Menu
Cerca

Calcio Eccellenza: la Junior Biellese di mister Debernardi già al lavoro

Calcio Eccellenza: la Junior Biellese di mister Debernardi già al lavoro
Sport 03 Agosto 2014 ore 23:08

 

SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA LUNEDì 4 AGOSTO: INTERVISTA A MISTER DEBERNARDI, APPROFONDIMENTI CON I GIRONI DI COPPA ITALIA, E UN FOCUS CON LE ROSE DI TUTTE LE SQUADRE BIELLESI DI ECCELLENZA E PROMOZIONE.

 

Gianfranco Damilano, vice presidente e direttore generale della Junior Biellese Libertas è carico e pronto per la nuova stagione, iniziata col raduno di oggi agli ordini del mister Luca Debernardi. La squadra è stata rinnovata, con partenze importanti, Travaini su tutti, e arrivi di altrettanto valore come  Lapadula, Dinaro e Bustreo, ma non ha perso l'ossatura base dei suoi giovani di valore, quasi tutti confermati.
E' soddisfatto del lavoro svolto dal team e lo si capisce dai suoi discorsi: «Ho avuto modo di parlare con molti altri dirigenti del nostro girone e tutti ci riconoscono come una bella squadra, in grado di fare bene. Nel caso dovessimo mettere a segno un paio di giuste mosse di mercato,  è unanime il consenso sulla possibilità di giocare per la vittoria finale. Questi discorsi mi hanno fatto un enorme piacere e  hanno confermato che l'organico a disposizione dell'allenatore sia  di buon livello».

Farete questo supplemento di mercato che vi consigliano le vostre avversarie?
«Non darei la definizione di cantiere aperto alla nostra squadra. Riteniamo di essere abbastanza a posto in tutti i reparti. Vedremo nei prossimi giorni cosa faranno i ragazzi e come si integreranno fra di loro. Sicuramente avremo delle sorprese, positive e negative, nel senso che da alcuni avremo risposte superiori alle aspettative e da altri, invece, non in linea rispetto all'atteso. Comunque - prosegue il vice presidente della Junior - saremo attenti a quello che ci sarà in giro e non ci lasceremo sfuggire opportunità vantaggiose».

Il viaggio comincia oggi, dove vorreste trovarvi a maggio?
«Sarebbe bello poter dire in serie D, ma obiettivamente non è il nostro traguardo. Far bene invece sì, abbiamo un organico in grado di soddisfare questa esigenza. Sarà decisamente importante partire bene: l'entusiasmo che i nostri giovani potrebbero scatenare con un bel filotto di successi in Coppa Italia e campionato potrebbe invogliare noi dirigenti a fare quegli innesti in grado ci permetterci del dare del tu alle squadre che vogliono andare in D, Gozzano e Orizzonti in primis. Questo scenario si può anche verificare, perché no?».

Giuseppe Pesce