking ATP. Prima della sfida contro lo svedese, però, Napolitano scalderà i motori oggi pomeriggio con una partita di doppio sul campo centrale; con lui in coppia ci sarà l’alessandrino Matteo Donati (n. 244 dell’ATP). I due tennisti piemontesi sfideranno la coppia formata dall’italiano Arnaboldi (n.172 dell’ATP) e dal croato Antonio Sancic (n. 87).

L’esordio di Napolitano non sarà l’unico elemento di interesse nella prima giornata del tabellone principale (consultabile sul sito www.atpbiella.com). Di grande interesse e attrazione per tutti gli appassionati del tennis sarà il derby tutto italiano tra Paolo Lorenzi (46esimo nel ranking e che nel torneo è testa di serie numero uno), fresco vincitore a 34 anni del suo primo titolo ATP ai Generali Open di Kitzbuhel in Austria, e Filippo Volandri. Il tennista livornese (numero 244 dell’ATP e numero uno italiano dal 2003 al 2007) a Biella ha già vinto due volte e proverà a sorprende Lorenzi, contro cui ha duellato già quattro volte centrando due vittorie (l’ultima a Genova l’anno scorso). «È una partita che mi darà grandi stimoli - ha confermato Volandri - . A Kitzbuhel ho fatto due buone partite e mi sto preparando ora al meglio. Sono sicuro che Paolo arriverà pronto alla sfida. Lui è costante e si ambienta subito».

Tra le sfide del weekend, il match che più toccava il nostro territorio era quello di qualificazione tra il tennista biellese Marco Pivotto e il ventenne parigino Johan Tatlot (n.696 del ranking). Tatlot si è imposto nella sfida con il punteggio di 6-1, 6-0 che lascia un po’ di amarezza nel biellese. «Qualche game in più lo potevo portare a casa - ha spiegato Pivotto - D’altro canto, sono contento di aver tenuto alcuni scambi: mi dà fiducia malgrado la sconfitta per tornare a impegnarmi».

 

Mattia Pesce


Seguici sui nostri canali