Sport

Basket Serie A, Angelico decima nel girone d'andata

Sport 24 Gennaio 2009 ore 19:49
Gaines torna grande
Angelico batte Pesaro

Basket Serie A, Biella decima al termine dell'andata. L'americano segna 23 punti
 
 
(18 gen) Una spumeggiante Angelico in attacco aggancia la Scavolini in classifica, chiudendo il girone d’andata al 10° posto, a due soli punti dai playoff e con 4 di vantaggio sulla zona retrocessione. Oltre ai 23 punti di Gaines (in difesa, nella foto), la chiave della vittoria (99-85) è stata una mira di squadra dalla distanza delle serate migliori: il 13/19 da tre è la statistica che segna la gara in cui Pesaro è stata sotto anche di 20 (42-22).   

Gaines grande
Angelico super
Basket Serie A, Biella decima
al termine dell'andata

 


 

Una spumeggiante Angelico in attacco aggancia la Scavolini in classifica, chiudendo il girone d’andata al 10° posto, a due soli punti dai playoff e con 4 di vantaggio sulla zona retrocessione.
Sarà dura, ma a metà del cammino Biella è in media salvezza: l’unico obiettivo stagionale.   Il negativo Gaines delle ultime uscite è tornato ad esprimersi all’altezza del proprio grande talento (di nuovo decisivo nei momenti chiave) e molto del cammino rossoblu dipenderà dalla costanza di rendimento (finora deboluccia) che l’esterno ex Nba dovrà offrire.
Oltre a lui, la chiave della vittoria di ieri sera è stata una mira di squadra dalla distanza delle serate migliori: il 13/19 da tre è la statistica che segna la gara in cui Pesaro è stata sotto anche di 20 (42-22). L'attacco rossoblu ha girato a pieno regime, mentre quello marchigiano ha provato a tenere botta soprattutto nella ripresa, quando a inizio dell'ultimo quarto Myers e Curry hanno riportato Pesaro a un canestro di distanza sul 75-73. L'immediata tripla di Jerebko ha ridato poi spinta all'Angelico che ha chiuso controllando il risultato, ottimo dal punto di vista di un'ipotetica differenza canestri nella volata salvezza. La messe di palle perse su entrambi i fronti (29 Biella, 25 Pesaro) spiega quanto si sia pensato più a correre e segnare che a difendere, non esattamente la specialità della casa delle due rivali in campo. Dopotutto, però, lo scopo del gioco e del divertimento è fare canestro.
Cosa che è riuscita finora in maniera sublime all’imbattuta  Siena  che disputerà le Final Eight di Coppa Italia (mai vinte) con Roma, Virtus Bologna, Teramo, Treviso, Cantù, Avellino e Montegranaro.
Biella starà a guardare, risparmiando forze fisiche e mentali preziose.
Gabriele Pinna

18 gennaio 2009