SCUOLA

La Ministra Azzolina e il plexiglass tra i banchi: è pioggia di critiche

La proposta espressa nel maxi vertice con il premier Conte. Ma l'idea non piace a molti, per Salvini addirittura è "una follia".

La Ministra Azzolina e il plexiglass tra i banchi: è pioggia di critiche
Biella Città, 06 Giugno 2020 ore 10:02

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina (nella foto) torna al centro di critiche. Questa volta per l’idea di barriere trasparenti sui banchi per il riavvio di settembre.

La proposta tanto discussa

Barriere trasparenti che eviterebbero il diffondersi delle goccioline causa di contagio del Covid-19, stessa funzione delle mascherine, ma non un “corpo estraneo” per più ore al giorno da imporre agli studenti e con la virtù di garantire protezione sul maggior numero di alunni per classe.

Il plexiglass e le visiere sono le novità alle quali pensa il Ministero per ripartire con le lezioni in presenza a settembre. Questo quanto emerso durante il maxi-vertice convocato dal premier Giuseppe Conte.

Ma la proposta non è piaciuta a tutti. Matteo Salvini commenta: “Pensare di chiudere i bimbi in classi differenziate e distanziati con il plexiglass è follia”.

Così l’ex Ministro Lorenzo Fioramonti: “La scuola non è una cabina telefonica”. Anche l’infettivologo Matteo Bassetti esprime, ora, dubbi sulle barriere da applicare tra un banco e l’altro: “Come entreranno negli istituti i ragazzi? Come faranno la ricreazione? Come si muoveranno? Non faranno assembramenti?”.

Non ultimo, il Segretario Generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza (Flc-Cgil), Francesco Sinopoli: “La soluzione è il plexiglass? Siamo rimasti molto stupiti”.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità