Biogliopesi ospita le azzurre in ritiro in vista degli europei Youth in Polonia

Biogliopesi ospita le azzurre in ritiro in vista degli europei Youth in Polonia
Sport 07 Settembre 2016 ore 08:09

La strada verso Nowy Tomysl è ancora lunga. E non perché il borgo polacco di 25 mila abitanti dove si svolgeranno gli Europei Youth dista 350 km da Varsavia. Ma perché le Nazionali femminili Under 15 e 17 di pesistica hanno appena iniziato il raduno di preparazione. Giovedì sono arrivati nel centro federale della Fedepesistica di Bioglio i tre tecnici che affiancheranno Roberto Marangon e Carlo Sirio della Biogliopesi. Il giorno dopo è stata la volta delle 13 ragazze azzurre, speranze della pesistica italiana che, assicura Marangon: «Potrebbero vincere qualche medaglia, non dico chi per scaramanzia, ma le nostre possibilità sono concrete». In gruppo ci sono anche le biellesi Benedetta Maroso ed Elena Nuzzo.

 

La Nazionale alloggia a Villa Piazzo, a Pettinengo, e si allenerà nella palestra di Bioglio fino al 13 settembre, quando partirà alla volta della Polonia per i Campionati europei. Tre allenamenti al giorno: alle 7 il risveglio muscolare, seguito da un allenamento la mattina e uno il pomeriggio. «Siamo a ridosso delle competizioni - spiega ancora il tecnico della Biogliopesi - quindi lavoreremo soprattutto sulla fluidità del gesto tecnico. Gli esercizi si concentreranno su slancio, strappo e squat, più altri che serviranno a facilitare i movimenti in gara». La pesistica femminile è in rapida crescita in Italia: «Basti pensare che qui alla Biogliopesi abbiamo otto ragazze su nove atleti agonisti, e sono tutte toste».

 

Il centro federale di Bioglio e la società Biogliopesi hanno aperto i battenti un anno e mezzo fa. In questo periodo ha già ricevuto la visita e gli attestati di stima del presidente federale Antonio Urso: «È rimasto entusiasta sia della zona che dell’accoglienza che il paese ci ha riservato - prosegue Marangon - e per questo lo ha scelto per il raduno. Anche io devo ringraziare il Comune per il continuo aiuto che ci dà. E il grazie va esteso a tutto il territorio, in particolare Alpe Guizza che ha fornito 480 bottigliette d’acqua alla Nazionale. Molte persone ci sostengono, noi cerchiamo di ripagarle con i risultati».

L’attività agonistica sta incontrando un successo dietro l’altro. Sono appena state pubblicate le classifiche regionali 2016 e quelle nazionali del quadriennio olimpico: la Biogliopesi è seconda per punteggio in Piemonte e nella top 100 nazionale (al 99° posto) pur avendo solo l’attività giovanile ed essendo attiva da un anno e mezzo (nella stessa graduatoria troviamo anche il Fitness Club Biellese all’88° posto e la Rebels Biella al 153°): «Siamo fiduciosi per il quadriennio olimpico alle porte, possiamo raggiungere ottimi risultati. La fortuna aiuta gli audaci e noi lo siamo».

 

La palestra di Bioglio si è trasformata. Oggi oltre ad ospitare l’attività agonistica è una vera e propria palestra aperta al pubblico per lo sviluppo muscolare, per la riabilitazione post-traumatica e per la preparazione atletica di qualunque sport (Marangon e Sirio sono preparatori di tutte le discipline e specializzati in quelle paralimpiche). Inoltre proseguirà anche durante il prossimo anno scolastico il progetto con le scuole elementari di Bioglio che l’anno scorso ha attirato l’attenzione del presidente federale Urso: i due tecnici federali affiancano gli insegnati di educazione fisica in un programma di analisi posturale dei bambini e correzione dei difetti, mentre nei casi più complessi intervengono gratuitamente i medici della Federazione da Roma. E tra poco potrebbe partire un progetto gemello a Pettinengo.

Matteo Lusiani

 

La strada verso Nowy Tomysl è ancora lunga. E non perché il borgo polacco di 25 mila abitanti dove si svolgeranno gli Europei Youth dista 350 km da Varsavia. Ma perché le Nazionali femminili Under 15 e 17 di pesistica hanno appena iniziato il raduno di preparazione. Giovedì sono arrivati nel centro federale della Fedepesistica di Bioglio i tre tecnici che affiancheranno Roberto Marangon e Carlo Sirio della Biogliopesi. Il giorno dopo è stata la volta delle 13 ragazze azzurre, speranze della pesistica italiana che, assicura Marangon: «Potrebbero vincere qualche medaglia, non dico chi per scaramanzia, ma le nostre possibilità sono concrete». In gruppo ci sono anche le biellesi Benedetta Maroso ed Elena Nuzzo.

La Nazionale alloggia a Villa Piazzo, a Pettinengo, e si allenerà nella palestra di Bioglio fino al 13 settembre, quando partirà alla volta della Polonia per i Campionati europei. Tre allenamenti al giorno: alle 7 il risveglio muscolare, seguito da un allenamento la mattina e uno il pomeriggio. «Siamo a ridosso delle competizioni - spiega ancora il tecnico della Biogliopesi - quindi lavoreremo soprattutto sulla fluidità del gesto tecnico. Gli esercizi si concentreranno su slancio, strappo e squat, più altri che serviranno a facilitare i movimenti in gara». La pesistica femminile è in rapida crescita in Italia: «Basti pensare che qui alla Biogliopesi abbiamo otto ragazze su nove atleti agonisti, e sono tutte toste».

Il centro federale di Bioglio e la società Biogliopesi hanno aperto i battenti un anno e mezzo fa. In questo periodo ha già ricevuto la visita e gli attestati di stima del presidente federale Antonio Urso: «È rimasto entusiasta sia della zona che dell’accoglienza che il paese ci ha riservato - prosegue Marangon - e per questo lo ha scelto per il raduno. Anche io devo ringraziare il Comune per il continuo aiuto che ci dà. E il grazie va esteso a tutto il territorio, in particolare Alpe Guizza che ha fornito 480 bottigliette d’acqua alla Nazionale. Molte persone ci sostengono, noi cerchiamo di ripagarle con i risultati».

L’attività agonistica sta incontrando un successo dietro l’altro. Sono appena state pubblicate le classifiche regionali 2016 e quelle nazionali del quadriennio olimpico: la Biogliopesi è seconda per punteggio in Piemonte e nella top 100 nazionale (al 99° posto) pur avendo solo l’attività giovanile ed essendo attiva da un anno e mezzo (nella stessa graduatoria troviamo anche il Fitness Club Biellese all’88° posto e la Rebels Biella al 153°): «Siamo fiduciosi per il quadriennio olimpico alle porte, possiamo raggiungere ottimi risultati. La fortuna aiuta gli audaci e noi lo siamo».

La palestra di Bioglio si è trasformata. Oggi oltre ad ospitare l’attività agonistica è una vera e propria palestra aperta al pubblico per lo sviluppo muscolare, per la riabilitazione post-traumatica e per la preparazione atletica di qualunque sport (Marangon e Sirio sono preparatori di tutte le discipline e specializzati in quelle paralimpiche). Inoltre proseguirà anche durante il prossimo anno scolastico il progetto con le scuole elementari di Bioglio che l’anno scorso ha attirato l’attenzione del presidente federale Urso: i due tecnici federali affiancano gli insegnati di educazione fisica in un programma di analisi posturale dei bambini e correzione dei difetti, mentre nei casi più complessi intervengono gratuitamente i medici della Federazione da Roma. E tra poco potrebbe partire un progetto gemello a Pettinengo.

Matteo Lusiani