COPPA ITALIA ECCELLENZA, LA BIOGLIESE VALMOS GIOCA A TENNIS CON LA JUNIOR BIELLESE

COPPA ITALIA ECCELLENZA, LA BIOGLIESE VALMOS GIOCA A TENNIS CON LA JUNIOR BIELLESE
Sport 11 Settembre 2014 ore 01:05

BIOGLIESE VALMOS 6
JUNIOR BIELLESE LIBERTAS 2
MARCATORI: 28' pt rig. Chieppa (B), 4' st Canton (B), 6' st Chieppa (B), 8' st Spagnolo (B), 23' st Canton (B), 30' st Mangolini (J), 35' st Giglio (B), 40' st Mabritto (J).
BIOGLIESE VALMOS (4-4-2):  Chiartano 6; Conte 6, Rea 6 (33' st Beltrame s.v.), D'aquino 6, Finà 6; Canton 8 (25' st Giglio s.v.), Mihaila 6.5, Spagnolo 6.5, Acquadro 6.5; Chieppa 7.5 (20' st Bottone), Marra. A disp. Scalabrino, Forte, Dos Santos, Tigani. All. Peritore 7.
JUNIOR BIELLESE LIBERTAS (4-3-3): Dinaro 5; Benna 5, Cossavella 5.5, Bianchetti 5.5, Damilano 5.5 (27' st Giavarra s.v.); Mattarollo 5.5, Giordano 5.5, Mangolini 6; Mabritto 6, T. Marazzato 5.5, Mercandino 5 (19' st Damas s.v.). A disp. Sazimanoski, Ramella, Coppo, Vanoli All. Debernardi 5.
ARBITRO: Barmasse di Aosta 6.5.
NOTE: ammoniti Marra (B), Dinaro, Mattarollo, Damilano (J). Angoli 4-2. Recupero 0+0. Spettatori 80 circa.

VALLE MOSSO
Clamoroso a Valle Mosso. La piccola Biogliese Valmos, l'ultima arrivata al ballo dell'Eccellenza affonda la Biellese per 6-2. E poco importa che prima ci sia Junior e dopo Libertas: la squadra di Bioglio e Valle Mosso ha battuto quella del capoluogo con  6 reti messe a segno e ha passato il turno di Coppa Italia.

Primo tempo equilibrato. All'8' la prima occasione è della Junior: cross di Mangolini, Mercandino si allunga ma non ci arriva per poco. I padroni di casa fanno più possesso e fanno paura sulla destra con Canton. Ma al quarto d'ora è di nuovo la Junior a sfiorare il gol: D'Aquino allontana di testa, raccoglie Tommaso Marazzato che calcia rasoterra fuori di poco. Al 28' Chieppa si presenta davanti al portiere, servito in profondità da Canton, salta il portiere e viene atterrato: è rigore. Dal dischetto Chieppa non sbaglia, è 1-0. Risponde la Junior 5' dopo: colpo di testa di Tommy Marazzato, para Chiartano, da due passi Bianchetti tenta il tap-in, ma Chiartano dice di nuovo no.

La goleada. Inizia il secondo tempo e la Biogliese chiude la partita in quattro minuti. Al 4' grande azione di Marra sulla sinistra, assist per Canton che calcia di esterno destro: Dinaro non è impeccabile, tocca ma non evita il gol. Passano 2' e Chieppa di testa su calcio d'angolo trova il 3-0. La Junior è in bambola. Infatti all'8' su una mischia in area bianconera è Spagnolo ad arrivare per primo sulla palla e mettere in rete il poker. Al 23' il punto esclamativo: assist spettacolare di Mihaila che lancia Canton in profondità, controllo di suola e cucchiaio di Canton per la manita. Mangolini segna il gol della bandiera, ma ormai non conta nulla. C'è gloria anche per Giglio, che sfrutta una respinta del portiere: e sono sei. Mabritto sigla il 6-2, poi l'arbitro mette fine alle sofferenze bianconere.

Raggiante, sorridente, contento. E' Pier Luca Peritore, allenatore della Biogliese Valmos, davanti alla porta dello spogliatoio.

I suoi ragazzi hanno appena vinto la gara di Coppa Italia contro la Junior Biellese Libertas con un0 squillante 6 a 2.

.

L'analisi di Peritore prosegue sull'atteggiamento dei ragazzi: < Sono contento perché ho visto una grande reazione mentale della squadra. Non mi piacevano i musi lunghi di domenica e di ieri sera, quel senso di tristezza diffusa. Ci siamo parlati e la risposta è stata straordinaria. Dal punto di vista tecnico, mi è piaciuto il lavoro svolto da Mihaila e Acquadro a centrocampo. Hanno giocato una grande partita, come i loro compagni>.

Qualche metro più avanti si consuma, invece, un piccolo dramma. La scoppola è stata notevole. Parla l'allenatore Luca Debernardi:< Siamo spariti i dal campo il primo quarto di entrambi i tempi. Abbiamo preso tre reti in quattro minuti al rientro dal riposo, Non riesco a capire il motivo. Abbiamo commesso errori banali, di posizione, di tecnica di attenzione. Incredibile. Poi, cancelli normai spalancati, ho pensato al campionato e la partita non ha avuto più senso.Questa sconfitta è simile a quella di domenica contro l'Aygreville, Un black out preoccupante, ma almeno domenica scorsa c'era stata la reazione. Motivi? Forse ci  siamo troppo cullati sui due facili successi con Santhià e No.Ve. E' chiaro che dobbiamo cambiare registro>

GIUSEPPE PESCE

MATTEO LUSIANI