Menu
Cerca

Dumoulin maglia rosa, ora l’Oropa di Pantani sogna Nibali all’attacco

Dumoulin maglia rosa, ora l’Oropa di Pantani sogna  Nibali all’attacco
Sport 18 Maggio 2017 ore 21:21

BIELLA – L’attesa è quasi finita, il Giro d’Italia, il numero 100, tornerà sabato nel Biellese per omaggiare la salita al santuario di Oropa che contribuì a costruire il mito di Marco Pantani e ripartirà il giorno successivo, domenica, da Valdengo per raggiungere Bergamo, da dove ripartirà l’ultima settimana di gara, verso la cronometro di Milano. Saranno 194 le nazioni nel mondo collegate in diretta tv, per ammirare le riprese Rai che manderanno via etere per ore una cartolina del nostro territorio. Da mesi è già stato registrato il tutto esaurito nelle strutture alberghiere, premiando in anticipo la scelta investimento di Regione, Comune ed enti di portare la Corsa Rosa in città.
 
Al giro di boa, in testa alla corsa c’è l’olandese Tom Dumoulin (nella foto), e le tappe di oggi e domani non dovrebbero portare a stravolgimenti di classifica. Forte in montagna e dominante a cronometro, l’olandese non ha però una squadra in grado di sostenerlo verso l’ultima settimana di dure salite. È probabile, quindi, che sulla salita di Oropa, seppur affrontata dopo nessuna fatica arrivando da Castellania, tutti i big cercheranno di forzare per sfiancare se non la maglia rosa, almeno i suoi uomini. Attesissimo Vincenzo Nibali (foto) che finora ha dimostrato di poter competere per la vittoria finale. Finora nessun acuto italiano.

Il percorso. L’ingresso del gruppo in provincia di Biella sarà a Villanova Biellese tra le 16,11 e le 16,25. L’arrivo a Biella sarà tra le 16,32 e le 16,48. Il più veloce taglierà il traguardo di Oropa tra le 17,02 e le 17,23. Il gruppo entrerà a Biella da corso Europa, dopo aver percorso l’intera strada Trossi da Vercelli e aver attraversato Villanova Biellese, Massazza, Verrone, Sandigliano e Savagnasco, frazione di Gaglianico. Superata la prima rotonda di corso Europa-corso Lago Maggiore, il gruppo proseguirà dritto fino a piazza San Paolo, svolterà a sinistra in viale Roma, supererà piazza Adua e si immetterà in viale Macallé. La curva a destra verso via Galimberti è l’ultima deviazione: poi si proseguirà diritti lungo via Fecia, via Pietro Micca, piazza Martiri, via Cavour, via Ramella Germanin e dal Bottalino si salirà verso il santuario di Oropa dalla strada vecchia attraversando Cossila San Grato.

Gli orari della chiusura delle strade. La strada dal bivio del Bottalino verso il Santuario di Oropa sarà chiusa dalle 9 del mattino a tutti i veicoli, esclusi i mezzi autorizzati e di servizio e i residenti (dettagli a lato). Dalle 14 anche i residenti dovranno restare fermi, fatte salve le emergenze. Le altre strade interessate dal tracciato verranno messe a disposizione della corsa dalle 14. Alcune strade a doppia carreggiata, come viale Roma e corso Europa, saranno sempre transitabili in direzione Sud (quindi da piazza Adua verso piazza San Paolo e da piazza San Paolo verso l’imbocco della Trossi). Le due strade provinciali del Tracciolino e della galleria di Rosazza saranno a senso unico in uscita da Oropa dalle 9 del mattino di sabato, con possibilità di transito verso il Santuario per biciclette e pedoni. Gli accessi saranno bloccati e presidiati dalla Bossola sul versante della valle Elvo e dal santuario di San Giovanni d’Andorno sul versante della valle Cervo. La strada provinciale cosiddetta “delle Ramazze” tra Pollone e Favaro sarà a sua volta chiusa dalle 9 del mattino in entrambi i sensi di marcia. Da lì si salirà solo piedi, in una giornata che si annuncia di sole.

Gabriele Pinna

Tutte le informazioni di servizio, gli eventi e gli incontri sull’Eco di Biella di giovedì 18 maggio 2017

BIELLA – L’attesa è quasi finita, il Giro d’Italia, il numero 100, tornerà sabato nel Biellese per omaggiare la salita al santuario di Oropa che contribuì a costruire il mito di Marco Pantani e ripartirà il giorno successivo, domenica, da Valdengo per raggiungere Bergamo, da dove ripartirà l’ultima settimana di gara, verso la cronometro di Milano. Saranno 194 le nazioni nel mondo collegate in diretta tv, per ammirare le riprese Rai che manderanno via etere per ore una cartolina del nostro territorio. Da mesi è già stato registrato il tutto esaurito nelle strutture alberghiere, premiando in anticipo la scelta investimento di Regione, Comune ed enti di portare la Corsa Rosa in città.
 
Al giro di boa, in testa alla corsa c’è l’olandese Tom Dumoulin (nella foto), e le tappe di oggi e domani non dovrebbero portare a stravolgimenti di classifica. Forte in montagna e dominante a cronometro, l’olandese non ha però una squadra in grado di sostenerlo verso l’ultima settimana di dure salite. È probabile, quindi, che sulla salita di Oropa, seppur affrontata dopo nessuna fatica arrivando da Castellania, tutti i big cercheranno di forzare per sfiancare se non la maglia rosa, almeno i suoi uomini. Attesissimo Vincenzo Nibali (foto) che finora ha dimostrato di poter competere per la vittoria finale. Finora nessun acuto italiano.

Il percorso. L’ingresso del gruppo in provincia di Biella sarà a Villanova Biellese tra le 16,11 e le 16,25. L’arrivo a Biella sarà tra le 16,32 e le 16,48. Il più veloce taglierà il traguardo di Oropa tra le 17,02 e le 17,23. Il gruppo entrerà a Biella da corso Europa, dopo aver percorso l’intera strada Trossi da Vercelli e aver attraversato Villanova Biellese, Massazza, Verrone, Sandigliano e Savagnasco, frazione di Gaglianico. Superata la prima rotonda di corso Europa-corso Lago Maggiore, il gruppo proseguirà dritto fino a piazza San Paolo, svolterà a sinistra in viale Roma, supererà piazza Adua e si immetterà in viale Macallé. La curva a destra verso via Galimberti è l’ultima deviazione: poi si proseguirà diritti lungo via Fecia, via Pietro Micca, piazza Martiri, via Cavour, via Ramella Germanin e dal Bottalino si salirà verso il santuario di Oropa dalla strada vecchia attraversando Cossila San Grato.

Gli orari della chiusura delle strade. La strada dal bivio del Bottalino verso il Santuario di Oropa sarà chiusa dalle 9 del mattino a tutti i veicoli, esclusi i mezzi autorizzati e di servizio e i residenti (dettagli a lato). Dalle 14 anche i residenti dovranno restare fermi, fatte salve le emergenze. Le altre strade interessate dal tracciato verranno messe a disposizione della corsa dalle 14. Alcune strade a doppia carreggiata, come viale Roma e corso Europa, saranno sempre transitabili in direzione Sud (quindi da piazza Adua verso piazza San Paolo e da piazza San Paolo verso l’imbocco della Trossi). Le due strade provinciali del Tracciolino e della galleria di Rosazza saranno a senso unico in uscita da Oropa dalle 9 del mattino di sabato, con possibilità di transito verso il Santuario per biciclette e pedoni. Gli accessi saranno bloccati e presidiati dalla Bossola sul versante della valle Elvo e dal santuario di San Giovanni d’Andorno sul versante della valle Cervo. La strada provinciale cosiddetta “delle Ramazze” tra Pollone e Favaro sarà a sua volta chiusa dalle 9 del mattino in entrambi i sensi di marcia. Da lì si salirà solo piedi, in una giornata che si annuncia di sole.

Gabriele Pinna

Tutte le informazioni di servizio, gli eventi e gli incontri sull’Eco di Biella di giovedì 18 maggio 2017

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli