Angelico-Trento, il big match alza la febbre del sabato sera

Angelico-Trento, il big match alza la febbre del sabato sera
04 Gennaio 2014 ore 12:53

Lo sport, il basket in particolare, è meraviglioso proprio per questo: tra i tifosi di Pallacanestro Biella chi avrebbe mai immaginato, solo qualche mese fa, di chiudere l’anno coi botti di Verona e aprire quello nuovo  ospitando al Forum (oggi, 20.30) la capolista Trento con l’ambizione di batterla per centrare una clamorosa qualificazione alla Final Six di Coppa Italia? 

La nuova Angelico continua a stupire, trainata dal suo bomber Alan Voskuil (18.2 punti di media) e da un gruppo giovane, ma talentuoso e compattato grazie anche ai buoni consigli di coach Fabio Corbani.
Il bilancio del girone d’andata è più che positivo, per non dire ottimo viste le premesse estive, anche prima del big match di stasera. Vincere sarebbe come mettere la ciliegina sulla torta per festeggiare l’arrivo di un 2014 di consolidamento societario, dopo l’amara retrocessione del 2013 e lo scampato pericolo di uno stop definitivo dell’attività.
 
Che l’Angelico possa fare corsa da playoff promozione ormai è un dato di fatto, che possa vincere (o perdere) con chiunque in questo equilibratissimo campionato anche.
 Probabilmente non rientra nel novero delle tre, quattro squadre che si giocheranno l’unica promozione in palio, ma in casa, davanti a suoi tifosi, Biella è avversaria tosta anche per la lanciatissima Trento dell’ex BJ Elder,  protagonista in rossoblu nella stagione 2007/2008.
 

Qui Biella. Coach Fabio Corbani presenta così gli avversari di stasera: «Siamo alla vigilia di una bella sfida tra due squadre che stanno positivamente sorprendendo sul campo, grazie ad una buona pallacanestro giocata, in cui vengono messe in risalto le qualità dei propri giocatori. Uno scontro di alta classifica, con Trento che un po’ a sorpresa ma con pieno merito è in testa al campionato e noi che restiamo nelle prime posizioni. Affrontiamo una squadra in fiducia, con un ottimo allenatore e con una società seria e ben organizzata alle spalle. Sarà indubbiamente un match avvincente per i protagonisti che lo giocheranno; ci avviciniamo con il massimo rispetto per gli avversari ma con la voglia di continuare la nostra imbattibilità casalinga. Un aiuto importante potrà arrivare dal nostro pubblico, il nostro sesto uomo che in questa prima metà di stagione ci è sempre stato vicino».

Qui Trento. Coach Maurizio Buscaglia valuta così l’impegno al Forum: «In questa stagione abbiamo saputo conquistare molte vittorie in trasferta. Solo a Casale ci siamo innervositi e disuniti. I piemontesi hanno nel loro dna la corsa e il salto, quindi noi dovremo tenere un ritmo diverso per costringerli a fare male ed esaltare le nostre doti. In ottica Final Six per Biella la partita vale doppio e se la giocheranno su transizione e velocità. Voskuil è giocatore di una balistica esaltante, una guardia che ha tanti punti nelle mani, ma c’è una squadra intera che lo assiste. Dovremo giocare da collettivo, esaltando i singoli».
Gabriele Pinna
pinna@primabiella.it

N.B. Leggi qui tutte le ipotesi di qualificazione alla Final Six di Coppa Italia

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità