Menu
Cerca

Dove si puo’ spendere la criptovaluta in Italia?

Dove si puo’ spendere la criptovaluta in Italia?
Idee & Consigli 20 Febbraio 2018 ore 07:00

Il bitcoin è una criptovaluta online, considerata la moneta del futuro, che permette di acquistare in molti negozi che dispongono di questo servizio. Il processo di pagamento è molto comodo e veloce, poiché il bitcoin assicura privacy e innovazione tecnologica.

Prodotti da un complesso calcolo informatico, i bitcoin non risultano essere qualcosa di concreto o di oggettivamente presente: la loro notorietà è dovuta proprio all'estrema comodità di utilizzo, al punto da considerarla una cripto-valuta di fama mondiale.

La loro creazione risale al 2009, da uno sviluppatore che ha scelto di utilizzare uno pseudonimo. Nel corso degli anni, dato il loro successo in ambito economico-finanziario, in molti hanno cercato di introdurre altri tipi di cripto-valute online (Litecoin, Ripple e Ethereum) che, però, non sono risultate molto efficaci e valide.

Come si utilizza la criptovaluta

La loro tecnologia di utilizzo è nota come blockchain e permette di utilizzare la cripto-valuta digitalizzata. Il tipo di moneta, quindi, non viene creata da una banca centrale che la gestisce e la mette in circolazione, ma viene realizzata online, registrata e depositata su database.

Il sistema è chiamato wallet, perché non è necessaria una banca, ma basta avere a disposizione un portafoglio virtuale situato sul computer per poter gestire comodamente tutti i processi di deposito denaro e di acquisto.

Per poter iniziare a utilizzare i bitcoin è necessario scaricare sul proprio computer dei programmi wallet, oppure registrarsi su un programma comune già esistente. In entrambi i casi, per iniziare ad utilizzarli, bisogna attendere che venga fornito un IBAN attraverso il quale ottenere informazioni dettagliate e registrate del proprio conto online.

I bitcoin si acquistano da uno sportello online, da un sito specializzato o da un cittadino.
È possibile, dunque, acquistarli:

  • su dei siti specializzati per la compravendita di bitcoin;
  • da sportelli Atm, che trasformano gli euro in bitcoin trasferendoli direttamente su wallet;
  • con lo scambio tra privati su piattaforme digitalizzate, dove è possibile acquistare o vendere i bitcoin.

La tecnologia blockchain

Per fare in modo che tutti i processi vadano a buon fine, i bitcoin utilizzano la tecnologia blockchain. Il fatto che il denaro dell'utente non sia controllato da un sistema bancario, non implica che il servizio sia inefficiente. Blockchain, infatti, consiste proprio in una serie di meccanismi convalidati, che hanno il compito di validare, vedere e controllare. Grazie a queste efficaci direttive, il sistema risulta essere uno dei migliori sia per la gestione di denaro online, che per la tutela della privacy e dei dati personali.

Il meccanismo di cui si serve il bitcoin è peer-to-peer, infatti le transazioni e i trasferimenti di cripto-valuta sul proprio computer o programma sono molto sicure. Ma l'impiego di bitcoin non è possibile in ogni caso di acquisto, perché dipende dalle aziende o dai locali che mettono a disposizione questo servizio.

Attualmente, chi dispone e accetta questo tipo di pagamento sono perlopiù locali turistici ed informatici, e sono molto utilizzati anche da circa 700 aziende.

Le ultime novità che stanno ampiamente interessando il sistema economico mondiale, sono quelle legate all'impiego della criptovaluta. Oltre alle aziende citate, infatti, sempre più società offrono questo tipo di servizio, che sta trovando riscontri positivi anche nei riguardi dei social network, in particolare Tik Tok.

La creazione dei bitcoin è dovuta proprio al mining, un processo che si serve di complesse operazioni matematiche per la produzione di cripto-valute, che verranno successivamente depositate in portafogli digitalizzati.

Come spendere la criptovaluta in Italia

Esistono diverse possibilità e modalità per poter spendere i bitcoin presenti sul proprio wallet. Innanzitutto, dipende dal tipo di esercizi commerciali fisici e dal loro servizio. È, però, possibile rintracciarli attraverso dei programmi come CoinMap.

I commercianti utilizzano a loro volta dei programmi per controllare le transazioni relative agli acquisti, ma spesso la procedura è lunga e i prezzi sono molto elevati. È necessario capire in quali occasioni è conveniente utilizzare la cripto-valuta.

Programmi e applicazioni dei bitcoin

Attraverso le applicazioni di localizzazione è possibile capire quali negozi mettono a disposizione questo tipo di servizio e, attraverso una mappa online, è possibile conoscere quali sono le attività presenti nelle città abilitate al servizio di cripto-valuta.

Una delle novità e aspetti più comodi della compra-vendita, è il fatto che si possono creare delle carte online simili a quelle fisiche, sulle quali è possibile conservare il denaro trasformato in bitcoin. Questo servizio offre un elevato grado di comfort, proprio perché funge da carta prepagata ma è online, quindi sicura e conveniente.

Dove spendere la criptovaluta

Tra gli e-commerce più famosi dove poter spendere i bitcoin si trovano Expedia e Etsy, e perlopiù siti inerenti a viaggi e servizi di booking online.

Un altro servizio attraverso cui usare il proprio wallet è Amazon. Nonostante i bitcoin non si possano spendere direttamente al momento dell'acquisto, è possibile, attraverso molteplici programmi, creare dei buoni in cripto-valuta da spendere sul sito in un secondo momento.

I propri bitcoin, depositati e non, possono essere spesi anche in alcuni casinò, un aspetto molto comodo per chi ama giocare d'azzardo ma vuole anche tutelare il proprio denaro. Un elenco si può trovare su topcasino.me.