Sport

Biellese straripante: 4-0 al Sestri

Sport 01 Gennaio 2009 ore 14:04
Biellese magica: 4-0
La squadra è capolista imbattuta, l'unica nel Cnd
 
 

(21 dic) Non poteva essere onorata meglio la ricorrenza dei 40 anni dalla morte di Vittorio Pozzo. Nel “suo” stadio la Biellese con un debordante 4-0 il Sestri Levante e ha consolidato la sua leadership nel torneo. 

 

Biellese magica: 4-0
La squadra è capolista imbattuta, unica in tutto il Cnd

 


 

Biellese-Sestri Levante 4-0
RETI: 51’ Torromino, 60’ Koffi, 84’ e 89’ Ferretti
BIELLESE(4-3-2-1): Mordenti s.v.; Bocca 6, Acquadro 6.5, Nicolosi 6.5, Picollo 6.5; Koffi 6.5 (70’ Scutti 6), Camilli 6; Bottone 5.5 (58’ Perini 6), Torromino 7.5, Bigatti 6.5 (79’ Pierobon s.v.); Ferretti 7.5. A disp.:  Steni, Candolini, Ferrarese,  Pasciuti. All. Prina.
SESTRI LEVANTE (4-4-2): Casaretto 7; Silvestri 6, Cocito 6, Lanati 6, Avellino 6.5; Cestari 5 (46’ Conti 5.5), Ranieri 5.5, Cavallo 6, Termini 6; Paterno 6, Balducci 5 (74’ Ghillia 5.5).  A disp.: Cacchioli, Flagiello, Pinacci. All. Buffoni.
ARBITRO: Taioli di Cesena 5.
NOTE: spettatori 800 circa; ammoniti: Ranieri, Cestari, Ferretti, Lanati;  calci d’angolo 7-1; recupero 0+4

Non poteva essere onorata meglio la ricorrenza dei 40 anni dalla morte di Vittorio Pozzo. Nel “suo” stadio la Biellese con un debordante 4-0 il Sestri Levante e ha consolidato la sua leadership nel torneo. In vetta qualcosa è cambiato: lo Spezia ha perso a Rivarolo ed è distaccato di quattro con  una partita in più giocata, mentre al secondo posto sale il Casale, vittorioso contro la Sarzanese, che mantiene inalterati i suoi tre punti di ritardo dalla Biellese.
Match strano quello di ieri pomeriggio: subito infuocato con un gran tiro di Torromino che impegna il portiere Casaretto, il migliore fra i suoi, ad un parata all’incrocio dei pali. Immediata la replica dei rossoblu liguri che colpiscono un palo con un diagonale del “baby” Paterno. Il tutto nei primi due minuti di gioco, un bel prologo di una gara che invece decollerà solo nel secondo tempo. Nella prima frazione, infatti, il gioco staziona prevalentemente a centro campo poichè il Sestri Levante è ben arroccato e lascia pochi spazi utili alle giocate bianconere. In solo due occasioni i bianconeri arrivano in zona tiro: al 20’ con un fendente in diagonale di Bigatti, deviato in corner dall’estremo ligure,  e al 41’ con una bella azione di Bocca e Bottone, conclusa con una deviazione in extremis di Ranieri che fa gridare all’autogol.
Nella ripresa si suona tutt’altra musica e solo di marca bianconera. Si comincia al 1’ con un violento diagonale di Ferretti che Casaretto spedisce in corner. Biellese in vantaggio al 6’: è un capolavoro di Torromino che prende palla al limite, supera un paio di avversari con una serpentina e realizza con un tiro a giro sotto la traversa. Gol così, visti fare da Del Piero o da Ronaldinho riempirebbero pagine e pagine di quotidiani, anche non sportivi. Lo show bianconero continua al 15’ con il gol di Koffi che mette in fondo al sacco in seguito alla punizione calciata da Bigatti. I ragazzi di Prina non sono paghi e si ricordano di essere stati rimontati dal Rivoli, oltre che di aver raddrizzato mercoledì a Ciriè la partita, pur sotto di due gol. La trazione anteriore continua anche sul 2 a 0 e solo le grandi parate di Casaretto tengono il conto dei gol  in limiti accettabili.
 Nel finale, però, il portiere nulla può sulla staffilata di Ferretti (39’) che, ben imbeccato da Pierobon, realizza il terzo gol. Non è finita: al 44’ Ferretti segna la sua doppietta personale con un morbido tocco da pochi passi, ma il merito della realizzazione è da condividere con Torromino che gli ha servito la sfera con un acrobatica sforbiciata. Che bella coppia, che bel 4-0!
La Biellese tornerà in campo domenica 4 gennaio a Settimo, poi  giocherà con il Lottogiaveno non il 7 gennaio come da precedente calendario dei recuperi, bensì mercoledì 14  gennaio alle ore 14,30 sul campo dei torinesi, mentre il previsto recupero di Coppa Italia con il Renate, fissato il 14 è slittato a mercoledì 28 in casa dei milanesi.
Giuseppe Pesce

 22 dicembre 2008