Angelico, occhio a Treviglio

Angelico, occhio a Treviglio
20 Aprile 2015 ore 16:14

Se mettessimo sui due piatti di una bilancia i pro e i contro di giocare un turno supplementare di playoff è probabile che i pesi si pareggerebbero. La serie al meglio delle tre tra Angelico e Remer Treviglio che inizia giovedì alle 20.30 al Forum è tanto l’occasione per un incasso e per inserire meglio Kyle Johnson, quanto una trappola.

Biella non può non vincere contro una squadra di Silver, giovanissima, che nessuno avrebbe pronosticato ai playoff. Vista l’assenza di Tomas Kyzlink, infortunato, partirà probabilmente con un quintetto composto dai due ‘94 Gherardo Sabatini in regia e Mirco  Turel ala piccola, con il ‘93 Raphael Gaspardo ala grande. L’esperienza sarà data solo da capitan Emanuele Rossi (centro) e da Tommaso Marino (play/guardia), mentre anche i cambi sono giovanissimi: il ‘93 Tommaso Carnovali e il ‘95 Prokop Slanina. 

Eppure questa pattuglia di giovani, con l’aiuto di Kyzlink (anche lui ‘93), primeggia nelle statistiche di A2 Silver per rimbalzi (37,6 a partita) e stoppate (3,3). È una squadra che gioca come Biella (non a caso coach Adriano Vertemati è stato vice di Corbani): è quella che prende più tiri da tre in tutto il campionato (28,5 a partita con il 32%) e sa esaltarsi in casa, al PalaFacchetti (2880 posti con 1400 presenze in media). Ecco perché è riuscita a vincere 13 partite casalinghe su 15.

Nonostante questi dati, nessuno scommetterebbe un euro sul passaggio del turno della Remer. Biella deve solo riuscire a controllare l’entusiasmo e la spensieratezza degli avversari, che proveranno a giocare a ritmi elevati e mandare fuori giri i rossoblu. Tutto il resto dovrebbe arrivare da sé. E se arrivassero anche delle buone prestazioni di Johnson allora il quinto posto potrebbe addirittura essere stato un vantaggio.

Matteo Lusiani

Leggi di più sull’Eco di Biella di lunedì 20 aprile 

Se mettessimo sui due piatti di una bilancia i pro e i contro di giocare un turno supplementare di playoff è probabile che i pesi si pareggerebbero. La serie al meglio delle tre tra Angelico e Remer Treviglio che inizia giovedì alle 20.30 al Forum è tanto l’occasione per un incasso e per inserire meglio Kyle Johnson, quanto una trappola.

Biella non può non vincere contro una squadra di Silver, giovanissima, che nessuno avrebbe pronosticato ai playoff. Vista l’assenza di Tomas Kyzlink, infortunato, partirà probabilmente con un quintetto composto dai due ‘94 Gherardo Sabatini in regia e Mirco  Turel ala piccola, con il ‘93 Raphael Gaspardo ala grande. L’esperienza sarà data solo da capitan Emanuele Rossi (centro) e da Tommaso Marino (play/guardia), mentre anche i cambi sono giovanissimi: il ‘93 Tommaso Carnovali e il ‘95 Prokop Slanina. 

Eppure questa pattuglia di giovani, con l’aiuto di Kyzlink (anche lui ‘93), primeggia nelle statistiche di A2 Silver per rimbalzi (37,6 a partita) e stoppate (3,3). È una squadra che gioca come Biella (non a caso coach Adriano Vertemati è stato vice di Corbani): è quella che prende più tiri da tre in tutto il campionato (28,5 a partita con il 32%) e sa esaltarsi in casa, al PalaFacchetti (2880 posti con 1400 presenze in media). Ecco perché è riuscita a vincere 13 partite casalinghe su 15.

Nonostante questi dati, nessuno scommetterebbe un euro sul passaggio del turno della Remer. Biella deve solo riuscire a controllare l’entusiasmo e la spensieratezza degli avversari, che proveranno a giocare a ritmi elevati e mandare fuori giri i rossoblu. Tutto il resto dovrebbe arrivare da sé. E se arrivassero anche delle buone prestazioni di Johnson allora il quinto posto potrebbe addirittura essere stato un vantaggio.

Matteo Lusiani

Leggi di più sull’Eco di Biella di lunedì 20 aprile 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità