CLAMOROSA ANGELICO: TORINO “SCHIACCIATA” NEL DERBY SUL 93-73

CLAMOROSA ANGELICO: TORINO “SCHIACCIATA” NEL DERBY SUL 93-73
06 Ottobre 2014 ore 01:18

 

SU ECO DI BIELLA, DOMANI IN EDICOLA, AMPI SERVIZI, COMMENTI, PAGELLE E INTERVISTE A TUTTI I PROTAGONISTI

 

Grande esordio dell’Angelico nella prima giornata del campionato di Serie A2 Gold. Cominciare con una vittoria è sempre un’ottima cosa, ma lo diventa ancor di più se viene ottenuta contro una delle maggiori pretendenti alla vittoria finale, quella Manital Torino, ora allenata dall’ex Luca Bechi, che aveva eliminato Biella nei quarti di finali play-off dello scorso campionato e che è stata costretta ad inseguire praticamente per tutta la gara riuscendo a rimanere a contatto fino alla fine del terzo quarto ma cedendo poi di schianto nell’ultima frazione, chiusa con un parziale di 25-9 a favore dei rossoblu che hanno così coronato una prestazione che è stata di squadra, nonostante i 28 punti messi a referto da Voskuil, con altri tre giocatori in doppia cifra. Un derby da incorniciare.

Unico neo della serata, il grave infortunio occorso ad un tifoso torinese scivolato sulle tribune che ha dovuto ricorrere alle cure ospedaliere a causa di un presunto trauma facciale e una frattura alla spalla.

Primo quarto. Corbani schiera Laquintana, Voskuil, Lombardi, Chillo e Raymond, Bechi risponde con Giachetti, Berry, Lewis, Mancinelli e Fantoni. L’Angelico parte con una difesa attenta che non concede tiri facili a Torino e con un 5-0 firmato da Lombardi e Raymond, ma gli ospiti recuperano con due belle iniziative di Mancinelli e passano a condurre con una tripla di Lewis (9-11). Immediata la risposta rossoblu affidata a 5 punti consecutivi di Lombardi, alla tripla di Voskuil ed al libero di Raymond, che confezionano un parziale di 9-2. Ultimo minuto con il punteggio fermo, mosso solo dal libero di Voskuil in seguito al fallo tecnico fischiato alla panchina di Torino (la nuova regola prevede che venga assegnato un solo tiro libero e non più due) con il tempo che si chiude sul 19-13 per Biella.

Secondo quarto. Si riparte con una maggior percentuale di italiani in campo (Berti, De Vico e Marzaioli per Biella) ma anche con un 4-0 per Torino. De Vico rimedia con un tap-in ma l’inerzia sembra passata agli ospiti che colpiscono ancora con Lewis e Gergati (tripla). Torino di nuovo avanti di un punto (21-22) ma Raymond piazza una tripla da 8 metri imitato poco dopo da Voskuil, cui segue una schiacciata a due mani di Lombardi. 29-22 e Bechi chiama time-out. Segue un canestro di Lewis ma anche un 2+1 di Eric Lombardi, il primo ad andare in doppia cifra. Dopo un canestro di Raymond (36-28) l’attacco rossoblu perde qualche colpo, Torino si riavvicina con tre liberi ma la coppia Raymond-Voskuil si ripete da tre, per il massimo vantaggio Angelico sul +9, ridotto nel finale da 4 punti consecutivi di Lewis seguiti da un altro canestro di Raymond (16 per lui) e negli spogliatoi si va sul 44-37.

Terzo quarto. Chillo subito a segno su assist di Raymond, poi dopo due liberi di Gergati (in campo assieme a Giachetti) Laquintana e Lombardi trasformano altrettanti rimbalzi offensivi per il 50-39 che costringe nuovamente Bechi a fermare il tempo. Il rientro di Rosselli al posto di Giachetti sortisce i suoi effetti perchè la Manital confeziona un parziale di 8-0 che la riporta ad un solo possesso di distanza. Risposta affidata a Voskuil che mette un 2+1 ed una tripla, ma Lewis risponde dall’angolo per il nuovo -4 (58-54). Lo stesso Lewis diventa il problema più importante da risolvere perchè con le sue penetrazioni ed i liberi riporta Torino a -2, prima che ancora Voskuil ed una tripla frontale di De Vico ristabiliscano un concreto vantaggio sul 66-59. Altro time-out ospite, Mancinelli ruba palla a Voskuil e segna in solitaria ma lo stesso danese risponde subito, con il tempo che si chiude però sul 68-64 grazie ad una fortunosa tripla di tabella di Mancinelli allo scadere.

Ultimo quarto. Laquintana riapre subito il solco, poi serve l’assist per la schiacciata in alley-oop di Lombardi e finalizza in contropiede una palla rubata: 74-64. Dopo il time-out sono i soliti Mancinelli e Lewis, di pura energia, a ridurre lo svantaggio, seguiti da un libero di Rosselli sul quarto fallo (a zero) fischiato ai rossoblu. Laquintana, in campo nonostante i 4 falli a carico, prima segna poi governa la palla sino alla tripla di Raymond per il nuovo +10, vantaggio ancora incrementato da Lombardi per l’81-69 e poi dallo stesso Laquintana con due liberi. Sul +14 si entra negli ultimi tre minuti ed il tempo diventa amico dell’Angelico che tra l’altro lo sfrutta al meglio con un’altra tripla di Raymond: 88-69 e giochi ormai chiusi, anche se Stefano Mancinelli prova a ridurre lo svantaggio, cosa che non riesce nemmeno in parte perchè Voskuil mette ancora una tripla impossibile e Berti va a segno in sottomano, chiudendo la gara sul massimo vantaggio 93-73.

Angelico Biella-Manital Torino 93-73

Parziali: 19-13, 44-37, 68-64

Angelico Biella: Chillo 6, Laquintana 10, Infante, Lombardi 18, Berti 2, Calabrese n.e., Raymond 22, Pollone n.e., Voskuil 28, De Vico 7, Marzaioli. All. Corbani.

Manital Torino: Rauti n.e., Giachetti 3, Mancinelli 20, Fantoni 14, Fiore n.e., Lewis 25, Berry, Vangelov, Rosselli 7, Gergati 7, Pichi n.e.. All. Bechi.

Arbitri: Ciaglia, Migotto, Belfiore.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità