Sport

Federica, dea azzurra

Federica, dea azzurra
Sport 11 Marzo 2010 ore 14:06

(11 mar) E’ l’ambasciatrice dello sport italiano nel mondo, probabilmente la campionessa azzurra più grande di sempre: Federica Pellegrini è una star internazionale che supera i confini dello sport, per entrare in quelli dello star system. Non a caso, in una situazione sportiva generale italiana, nella quale se non si è un calciatore, anche se si è un atleta di livello internazionale si fa molta fatica a mettere insieme uno stipendio da impiegato, Pellegrini, corteggiata da televisioni e stilisti di alta moda, è l’eccezione che conferma la regola, riuscendo a coniugare grandi risultati in vasca e grandi (meritati) guadagni. Sarà lei la stella indiscussa della 43ª Coppa Brema che domenica tornerà a Biella dopo la già indimenticabile edizione 2008 pre Olimpiade. E’ l’ambasciatrice dello sport italiano nel mondo, probabilmente la campionessa azzurra più grande di sempre: Federica Pellegrini è una star internazionale che supera i confini dello sport, per entrare in quelli dello star system. Non a caso, in una situazione sportiva generale italiana, nella quale se non si è un calciatore, anche se si è un atleta di livello internazionale si fa molta fatica a mettere insieme uno stipendio da impiegato, Pellegrini, corteggiata da televisioni e stilisti di alta moda, è l’eccezione che conferma la regola, riuscendo a coniugare grandi risultati in vasca e grandi (meritati) guadagni. Sarà lei la stella indiscussa della 43ª Coppa Brema che domenica tornerà a Biella dopo la già indimenticabile edizione 2008 pre Olimpiade. Ma il bello è che il nuoto italiano è talmente in salute che oltre alla divina Federica, in vasca scenderanno altri grandi campioni mondiali come Alessia Filippi e Filippo Magnini, protagonisti nelle gare che assegneranno lo scudetto a squadre della stagione invernale. Biella capitale del nuoto per un fine settimana, dunque, dato che già sabato pomeriggio le star potranno allenarsi nell’impianto. Anche se il periodo dell’anno non consente di sperare in prestazioni cronometriche rilevanti a livello assoluto, sarà comunque un’occasione imperdibile per vedere dal vivo come nuotano i migliori al mondo, sperando, chissà, che il possibile (ma non certo) incrocio in vasca tra Federica Pellegrini ed Alessia Filippi non regali anche una sfida entusiasmante. Il presidente del comitato organizzatore, Marco Sublimi si gode il momento: «Il nostro slogan, oggi come due anni fa è: Biella, capitale del nuoto per un giorno. Riportare a Biella la più importante manifestazione natatoria a livello Nazionale è stato un impegno ma soprattutto un onore, reso possibile grazie alla collaborazione tra Atheneum, Comune di Biella e Fin. A giudicare dall’entusiasmo di queste ultime settimane, sono sempre più convinto che sia stata la scelta giusta. Oltre 200 volontari coinvolti, biglietti d’ingresso gratuiti esauriti in poche ore (ne restano ancora 600 a disposizione il giorno stesso della gara., ndr), Fin da ora è doveroso rivolgere un sentito ringraziamento a tutti gli organi di stampa e televisione che ci hanno supportato in queste settimane, oltre che alla Croce Rossa Italiana, all’Atl, alle Istituzioni e agli sponsor, Biella Auto Lauretana, Ideal Control e Mottura». L’assessore allo sport, Roberto Pella, padrone di casa, sottolinea anche come: «Eventi come la Coppa Brema devono servire per coinvolgere il più possibile le giovani leve. I giovani rappresentano il nostro futuro e una risorsa da non disperdere. La nostra amministrazione si sta adoperando per favorire la diffusione dell'attività sportiva di base e allo stesso tempo per promuovere i grandi eventi sportivi». Quest’anno oltre al grande spettacolo che offriranno i campioni l’organizzazione promuove un’iniziativa sociale. La vendita (con offerta libera) delle cartoline autografate raffiguranti tutti i più grandi campioni del nuoto protagonisti della Coppa Brema. Il ricavato dell’iniziativa verrà devoluto al 70% alla mensa del povero di Biella e al 30% ai canili e gattili della Provincia.
Altro appuntamento collegato sarà la presenza degli atleti diversamente abili dell’Asad Biella, che alla fine della sessione mattutina gareggeranno in vasca.
gabriele pinna
11 marzo 2010

Seguici sui nostri canali