Angelico pronta a fare sul serio?

Angelico pronta a fare sul serio?
Sport 26 Settembre 2016 ore 14:28

 

BIELLA - Ciò che più conforta, in casa Angelico, è il fatto piuttosto scontato che domenica prossima l’avversario non si potrà nè prendere sottogamba, nè affrontare senza scendere sul parquet producendo una prestazione pari al 110% delle forze disponibili. L’esordio in campionato al Forum contro Casale dirà a che punto è la crescita di questo nuovo gruppo che ieri ha perso un’occasione per testarsi davvero, considerato che l’avversaria si è presentata fiacca e demotivata dopo aver giocato un bel torneo in Sicilia, concluso il giorno prima con una tirata vittoria su Agrigento. Il che, visto anche lo scarso interesse avuto sul pubblico biellese, ieri sotto il migliaio (680) le presenze nell’ultima domenica di ex estate piena di eventi, dovrebbe aver concluso il ciclo di amichevoli con il Club svizzero, perlomeno in qualità di “evento” del pre campionato. Difficile trovare grandi nomi in questo periodo a ridosso delle partite vere, ma di meglio si può e si deve certamente organizzare per ridare vigore e soprattutto la giusta importanza al Trofeo Giuseppe Angelico.

L’Angelico ha comunque chiuso il suo pre campionato senza sconfitte (c’è un pareggio...!), ma sarà la Casale del bomber Emegano che ieri, seppur incompleta, ha espugnato 79-80 il campo di Piacenza, ora presidiato da Luca Infante e Tommaso Raspino, a misurarne sul serio la preparazione. Quello che sanno fare Ferguson e Hall lo sappiamo già, ciò che è in grado di fare il promettente cast di supporto è ancora tutto da scoprire. Per ora, per quel poco che si è visto, la squadra ha fatto parlare di sè più per le evidenti potenzialità che per quanto dimostrato sul campo. L’atmosfera di un derby al Forum cambierà le carte in tavola, con la speranza che non avendo effettuato nessuna prova generale come si deve, per i nuovi non si riveli un boomerang.
Gabriele Pinna

Guarda la fotogallery https://primabiella.it/it/photogallery/sport/2609-trofeo-angelico/2609-trofeo-angelico-663/1-50

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 26 settembre 2016

BIELLA - Ciò che più conforta, in casa Angelico, è il fatto piuttosto scontato che domenica prossima l’avversario non si potrà nè prendere sottogamba, nè affrontare senza scendere sul parquet producendo una prestazione pari al 110% delle forze disponibili. L’esordio in campionato al Forum contro Casale dirà a che punto è la crescita di questo nuovo gruppo che ieri ha perso un’occasione per testarsi davvero, considerato che l’avversaria si è presentata fiacca e demotivata dopo aver giocato un bel torneo in Sicilia, concluso il giorno prima con una tirata vittoria su Agrigento. Il che, visto anche lo scarso interesse avuto sul pubblico biellese, ieri sotto il migliaio (680) le presenze nell’ultima domenica di ex estate piena di eventi, dovrebbe aver concluso il ciclo di amichevoli con il Club svizzero, perlomeno in qualità di “evento” del pre campionato. Difficile trovare grandi nomi in questo periodo a ridosso delle partite vere, ma di meglio si può e si deve certamente organizzare per ridare vigore e soprattutto la giusta importanza al Trofeo Giuseppe Angelico.

L’Angelico ha comunque chiuso il suo pre campionato senza sconfitte (c’è un pareggio...!), ma sarà la Casale del bomber Emegano che ieri, seppur incompleta, ha espugnato 79-80 il campo di Piacenza, ora presidiato da Luca Infante e Tommaso Raspino, a misurarne sul serio la preparazione. Quello che sanno fare Ferguson e Hall lo sappiamo già, ciò che è in grado di fare il promettente cast di supporto è ancora tutto da scoprire. Per ora, per quel poco che si è visto, la squadra ha fatto parlare di sè più per le evidenti potenzialità che per quanto dimostrato sul campo. L’atmosfera di un derby al Forum cambierà le carte in tavola, con la speranza che non avendo effettuato nessuna prova generale come si deve, per i nuovi non si riveli un boomerang.
Gabriele Pinna

Guarda la fotogallery https://primabiella.it/it/photogallery/sport/2609-trofeo-angelico/2609-trofeo-angelico-663/1-50

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 26 settembre 2016