Idee & Consigli

Edilizia in legno: guida ai vantaggi abitativi

Edilizia in legno: guida ai vantaggi abitativi
Idee & Consigli 18 Novembre 2022 ore 08:04

Il rispetto per la natura e per la salute del pianeta è sempre più al centro di ogni scelta umana e riguarda ogni settore, fra cui non poteva non rientrare anche quello dell’edilizia green: si tratta della bioedilizia, che riformula la progettazione adattandosi a nuovi modi di costruire che non impattino sull’ambiente.

Nascono, dunque le costruzioni ecosostenibili, con una punta di diamante: le casette in legno. Se prima erano conosciute come accoglienti baite di montagna, da alcuni anni questo tipo di costruzioni vengono utilizzate per moltissimi scopi, fra cui anche quello abitativo a tutti gli effetti e durante tutto l’anno. Il merito di questa versatilità è da attribuire ai grandi vantaggi di cui godono, che spaziano dal comfort abitativo alla salubrità della vita al raffinato design, passando anche dal fattore costi e dai tempi di consegna ridotti.

L’Italia, in pochi anni, è entrata a far parte dei paesi che producono le migliori case ecocompatibili, già molto diffuse nel nord Europa, grazie al lavoro di aziende che, con professionalità e competenza, realizzano costruzioni con materiali sostenibili, certificati e di qualità, offrendo garanzia e assistenza durante tutte le fasi, dalla progettazione all’installazione sul terreno. Visitando il sito https://www.pineca.it/case-di-legno/ ci sono tutti i dettagli e i molti modelli di casette in legno prefabbricate già disponibili.

Casette in legno, perché sceglierle?

Come già accennato, sono molti i vantaggi abitativi legati alla scelta di rivolgersi all’edilizia in legno piuttosto che alla classica edilizia in muratura. Il primo grande vantaggio delle casette in legno riguarda proprio il materiale principale con cui vengono costruite.

Il legno è un materiale facile da lavorare e le tecniche utilizzate sono a bassissimo impatto ambientale. Inoltre, questo legname viene estratto da foreste giovani e certificate, la cui attenzione è rivolta a contenere il dannoso problema della deforestazione.

Il legno utilizzato dalla bioedilizia viene trattato con particolari tecniche che lo rendono più durevole nel tempo, ma già di per sé i legnami scelti (abete e larice in particolare) sono molto resinosi e in grado di contrastare l’azione di larve e parassiti, poiché evitando che il legno marcisca o si logori negli anni.

Un altro vantaggio del legno che riguarda le sue proprietà è quello di essere un materiale molto elastico e flessibile: l’edilizia in legno realizza costruzioni adatte ad essere inserite in territori ad alto rischio sismico, grazie alla loro capacità di resistere a scosse sismiche e terremoti. A differenza del cemento, infatti, il legno si flette ammortizzando i movimenti ondulatori e sussultori e contenendo i danni alla struttura causati dalla formazione di crepe, mentre le abitazioni in muratura, pur resistendo al crollo, riportano danni molto significativi.

Questa grande resistenza si manifesta anche in termini di sicurezza nei confronti di un incendio, sebbene si creda erroneamente che il legno sia un materiale altamente infiammabile. Questo tipo di legname – che già di per sé è in grado di lasciarsi attraversare dal calore per più tempo rispetto al cemento, caratteristica peculiare del legno e di nessun altro materiale – viene precedentemente trattato con materiali ignifughi che, entrando in contatto con il fuoco, causano la carbonizzazione della parte esterna e più vicina al fuoco, ma non permette alle fiamme di propagarsi all’interno e scatenare l’incendio.

Ai vantaggi abitativi delle casette in legno se ne aggiunge un altro fondamentale per la vivibilità all’interno di queste costruzioni. Il legno è un ottimo materiale termoisolante che permette di ridurre notevolmente i consumi di energia (e i costi in bolletta) per riscaldare o raffreddare la casa. L’efficienza energetica del legno (aumentata con più strati che costituiscono le pareti) consente di mantenere la giusta temperatura all’interno della casa, sia durante l’estate che in inverno, fungendo da barriera protettiva contro l’afoso caldo o il rigido freddo.

Ma non solo termicamente, poiché le casette in legno godono anche dell’isolamento acustico, dunque sono perfette per essere utilizzate come luogo confortevole in cui lavorare, studiare o semplicemente rilassarsi, lontani dai rumori della città.

Infine, non si può non valutare anche l’aspetto economico. Una casa in bioedilizia ha dei costi inferiori rispetto alla tradizionale abitazione in muratura, a parità di dimensioni, rifiniture e personalizzazione. Con cifre contenute – e non solo sul totale di acquisto ma anche nel corso degli anni con il risparmio sui consumi energetici – è possibile acquistare una casetta in legno che fa del design, del comfort e dell’innovazione i protagonisti di una casa adatta a qualsiasi esigenza.

Seguici sui nostri canali