EuroChallenge, Corbani: “I 4 falli di Voskuil nel primo tempo? Un flashback di Coppa Italia positivo”

EuroChallenge, Corbani: “I 4 falli di Voskuil nel primo tempo? Un flashback di Coppa Italia positivo”
04 Dicembre 2014 ore 00:28

Partita dai due o tre volti quella di questa sera contro i finlandesi del Ktp-Basket, come spiega anche coach Fabio Corbani in sala stampa: «Onestamente il Ktp ha iniziato la partita in modo un po’ troppo morbido. Poi con alcuni cambi hanno dato una sterzata alla gara. Nel secondo quarto siamo andati in bonus dopo 50″, l’unica ragione è che non siamo entrati in campo concentrati. Ci siamo innervositi e abbiamo subito gli avversari. Ma siamo riusciti a rientrare in campo concentrati e abbiamo ritrovato le energie».
Il quarto fallo di Voskuil nel secondo quarto ha riportato alla mente la finale di Coppa Italia, quando il quarto arrivò dopo 14′. A Rimini ne fece 27, stasera 25: «A tutti è venuto in mente Rimini – prosegue il coach -, quando Voskuil è rientrato negli spogliatoi con quattro falli. Di certo è stato un flashback positivo, perché allora come oggi è andata bene».
Sugli arbitri: «Quando non arbitrano bene dobbiamo continuare a giocare bene, non smettere. E poi questo preoccuparci degli arbitri genera nervosismo. Forse abbiamo responsabilità anche noi, perché i falli fatti a inizio secondo quarto c’erano, ma possono anche aver mandato fuori giri».

Raymond. «Nella seconda metà della partita – spiega l’ala Bj Raymond (18 punti e 6 rimbalzi) – abbiamo giocato in maniera più serena, e quindi meglio. Abbiamo patito i punti segnati in area dagli avversari, ma poi abbiamo perso meno palle e questa è stata una chiave». Come Voskuil, anche lui ha giocato tanti minuti con quattro falli: «È  la prima volta che mi capita di stare in campo così tanto con quattro falli, ma non ci ho pensato. Ho continuato a giocare con aggressività».

Coach Mirolybov. «All’inizio abbiamo subito Biella. Ma nel secondo quarto – spiega coach Anton Mirolybov – abbiamo iniziato a difendere bene su Voskuil e Raymond. Nella seconda parte è cambiato tutto. Ci sono stati due match oggi. Nel secondo tempo eravamo un po’ stanchi e abbiamo concesso troppi tiri veloci.  La chiave? Jafferson è dovuto restare fuori qualche minuto per un fallo duro, gli arbitri hanno concesso a Biella di giocare con aggressività. Non commento l’operato degli arbitri, potrei incorrere in multe. Ma alle fine voglio congratularmi con Biella per come sta giocando in questa EuroChallenge».

Kuusisto. In sala stampa si presenta anche il giovane Miki Kuusisto, il giocatore che entrando in campo per marcare Voskuil ha dato una sterzata alla gara nel secondo quarto: «Il coach mi ha chiesto semplicemente di mettere energia, impeto e difendere forte e io ho provato a fare del mio meglio». Infatti porta a casa un’ottima prova nonostante gli zero punti.

Matteo Lusiani

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità