Angelico, che pasticcio!

Angelico, che pasticcio!
Sport 10 Aprile 2012 ore 11:03

Un altro pasticcio evitabile dell'Angelico, questa volta partendo da un +14 nell'ultimo quarto che Varese riesce a rimontare a quota 75, sbagliando anche il tiro della vittoria con Diawara. E' poi Goss con 10 punti a decidere il supplementare (82-89) che sancisce la quarta sconfitta consecutiva per l'Angelico, in vistoso declino. Ora il turno di riposo per i rossoblu, si torna al Forum sabato 21 aprile nell'anticipo televisivo delle 16,10 contro Casale. VOTA IL SONDAGGIO IN HOME PAGE

Angelico in campo per avvicinarsi alla matematica salvezza e regalare ai tifosi qualche gioia, Cimberio per continuare ad inseguire i playoff che rimangono un obiettivo concreto dopo questa vittoria ottenuta al supplementare grazie alle magie di Diawara e Goss. Biella si presenta alla palla a due avendo perso le ultime tre gare e con un bilancio casalingo di due sconfitte consecutive; Varese, invece, tonificato dalla vittoria con Sassari. Ne esce una partita strana, in cui Biella accumula vantaggio nell’arco dei primi 30' salvo poi dilapidarlo nell’ultimo quarto (+14 in avvio di ultimo periodo, 67-53), 75-75 sulla sirena del 40'. La Cimberio, mai in vantaggio, agguanta il supplementare con una tripla di Kangur che risponde a quella illusoria di Pullen. L’Angelico parte bene, meglio degli avversari. Tonica in difesa, più precisa dei biancorossi in attacco. La squadra di Recalcati, dal canto suo, fatica a trovare il ritmo. Nel primo quarto molti errori da ambo le parti, anche su conclusioni aperte. E su questo copione, con Dragicevic che sembra in serata di grazia (ma calerà nel corso dell’incontro), Biella chiude avanti il primo quarto (19-14). Si alternano le difese a zona e uomo. Varese prosegue con un alto ritmo nelle rotazioni. Reati dà un buon impatto alla gara, ma il secondo periodo è dell’Angelico. Si aggiustano le mire, cresce il punteggio, e i rossoblu di casa mantengono le distanze (41-34 alla sirena lunga). Inizia ad affacciarsi alla partita Pullen (che chiuderà però con 2/8 da due e 3/9 da tre), mentre per Varese prende quota Stipcevic. Diawara, marcato a turno da Soragna e Dragicevic, stecca leggermente soltanto dalla lunga distanza (4/9). Il primo scossone Varese lo produce nel terzo quarto, ma Biella ricaccia indietro la rimonta negli ultimi secondi con Soragna e una tripla di Pullen (63-53). Il crollo dell’Angelico si consuma in otto minuti e mezzo, bombardata da Diawara e Kangur, ma soprattutto da Goss, fino a quel momento abulico (4 punti nei primi 30', 15 tra ultimo quarto e supplementare). Varese rosicchia punti minuto dopo minuto e quando Kangur imbuca la tripla jolly del 75-75 l’inerzia dell’incontro è ormai totalmente dalla parte di Varese. Nei cinque minuti extra Biella crolla e cede il passo a Goss e alla squadra più in salute, con le rotazioni più lunghe e con maggiori obiettivi ancora da ottenere. Per Biella è la quarta sconfitta consecutiva e la salvezza matematica è ancora rimandata, mentre Varese si rilancia nel gruppo playoff. Ora il turno di riposo per l'Angelico, si torna sabato 21 aprile nell'anticipo televisivo delle 16,10 contro Casale.

 

Biella: Coleman 19, Pullen 15, Miralles 15
Varese: Diawara 22, Goss 19, Kangur 13

 

 

VOTA IL SONDAGGIO IN HOME PAGE:

 

Pallacanestro Biella e i finali di stagione deludenti, cosa ne pensi?