Sport

Angelico, grande impresa a Verona. Sabato big match con Trento per la Coppa Italia

Angelico, grande impresa a Verona. Sabato big match con Trento per la Coppa Italia
Sport 29 Dicembre 2013 ore 20:56

Con un superlativo Voskuil (26 punti) e le ottime prove di Laganà (12) e De Vico (8) Biella vince 72-59. Con questa vittoria l'Angelico resta in corsa per la qualificazione in Coppa Italia: tutto si deciderà nel big match di sabato alle 20.30 al Forum con la capolista Trento: vincendo la qualificazione sarebbe certa.

 

Tezenis Verona – Angelico Biella: 59-72

(19-13; 30-35; 47-53)

Tezenis Verona: Grande ne, Smith 15, Taylor 9, Reati 6, Carraretto 8, Boscagin 5, Callahan 6, Salafia ne, Gandini 10, Da Ros. All: Alessandro Ramagli

Angelico Biella: Murta, Chillo 2, Raspino 4, Laganà 12, Infante 9, Lombardi, Berti 4, Voskuil 26, De Vico 8, Hollis 7. All.: Fabio Corbani

DOMANI SU ECO DI BIELLA CRONACA, INTERVISTE E PAGELLE

Una strepitosa Angelico Biella interrompe la striscia positiva di cinque successi consecutivi della Tezenis sbancando il Pala Olimpia di Verona con il punteggio di 59-72 e chiudendo nel migliore dei modi il 2013. Una partita ricca di colpi di scena, con la Scaligera che parte meglio, Biella che recupera, si porta avanti ed è infine attenta a gestire nel finale il ritorno dei padroni di casa, chiudendo in bellezza. Sabato sera, nell'anticipo dell'ultimo turno d'andata contro la capolista Trento, i rossoblu avranno la possibilità di giocarsi un pass per le Final Six di Coppa Italia.

Coach Corbani manda in campo Laganà, Voskuil, Raspino, Hollis e Chillo. L'allenatore della Tezenis Alessandro Ramagli risponde invece con Smith, Taylor, Boscagin, Callahan e Gandini. Inizio di gara con le due squadre contratte che faticano a trovare la retina: il primo a bucarla è Gandini, dopodiché arrivano cinque punti consecutivi dei rossoblu firmati Chillo e Voskuil, a cui fa seguito un controbreak dei padroni di casa che provano il primo allungo: 10-5 al 7'. L'Angelico mette grande energia in campo, ma non trova in attacco il giusto premio all'intensità messa in campo. Sono due contropiedi di Laganà a ridare energia ai suoi e il nuovo vantaggio rossoblu: 10-11, prontamente risorpassati però da un 2+1 di Reati, abile a dare il là al 9-2 della Tezenis, che chiude così il primo quarto avanti di sei lunghezze: 19-13 al 10'.

E' ancora Reati ad aprire il secondo quarto con la tripla del +9, ma Voskuil risponde dalla stessa lunghezza e prova a scuotere i suoi. Biella rimane in partita con le giocate dei singoli, Infante e Voskuil su tutti, ma Verona resta avanti: 26-22 al 15'. Le difese continuano a farla da padrona, sebbene il match resti piacevole e combattuto, con Biella abile a rosicchiare minuto dopo minuto il gap accumulato: 28-26 al 18'. Il finale di frazione è però tutto di marca rossoblu: due triple consecutive di De Vico riportano nuovamente avanti i biellesi, con coach Ramagli costretto al timeout per riordinare le idee della Scaligera, troppo confusionaria in attacco. L'inerzia positiva dei ragazzi di coach Corbani continua fino al 30-35 con cui le due squadre vanno all'intervallo lungo.

Hollis apre il secondo tempo con cinque punti consecutivi (tripla e canestro da sotto) per il massimo vantaggio dell'Angelico sul 32-41 al 22', con Verona che continua a vedersi respingere sul ferro ogni tentativo di tiro, anche grazie all'ottima difesa messa in campo dagli ospiti. Gandini nel momento di maggior difficoltà è l'unico a resistere alle folate biellesi e a tenere a contatto la Tezenis: 37-43 al 25'. Alla tripla di Smith il Pala Olimpia si riaccende, Verona ricuce fino al -4 con un bel canestro di Taylor e mette nuovamente pressione agli ospiti, che perdono tre palloni consecutivi in attacco e si vedono ripresi e superati dalla tripla di Carraretto e dal canestro dalla media di Taylor, per il 46-45 del 28'. Voskuil non ci sta e in un amen piazza nuovamente due triple che ridanno fiato ed energia ai lanieri, che chiudono il quarto avanti di sei lunghezze: 47-53.

Nell'ultima frazione le due squadre faticano a trovare il canestro, con le difese che aumentano d'intensità e spesso hanno la meglio: l'Angelico arriva al +10 con quattro punti consecutivi di Infante, prova ad abbassare i ritmi e a tenere in controllo la partita, riuscendoci fino alla metà della frazione: sul 49-59 del 34', i padroni di casa piazzano un break di 7-1, spinti dalle giocate dei due americani, con la partita che si riaccende improvvisamente: 56-60 al 37'. L'Angelico però non accusa stanchezza e non sente la pressione: un'incredibile Voskuil e un glaciale Raspino mettono i canestri della sicurezza e i rossoblu portano a termine l'impresa, sbancando il Pala Olimpia con il punteggio di 59-72.

Tezenis Verona – Angelico Biella: 59-72

(19-13; 30-35; 47-53)

Tezenis Verona: Grande ne, Smith 15, Taylor 9, Reati 6, Carraretto 8, Boscagin 5, Callahan 6, Salafia ne, Gandini 10, Da Ros. All: Alessandro Ramagli

Angelico Biella: Murta, Chillo 2, Raspino 4, Laganà 12, Infante 9, Lombardi, Berti 4, Voskuil 26, De Vico 8, Hollis 7. All.: Fabio Corbani

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter