Menu
Cerca
scuola, le anticipazioni

Maturità, l’esame sarà diviso in quattro parti. Ecco tutti i dettagli

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha ufficializzato le linee lungo le quali professori e studenti dovranno muoversi. 

Maturità, l’esame sarà diviso in quattro parti. Ecco tutti i dettagli
Scuola 27 Marzo 2021 ore 12:00

Maturità, l’esame sarà diviso in quattro parti. Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha ufficializzato le linee lungo le quali professori e studenti dovranno muoversi.

Maturità, l’esame sarà diviso in quattro parti

Esami di Maturità 2021, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha ufficializzato le linee lungo le quali professori e studenti dovranno muoversi. In primis, quello che Bianchi – ospite della trasmissione “Che tempo che fa” – ha definito “un elaborato serio, non una tesina raffazzonata”: «Chiediamo fin da subito che i ragazzi e i professori, che li hanno seguiti per cinque anni, o per tre nel caso dei più piccoli, concordino un tema su cui sviluppare un elaborato – ha affermato il Ministro – che non è una tesina raffazzonata, ma un lavoro». Gli studenti avranno a disposizione quaranta giorni per scrivere l’elaborato, quindi lo consegneranno al consiglio di classe. Dopo quindici giorni, andranno a discuterlo. E lo faranno in presenza, proprio come accadrà per gli esami di licenza media.

Orale

L’orale multidisciplinare, unica prova, sarà diviso in quattro parti: discussione dell’elaborato nelle discipline di indirizzo, con argomento scelto dai docenti, che lo comunicheranno agli studenti entro il 30 aprile; discussione di un breve testo di letteratura italiana, già oggetto di argomento di studio; analisi di un argomento scelto dalla commissione; presentazione dell’esperienza di Pcto, ovvero l’ex alternanza scuola lavoro, tramite relazione o presentazione multimediale.

I docenti

La differenza, tra i due esami, dalla commissione, che per la Maturità conta sei docenti interni con il presidente invece esterno. I sei docenti interni verranno scelti dal consiglio di classe entro il 30 marzo. Fra questi, non mancherà l’insegnante di italiano e quello delle materie d’indirizzo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli