Verrone, Cinzia Bossi lanciata verso il terzo mandato

"Ho terminato il mio secondo mandato e mi appresto, se sarò rieletta, a mettermi al servizio del nostro paese per altri cinque anni".

Verrone, Cinzia Bossi lanciata verso il terzo mandato
Basso Biellese, 20 Maggio 2019 ore 10:00

Verrone, Cinzia Bossi lanciata verso il terzo mandato.

Il sindaco si ricandida

Cinzia Bossi si ricandida a Verrone e lo spiega ai cittadini: “Ho terminato il mio secondo mandato e mi appresto, se sarò rieletta, a mettermi al servizio del nostro paese per altri cinque anni – dice – mi presento con un gruppo in parte già conosciuto ed in parte rinnovato. Ritengo però doveroso salutare e ringraziare chi ha deciso di lasciare, dopo moltissimi anni di onorato servizio alla comunità: il dottor Marco Turotti, amico, prezioso vicesindaco e assessore al bilancio, perchè è stato il mio maestro. Con lui ho condiviso questi ultimi venti anni di attività amministrativa; infatti ci siamo avvicendati alla guida di Verrone, garantendo quella  continuità programmatica che ci ha permesso di raggiungere importanti obiettivi, primo fra tutti il quasi completo restauro del Castello dei Vialardi. Saluto anche Sabrina Bezzi, in Consiglio Comunale con noi in questo ultimo mandato”.

Anni faticosi

“Certamente gli anni trascorsi alla guida del nostro Comune sono stati per me a tratti faticosi – prosegue Bossi – anni in cui ho sacrificato parecchio la mia vita privata. Sono grata e ringrazio la mia famiglia alla quale ho sottratto molto tempo, ma nonostante tutto mi ha sempre supportata e sopportata. Ho mantenuto l’impegno preso in campagna elettorale con serietà e dedizione, cercando di essere sempre presente. In questi anni non sono mancati i “tagli” ai trasferimenti statali, ma nonostante tutto, io e il mio gruppo siamo riusciti a portare a termine i nostri obiettivi, attraverso la realizzazione di diversi lavori pubblici e a sostenere le  famiglie, con l’assegnazione di  contributi economici che hanno concorso a migliorare la qualità della vita in paese. Fortunatamente la lungimiranza ed un spirito tutt’altro che assistenzialistico ci hanno permesso, con la costruzione di un impianto fotovoltaico nel 2009, di avere oggi una fonte di reddito fondamentale per pareggiare il bilancio e garantire un sostegno alle famiglie. In questi cinque anni l’impianto ha prodotto un utile che supera il milione di euro (oltre € 200.000,00 all’anno). Quindi in questi cinque anni: si sono erogati contributi straordinari, atti a sostenere le diverse fasi educative dei giovani, dalla nascita all’ultimo anno di università; garantito il servizio di pre e post scuola completamente gratuito, a sostegno dei genitori lavoratori (ad esclusione del venerdì pomeriggio);  l’opportunità agli “anziani” (donne e uomini dai 60 anni) di usufruire di un soggiorno estivo, con una riduzione della tariffa di un terzo, rispetto al costo totale della vacanza e con servizio di trasporto gratuito; non si è aumentato il costo del buono mensa per le scuole dell’infanzia e primaria il cui costo da diversi anni è di €3,10, si è sostenuta con un contributo economico la progettazione dell’Istituto Comprensivo di cui fanno parte le nostre scuole, per l’ampliamento dell’offerta formativa ai nostri ragazzi; non si è applicata l’addizionale comunale IRPEF; si è applicata una riduzione sulla tassa rifiuti per gli ultrasettantenni e per coloro che utilizzano composter, per lo smaltimento dei rifiuti organici, si è sostenuta l’attività delle Associazioni presenti nel nostro paese, con i contributi di fine anno, o con contributi particolari, in caso di eventi speciali. Il totale dei contributi erogati in questi cinque anni è di € 1.057.000,00. Il totale dei principali investimenti invece è di € 3.250.000,00”.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità