COPPA PIEMONTE PROMOZIONE, FULGOR RONCO VALDENGO VINCE IL DERBY CON COSSATO E PASSA IL TURNO

COPPA PIEMONTE PROMOZIONE, FULGOR RONCO VALDENGO VINCE IL DERBY CON COSSATO E PASSA IL TURNO
Sport 11 Settembre 2014 ore 01:14

FULGOR RONCO VALDENGO 4

COSSATO 2

MARCATORI: 16’ pt Loiarro (C), 26’ pt Bernabino (F), 34’ pt Torta (F),  39’ pt e 5’ st Bernabino (F), 11’ rig. Varacalli (C).

FULGOR R.V.(4-3-1-2): Gros  Jacques 6.5, Bullano 6.5, Achilli 7, Santacaterina 7, Guzzone Achino 6, Vaglio Ostina 7, Gario 6.5, Curelli 6 (12’ st Lanza 6.5); Franguelli 7; Torta 7.5 (42’ st Zambaiti s.v.), Bernabino 8 (18’ st Di Vita 6.5). A disp. Pieri, Salmistraro, Bianchetto, Cerasuolo. Allenatore Ghiron 7.

COSSATO (4-2-3-1): Guzzone 5.5, Ciarmatori 5, Sigolo 5, Teagno 6, Pizzato 5; Pareschi 5, Dedonatis 5 (21’ st Nicolello 5); Loiarro 6 (1’ st Rocco 5), Urban 5. De Margherita 5 (1’ st Colombara 5), Varacalli 6. A disposizione Lancini, Filopandi, Zanin, Maggioni. Allenatore Albertini 5.5.

ARBITRO: Loiodice di Collegno 5.5.

NOTE: espulsi Urban per doppia ammonizione e Albertini per proteste. Ammoniti Ciarmatori (C), De Margherita(C), Vaglio Ostina (F), Bernabino (F), Di Vita (F), Sigolo (C) e Nicolello (C). Recupero 2'+3'.

VERRONE

IL Valdengo passa al secondo turno di coppa con un perentorio 4-2 con cui elimina il Cossato. Una partita che il Valdengo ha quasi sempre controllato, tranne per i primi minuti quando il Cossato sembrava in grado di potersi qualificare tranquillamente.

 

La cronaca. Al 16’ apre le danze Loiarro. La difesa del Valdengo viene sorpresa dall’inserimento di Loiarro mentre esce dalla sua area dopo un calcio d’angolo, il numero due dei cossatesi stoppa in area e batte Gros Jacques portando avanti i suoi. Il Cossato cresce vistosamente e qualche minuto più tardi sfiora ancora il gol su una mischia in area. Nel momento migliore degli ospiti il Valdengo trova il pareggio. Vaglio Ostina recupera palla su Varacalli e pesca con un grande lancio Torta sulla destra sorprendendo la difesa del Cossato sbilanciata. Torta accelera, entra in area e mette in mezzo per Bernabino che in spaccata segna. Il gol accende il Valdengo che sale di colpi e trova il vantaggio con la complicità dell’esordiente portiere Guzzone, che al 34’ si fa intercettare un lancio con le mani da Torta che poi lo trafigge. Il Cossato va in palla e prende dopo quattro minuti anche il terzo, ancora grazie a Bernabino, con la difesa del Cossato che si fa sorprendere ancora in avanzamento lasciando libero Bernabino a staccare di testa. Nella ripresa Albertini corre ai ripari e fa entrare Colombara e Rocco per De Margherita e Loiarro. Ma alla prima occasione passa ancora il Valdengo. Errore dei due centrali che regalano parla ancora a Bernabino che non perdona. All’11 Varacalli accorcia su rigore, fischiato per fallo di mano di Bernabino in area. Il Valdengo però non si ferma e al 20’ sono miracolosi Teagno e Guzzone a fermare i tiri ravvicinati di Gario e Di Vita. Al 25’ Varacalli non sfrutta un errore in disimpegno del Cossato e si fa rimontare da Bullano, mentre un minuto più tardi Torta, ben lanciato da Franguelli, si fa ipnotizzate da Guzzone. Al 33’ la partita si fa in salita per il Cossato che perde Urban, espulso per doppia ammonizione. Al 35’ il Valdengo spreca ancora in contropiede con Lanza. Il Cossato ormai non c’è più e rischia ancora di prendere gol, ma Teagno riesce a limitare i danni con due ottime chiusure prima che l’arbitro fischi la fine.

 

Il dopogara. Grande l’amarezza di mister Albertini a fine gara: «Forse qualcuno, dopo la bella rimonta di domenica pensava che bastasse una gara appena sufficiente per vincere. Questo bagno di umiltà ci servirà». Soddisfatto invece mister Alberto Ghiron «Abbiamo concretizzato le nostre occasioni, speriamo di continuare così anche nelle prossime giornate».

 

La chiave. Torta e Bernabino hanno letteralmente dominato il match. La coppia offensiva della Fulgor è un mix di potenza, velocità e tecnica. Un arma micidiale nelle mani di mister Ghiron.

 

Mattia Pesce