Biella stecca in casa

Biella stecca in casa
14 Aprile 2015 ore 17:58

BIELLA – Sarà stato il caldo particolarmente intenso, oppure la formazione largamente rimaneggiata che ha inciso eccessivamente sulla sicurezza del primo quindici, di fatto, il Biella Rugby, domenica impegnato sul terreno di casa, non è quasi mai ‘entrato in partita’. Gli avversari, il Lecco, sulla carta forti di un secondo posto in classifica dopo il primato durato quasi tutta la stagione, sul campo non hanno dato l’impressione di essere imbattibili. Sempre schierati, ben organizzati e decisi oltre ogni limite a mettere pressione, ma non impossibili. Se solo gli Orsi avessero avuto la grinta e l’energia che normalmente li caratterizza, il finale, che sentenzia 10-22 per il Lecco, sarebbe stato diverso.
A scorrere il foglio gara, saltavano subito all’occhio le assenze di molti ei soliti nomi. Quasi completamente inedita la panchina, evidente che McLean per arrivare a completarla, è stato costretto ad attingere abbondantemente dalla squadra cadetta. Quello di sempre invece, era il pubblico, numeroso e smanioso di sostenere la propria squadra. I primi a farsi avanti sono stati i blu celesti, in meta dopo due minuti, ma Hogg ha recuperato in fretta parte del gap infilando uno dei suoi calci tra i pali. Tutto nei primi sei minuti, poi lo spettacolo offerto non è stato dei più entusiasmanti. Gli Orsi, perfetti nelle mischie ordinate e in touche, non hanno sfruttato con saggezza il gioco al piede, preferendo avanzare di forza senza però avere la tenacia necessaria a reggere il confronto con gli avversari. I gialloverdi si sono spesso fatti distrarre dal pressing continuo al quale erano sottoposti e troppe volte hanno mancato placcaggi fondamentali a fermare l’avanzamento del Lecco. Nella ripresa, dopo aver subito la seconda meta, i padroni di casa riescono finalmente a segnare sette punti: va in meta Pizzanelli e Hogg trasforma. La fiducia sembra ritornare, il dominio del territorio è favorevole agli uomini di McLean che prima dello scadere riescono ad imbastire altre azioni pericolose, ma puntualmente, errori clamorosi in finale, hanno reso vani gli sforzi di tutti. 
McLean non si risparmia: «Sono molto deluso. Questa era una partita da vincere e facilmente. Abbiamo sprecato un’occasione».
r.e.s.

BIELLA-LECCO 10-22 

MARCATORI: p.t. 5’ m. Scandolara tr. Brambilla (0-7); 6’ c.p. Hogg (3-7); 40’ c.p. Brambilla (3-10). s.t. 43’ m. Rusconi tr. Milani (3-17); 48’ m. Pizzanelli tr. Hogg (10-17); 65’ m. Milani n.t. (10-22).
BIELLA RUGBY: Sciarretta S.; Sciarretta T. (2’ st Ianno), Grosso, Hogg, Ongarello; Musso C., Ghitalla (25’ st Marmiroli); Chtaibi, Pellanda, Campagnolo (25’ st Barbera); Pizzanelli, Falco; Panigoni (25’ st Gatto), Vaglio Moien (Cap.), Zilioli (2’ st Zamolo). A disp.: Silvestrini e Sappino. Allenatore: Callum Roy McLean.

BIELLA – Sarà stato il caldo particolarmente intenso, oppure la formazione largamente rimaneggiata che ha inciso eccessivamente sulla sicurezza del primo quindici, di fatto, il Biella Rugby, domenica impegnato sul terreno di casa, non è quasi mai ‘entrato in partita’. Gli avversari, il Lecco, sulla carta forti di un secondo posto in classifica dopo il primato durato quasi tutta la stagione, sul campo non hanno dato l’impressione di essere imbattibili. Sempre schierati, ben organizzati e decisi oltre ogni limite a mettere pressione, ma non impossibili. Se solo gli Orsi avessero avuto la grinta e l’energia che normalmente li caratterizza, il finale, che sentenzia 10-22 per il Lecco, sarebbe stato diverso.
A scorrere il foglio gara, saltavano subito all’occhio le assenze di molti ei soliti nomi. Quasi completamente inedita la panchina, evidente che McLean per arrivare a completarla, è stato costretto ad attingere abbondantemente dalla squadra cadetta. Quello di sempre invece, era il pubblico, numeroso e smanioso di sostenere la propria squadra. I primi a farsi avanti sono stati i blu celesti, in meta dopo due minuti, ma Hogg ha recuperato in fretta parte del gap infilando uno dei suoi calci tra i pali. Tutto nei primi sei minuti, poi lo spettacolo offerto non è stato dei più entusiasmanti. Gli Orsi, perfetti nelle mischie ordinate e in touche, non hanno sfruttato con saggezza il gioco al piede, preferendo avanzare di forza senza però avere la tenacia necessaria a reggere il confronto con gli avversari. I gialloverdi si sono spesso fatti distrarre dal pressing continuo al quale erano sottoposti e troppe volte hanno mancato placcaggi fondamentali a fermare l’avanzamento del Lecco. Nella ripresa, dopo aver subito la seconda meta, i padroni di casa riescono finalmente a segnare sette punti: va in meta Pizzanelli e Hogg trasforma. La fiducia sembra ritornare, il dominio del territorio è favorevole agli uomini di McLean che prima dello scadere riescono ad imbastire altre azioni pericolose, ma puntualmente, errori clamorosi in finale, hanno reso vani gli sforzi di tutti. 
McLean non si risparmia: «Sono molto deluso. Questa era una partita da vincere e facilmente. Abbiamo sprecato un’occasione».
r.e.s.

BIELLA-LECCO 10-22 

MARCATORI: p.t. 5’ m. Scandolara tr. Brambilla (0-7); 6’ c.p. Hogg (3-7); 40’ c.p. Brambilla (3-10). s.t. 43’ m. Rusconi tr. Milani (3-17); 48’ m. Pizzanelli tr. Hogg (10-17); 65’ m. Milani n.t. (10-22).
BIELLA RUGBY: Sciarretta S.; Sciarretta T. (2’ st Ianno), Grosso, Hogg, Ongarello; Musso C., Ghitalla (25’ st Marmiroli); Chtaibi, Pellanda, Campagnolo (25’ st Barbera); Pizzanelli, Falco; Panigoni (25’ st Gatto), Vaglio Moien (Cap.), Zilioli (2’ st Zamolo). A disp.: Silvestrini e Sappino. Allenatore: Callum Roy McLean.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità