Scuola
LAVORI IN CORSO

La media “Nino Costa” di Chiavazza riaprirà lunedì

Adeguamento sismico ancora in corso, ma le aule possono accogliere allievi e professori. Il preside: "Continueremo ad avere dei disagi connessi ai lavori, serve ancora pazienza". 

La media “Nino Costa” di Chiavazza riaprirà lunedì
Scuola Biella Città, 07 Gennaio 2023 ore 11:00

Adeguamento sismico ancora in corso, ma le aule possono accogliere allievi e professori. Il preside: "Continueremo ad avere dei disagi connessi ai lavori, serve ancora pazienza".

La comunicazione

L’anno nuovo riporta alla vecchia scuola. O, meglio, non vecchia, ma in fase di ammodernamento per la sicurezza e l’adeguamento sismico del plesso. Da lunedì, 9 gennaio, alunni e insegnanti della media “Nino Costa” di Chiavazza dell’Istituto Comprensivo Biella Due lasceranno, infatti, la sede temporanea trovata dal Comune con la collaborazione dell’Ic San Francesco d’Assisi, ovvero la “Teresa Gromo Cridis”, per rientrare in sede.

A comunicarlo alle famiglie, in un documento venerdì scorso (30 dicembre), è stato il preside Tiziano Badà: «Da lunedì 9 gennaio 2023 le lezioni della scuola secondaria di Chiavazza riprenderanno nella sede di Chiavazza - scrive Badà - Pertanto, non vi saranno più trasporti da e per la “G. Cridis” e l’orario tornerà quello consueto, come anche i trasporti da Pavignano».
Ecco l’orario che verrà rispettato al rientro dalle vacanze di Natale: lunedì dalle 8 alle 13; martedì dalle 8 alle 17 con mensa; mercoledì dalle 8 alle 16 con mensa; giovedì dalle 8 alle 17 con mensa; venerdì dalle 8 alle 13.

La puntualizzazione

I lavori nella sede non sono terminati, tiene a precisare il preside: «per cui dovremo ancora convivere per un certo periodo con l’impresa, in particolare al momento stanno operando nel blocco della palestra, che non sarà agibile per un certo periodo. Risulta chiaro ed evidente che, purtroppo, continueremo ad avere dei disagi connessi ai lavori, ma sono certo che collaborando tutti insieme potremo superare le difficoltà che si manifesteranno. Concludo auspicando che tutto vada nel verso giusto, certo anche della vostra pazienza e collaborazione in principal modo il 9 gennaio, dove magari non tutto sarà a posto ma tutti noi dovremo comunque lavorare per accogliere i ragazzi e farli sentire nella loro scuola».
G.B.

Seguici sui nostri canali