Menu
Cerca
da lunedì 18 gennaio

Corse Atap raddoppiate per il ritorno in classe del 50% dei liceali

Da lunedì 18 gennaio 2021 le corse ritenute a maggior rischio di superamento del limite di capienza massima vengono “raddoppiate” disponendo l’utilizzo di autobus aggiuntivi messi a disposizione da società terze subaffidatarie.

Corse Atap raddoppiate per il ritorno in classe del 50% dei liceali
Biella Città, 17 Gennaio 2021 ore 09:15

Da lunedì 18 gennaio 2021 le corse ritenute a maggior rischio di superamento del limite di capienza massima vengono “raddoppiate” disponendo l’utilizzo di autobus aggiuntivi messi a disposizione da società terze subaffidatarie.

Il piano di Atap

Come è noto a partire dal prossimo 18 gennaio 2021 è prevista la ripresa delle attività didattiche in presenza per il 50% della popolazione studentesca degli istituti secondari superiori. Stante la concomitante limitazione della capacità degli autobus in servizio di trasporto pubblico locale al 50% della capienza massima prevista dalla carta di circolazione, al fine di garantire, nei limiti del possibile, un’adeguata offerta di trasporto all’utenza, gli orari di esercizio dei servizi ATAP già in vigore nel corrente anno scolastico rimangono invariati, ma sono stati programmati, nelle fasce orarie di ingresso/uscita da scuola, servizi aggiuntivi.

In particolare, le corse ritenute a maggior rischio di superamento del limite di capienza massima vengono “raddoppiate” disponendo l’utilizzo di autobus aggiuntivi messi a disposizione da società terze subaffidatarie. Pertanto le corse raddoppiate saranno svolte con due autobus che, nei limiti del possibile, rispetteranno il medesimo orario viaggiando in coppia, l’uno a breve distanza dall’altro.

Le indicazioni relative alle linee ed alle corse potenziate sono reperibili sul sito www.atapspa.it al link: https://atapspa.it/linee-e-corse-potenziate-covid-19/. ATAP provvederà a monitorare costantemente l’afflusso di utenza al fine di disporre con la massima tempestività possibile e nei limiti delle risorse disponibili, le necessarie modifiche al programma dei servizi aggiuntivi.

Le regole per gli utenti

Con l’occasione si ricordano alcune informazioni e regole per gli utenti relative all’accesso e alla permanenza a bordo degli autobus in servizio pubblico di linea.

Nei servizi di linea urbani ed extraurbani è ammesso a bordo un numero di passeggeri non superiore al 50% del totale dei posti previsti dalla carta di circolazione dell’autobus.

Si rimarca che il limite del 50% è riferito non ai posti a sedere, bensì alla totalità dei posti disponibili, somma dei posti a sedere più i posti in piedi previsti dalla carta di circolazione; per questo motivo, a seconda delle tipologie di autobus impiegati risulteranno disponibili:

  • sugli autobus extraurbani, oltre il 50% dei posti a sedere;
  • sugli autobus urbani, il 100% dei posti a sedere oltre ad un certo numero di posti in piedi.

Tali criteri sono espressamente previsti dalle linee guida nazionali in deroga alla regola del distanziamento interpersonale di almeno un metro.

I passeggeri a bordo dovranno occupare i posti a sedere che non siano segnalati con apposito marker che ne vieta l’utilizzo.

Ove siano ammessi posti in piedi (solo autobus urbani/suburbani), una volta occupati i posti a sedere i passeggeri sono tenuti a disporsi a bordo in modo da garantire la massima distanza reciproca possibile, fatte salve le eccezioni previste dalle linee guida nazionali per le persone che vivono nella stessa unità abitativa, nonché per i congiunti e le persone che intrattengono rapporti interpersonali stabili.

Si segnala che nel caso in cui venga raggiunto il limite di carico massimo il conducente è tenuto a non ammettere altri utenti a bordo ed è autorizzato a non effettuare le fermate successive per il carico di nuovi utenti (ovviamente a meno che non vi sia un contestuale sbarco di passeggeri); in questi casi l’utenza dovrà utilizzare la corsa aggiuntiva immediatamente seguente, ove programmata e capiente.

Gli utenti dei servizi di trasporto pubblico di linea sono tenuti, tanto in fermata quanto a bordo autobus, ad indossare correttamente e a permanenza una mascherina di comunità per la protezione delle vie aeree, coprendo naso e bocca.

Tale disposizione non si applica ai bambini di età inferiore ai sei anni, nonché alle persone con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo dei dispositivi di protezione delle vie aeree.

Sugli autobus sono installati dispenser di soluzione disinfettante delle mani a disposizione dell’utenza; se ne raccomanda il corretto utilizzo non eccedente le quantità strettamente necessarie.

Si informa l’utenza riguardo al fatto che le linee guida nazionali impongono di garantire il massimo livello di aerazione degli autobus in servizio mediante l’esclusione della funzione di ricircolo dell’aria negli impianti di climatizzazione, l’apertura delle botole a tetto e l’apertura dei finestrini (ove presenti).