Biella Rugby, la stagione inizia il 2 ottobre contro Cogoleto

Biella Rugby, la stagione inizia il 2 ottobre contro Cogoleto
Sport 16 Agosto 2016 ore 21:08

BIELLA - Voglia di riscatto e fame di vittoria saranno i due leitmotiv della nuova stagione che attende il Biella rugby: i ragazzi di coach McLean devono far dimenticare la difficile annata conclusasi a giugno. 
Secondo il calendario della serie B, presentato recentemente, il campionato che disputerà il Brc sarà il seguente:  rispetto alla scorsa stagione, si ritorna alla struttura di quattro gironi da dodici squadre, ciascuno con partite d'andata e ritorno. Si qualificheranno ai playoff le prime due squadre di ciascun girone al termine della stagione regolare, retrocederanno invece in serie C le ultime due formazioni di ciascun girone. 

Il Biella Rugby sarà nel girone 1 con VII torinese, Cus Torino, Sondrio, Milano, Piacenza, le due squadre sarde Capoterra e Alghero, le neopromosse Rovato e Monferrato e la ripescata Cogoleto. Le partite più ostiche sono ben distribuite all'interno del calendario, ma per coach Callum McLean non esistono sfide più facili o più difficili. «Dobbiamo affrontare tutti i match sapendo che ogni avversario che incontreremo sarà di buon livello. Ogni partita sarà difficile: anche le squadre che sono salite dalla serie inferiore si sono ben rinforzate - spiega il coach -. Starà a noi cambiare la mentalità rispetto alla scorsa stagione: ci vorrà più fame e voglia di vincere». 
Il Brc comincerà la sua stagione domenica 2 ottobre contro Cogoleto. A quasi due mesi di distanza dall'esordio, questo è il bilancio di McLean sulla preparazione svolta fino ad ora. «Tutto il mese di giugno e di luglio siamo andati avanti con lavoro in palestra e sul campo, abbiamo cominciato prima perché dovevo fare dei cambiamenti e la risposta è stata molto positiva: più di 30 giocatori di media presenti sul campo in settimana. Adesso siamo in pausa e ricominceremo fra un paio di settimane, ma grazie al lavoro svolto nei mesi precedenti, non ripartiremo da zero». 

Sul fronte femminile, grande notizia per la sedicenne (ne compirà diciassette ad ottobre) Alessia Gronda (in foto). Il mediano d'apertura gialloverde è tra le 24 giocatrici convocate per il raduno femminile dell'Italia U18 Seven che si svolgerà dal 26 al 28 agosto a Parma. «Sono soddisfattissima. - commenta Gronda -. Dodici delle ventiquattro giocatrici presenti al raduno saranno selezionate per gli Europei di settembre in Francia. Sarà difficile ma sono molto contenta di avere questa opportunità». 
Luca Rondi 

BIELLA - Voglia di riscatto e fame di vittoria saranno i due leitmotiv della nuova stagione che attende il Biella rugby: i ragazzi di coach McLean devono far dimenticare la difficile annata conclusasi a giugno. 
Secondo il calendario della serie B, presentato recentemente, il campionato che disputerà il Brc sarà il seguente:  rispetto alla scorsa stagione, si ritorna alla struttura di quattro gironi da dodici squadre, ciascuno con partite d'andata e ritorno. Si qualificheranno ai playoff le prime due squadre di ciascun girone al termine della stagione regolare, retrocederanno invece in serie C le ultime due formazioni di ciascun girone. 

Il Biella Rugby sarà nel girone 1 con VII torinese, Cus Torino, Sondrio, Milano, Piacenza, le due squadre sarde Capoterra e Alghero, le neopromosse Rovato e Monferrato e la ripescata Cogoleto. Le partite più ostiche sono ben distribuite all'interno del calendario, ma per coach Callum McLean non esistono sfide più facili o più difficili. «Dobbiamo affrontare tutti i match sapendo che ogni avversario che incontreremo sarà di buon livello. Ogni partita sarà difficile: anche le squadre che sono salite dalla serie inferiore si sono ben rinforzate - spiega il coach -. Starà a noi cambiare la mentalità rispetto alla scorsa stagione: ci vorrà più fame e voglia di vincere». 
Il Brc comincerà la sua stagione domenica 2 ottobre contro Cogoleto. A quasi due mesi di distanza dall'esordio, questo è il bilancio di McLean sulla preparazione svolta fino ad ora. «Tutto il mese di giugno e di luglio siamo andati avanti con lavoro in palestra e sul campo, abbiamo cominciato prima perché dovevo fare dei cambiamenti e la risposta è stata molto positiva: più di 30 giocatori di media presenti sul campo in settimana. Adesso siamo in pausa e ricominceremo fra un paio di settimane, ma grazie al lavoro svolto nei mesi precedenti, non ripartiremo da zero». 

Sul fronte femminile, grande notizia per la sedicenne (ne compirà diciassette ad ottobre) Alessia Gronda (in foto). Il mediano d'apertura gialloverde è tra le 24 giocatrici convocate per il raduno femminile dell'Italia U18 Seven che si svolgerà dal 26 al 28 agosto a Parma. «Sono soddisfattissima. - commenta Gronda -. Dodici delle ventiquattro giocatrici presenti al raduno saranno selezionate per gli Europei di settembre in Francia. Sarà difficile ma sono molto contenta di avere questa opportunità». 
Luca Rondi