Sport

Angelico in festa, il ct Pianigiani convoca Laganà in Nazionale

Angelico in festa, il ct Pianigiani convoca Laganà in Nazionale
Sport 09 Gennaio 2014 ore 17:57

Prima convocazione nella Nazionale maggiore per Marco Laganà, dopo l'oro europeo Under 20 della scosa estate. Il ct Pianigiani ha convocato a Roma dal 20 al 21 gennaio prossimi i migliori prospetti del basket azzurro, pescando tra Serie A e Dna Gold.

Per Pallacanestro Biella e per il giocatore si tratta di un giusto riconoscimento ad una politica rivolta alla valorizzazione dei giovani coniugata ai risultati positivi ottenuti suol campo.

I convocati.
Filippo Baldi Rossi 91 207 A/C Aquila Basket Trento
Paul Stephane Biligha 90 200 A/C Sidigas Avellino
Andrea De Nicolao 91 185 P Cimberio Varese
Simone Fontecchio 95 200 A Granarolo Bologna
Matteo Imbrò 94 190 P Granarolo Bologna
Marco Laganà 93 197 P/G Angelico Biella
Daniele Magro 87 208 C Umana Reyer Venezia
Niccolò Martinoni 89 203 A Novipiù Casale Monferrato
Valerio Mazzola 88 205 A/C Sutor Montegranaro
Riccardo Moraschini 91 192 G Acea Virtus Roma
Davide Pascolo 91 201 A Aquila Basket Trento
Achille Polonara 91 203 A Cimberio Varese
Lorenzo Saccaggi 92 189 P Fulgor Forlì
Daniele Sandri 90 197 A/G Manital Torino
Michele Vitali 91 196 G Pasta Reggia Caserta
Andrea Zerini 88 205 A Enel Brindisi

 

 

 

 

Simone
Pianigiani:
«Vogliamo
con0nuare
a
tenere
nella
famiglia
Azzurra
i
giovani
più
interessan0»
«Il
2014
si
apre
con
un
raduno
di
due
giorni
nel
Centro
Spor8vo
dell’Acqua
Acetosa
di
Roma.
L’obieBvo,
lo
stesso
che
s8amo
perseguendo
da
diversi
anni,
è
quello
di
lavorare
per
dare
con8nuità
alle
esperienze
in
Azzurro
di
mol8
tra
i
più
promeIen8
giovani
del
panorama
ces8s8co
nazionale.
In
ques8
due
giorni
di
lavoro
vogliamo
trovare
un
linguaggio
tecnico
comune
e
creare
abitudine
al
lavoro
in
Nazionale,
proseguendo
un
percorso
che
ogni
anno
si
sviluppa
aIraverso
l’aBvità
della
Nazionale
Senior
ma
anche
e
sopraIuIo
con
la
Nazionale
Sperimentale.
E’
di
fondamentale
importanza
avere
un
numero
quanto
più
possibile
ampio
di
atle8
che
abbiano
una
base
comune
per
poter
far
parte
di
struIure
flessibili
quali
sono
diventate
oggi
le
squadre
nazionali.
Per
alcuni
di
loro
si
traIa
di
verifica,
per
altri
di
conoscenza:
di
sicuro
questo
raduno,
e
gli
altri
che
svolgeremo
a
febbraio
e
marzo,
vuole
e
deve
essere
il
collegamento
ideale
tra
l’esperienza
con
la
Maglia
Azzurra
delle
Giovanili
Under
e
quella
della
Nazionale
Senior.
Prosegue
dunque
il
discorso
con
l’aBvità
es8va
della
prima
squadra,
che
in
qualunque
momento
potrebbe
aver
bisogno
di
giocatori
pron8
e
che
abbiano
già
faIo
parte
della
famiglia
Azzurra».
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter