il caso

Scientifico chiuso per Covid, Corradino: “Biellese potrebbe rischiare zona rossa”

Il primo cittadino commenta così lo spettro di una nuova chiusura totale in città

Scientifico chiuso per Covid, Corradino: “Biellese potrebbe rischiare zona rossa”
Scuola Biella Città, 21 Febbraio 2021 ore 08:50

Il sindaco di Biella, Claudio Corradino, non usa giri di parole: “Al liceo scientifico si è adottata una misura precauzionale particolare, per capire dai tamponi ad allievi e personale se emergono casi di variante. È chiaro, che se così fosse, si potrebbe prendere in considerazione la chiusura di tutto il Biellese. Ma si tratta di un caso molto estremo”.

I controlli

Il caso è nato dalla scoperta di due casi di Covid al liceo Scientifico di Biella. La scuola resterà chiusa fino a giovedì e gli studenti svolgeranno didattica a distanza in attesa di ulteriori controlli dopo i quasi 700 tamponi effettuati venerdì scorso. “Lo dico per non creare allarmismo – spiega Corradino – è altresì però vero che si sta monitorando con attenzione la situazione che si è registrata nelle scorse ore al Liceo Scientifico. Sono in costante contatto con l’Asl e ancora stamane mi hanno confortato che dai primi esiti la situazione è positiva e sotto controllo”.

La dichiarazione

“In una lunga intervista rilasciata a Sky è stata estrapolata solo una parte della mia dichiarazione in cui dico che c’è il rischio di un passaggio in zona rossa – afferma il sindaco – ma ciò potrebbe accadere solo nella peggiore delle ipotesi come è avvenuto in altre parti d’Italia in presenza di variante inglese. Seguiamo il caso con grande attenzione, ma non creiamo allarmismo. Grazie”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli