Angelico spuntata in attacco nella ripresa, la Novipiù va sul 2-0 nella serie playoff

Angelico spuntata in attacco nella ripresa, la Novipiù va sul 2-0 nella serie playoff
Sport 05 Maggio 2015 ore 01:12
Novipiu' Casale M.to - Angelico Biella 76-67 (15-17, 21-16, 20-11, 20-23)
Novipiu' Casale M.to: Giovara, Amato 12 (4/8, 0/4), Tomassini 15 (4/9), Natali 6 (2/3, 0/2), Alan Blizzard 10 (3/8, 0/1), Martinoni 9 (4/6, 0/1), Fall 10 (4/8), Lascells Samuels 14 (2/5, 1/1) N.E.: Ruiu, Valentini, Marshall. All. Ramondino
Tiri Liberi: 27/34 - Rimbalzi: 32 23+9 (Lascells Samuels 10) - Assist: 7 (Tomassini 3)
Angelico Biella: Alexander Johnson 21 (8/11, 0/2), Chillo 5 (1/4, 1/1), Laquintana 7 (1/6, 1/4), Infante 0 (0/1, 0/1), Lombardi 11 (2/4, 1/4), Berti 4 (2/2, 0/2), Raymond 16 (4/10, 2/6), De Vico 3 (0/1, 1/3), Danna 0 (0/1), Marzaioli 0 (0/1, 0/1) N.E.: Calabrese. All. Corbani
Tiri Liberi: 13/17 - Rimbalzi: 33 23+10 (Chillo, Raymond 7) - Assist: 9 (Laquintana 4) - Cinque Falli: De Vico
CASALE MONFERRATO
Casale vola sul 2-0 al termine di un match dove l'Angelico, partita bene nei primi due quarti è successivamente incappata in troppi errori, imprecisioni e disattenzioni che hanno gravato pesantemente sul risultato finale di 76-67.
Ed il protagonismo degli arbitri ha reso tutto ulteriormente più difficile.
L'inizio sotto tono di Biella sembra presagire il peggio. Nulla di più sbagliato.
L'Angelico prima subisce un parziale di 0-6, commettendo alcuni errori, o peccati di gioventù, poi però si rimette in carreggiata con Raymond e Laquintana che spingono i rossoblu ed in un amen si portano sotto. Ed è il mobile e volitivo Johnson a 5 minuti dal termine del primo quarto a riportare la squadra su 10-10. Casale non sta però a guardare e costruisce ottime soluzioni con i soliti Amato e Blizzard. Il primo tempo, gravato da errori da ambo le parti, come era già successo in gara 1, termina con Biella avanti di 2 lunghezze (15-17).Johnson, grande personalità e grinta in questi primi 10 minuti chiude con 7 punti. 
Ed è il neo acquisto di Biella from Usa a riaccendere le polveri dei rossoblu in avvio di gioco. Anche l'innesto di Berti ridà respiro e quadratura ad una Angelico Biella più a suo agio in questa seconda frazione di gioco. Casale si affida a Blizzard, Martinoni e Samuels per recuperare la sua verve.
E poi quando si accende Raymond "mano calda" il match è tutto da giocare, sul filo del rasoio e con continui ribaltamenti di fronte.
La seconda frazione si chiude 36-33.
L'Angelico è viva, lotta e non è disposta a recitare il ruolo da comprimaria nella seconda frazione di gioco.
Nella ripresa Casale tenta l'allungo, ma Biella vigila ed è di nuovo Johnson a mantenere il contatto con gli avversari.
Alcuni pasticci di troppo dell'Angelico contribuiscono però a scavare un solco di 9 punti a favore di Casale con Tomassini e Martinoni sugli scudi. L'Angelico ce la mette tutta per riportarsi sotto ed è Raymond a suonare la riscossa dei rossoblu per l'ennesima volta.
Gli errori di gioventù di Biella pesano e Casale più in palla rispetto agli antagonisti, riprova a scappare. 
Il metro arbitrale, non all'altezza dell'incontro di questa sera, fischia un fallo inesistente ad Infante e vi aggiunge anche un tecnico per proteste nei confronti di coach Corbani. E Casale si allonta sempre più. Il terzo quarto si chiude 56-44.
Ci sono piccoli segnali di ripresa di Biella nell'ultimo quarto con un parziale di 5-0, grazie ad una tripla di Lombardi e ad un canestro di Berti. Ma la luce per l'Angelico è ancora lontana. E l'inadeguato arbitraggio complica ulteriormente la situazione.
Casale, che non utilizza Marshall acciaccato, gestisce il gioco e mantiene il vantaggio di oltre 10 lunghezze, Biella fatica a rientrare in partita. Nonostante tutto Johnson ci crede ancora e tenta di cambiare l'inerzia del match con canestri e tiri liberi, ma Casale non molla l'osso e non cede di un millimetro il vantaggio acquisito e lo mantiene fino alla fine.
Ma la serie, nonostante tutto è ancora aperta ed il fattore campo giovedì sera sarà determinante.
Marta Coda Luchina