Politica
l'assemblea di anci

L'appello dei sindaci piemontesi: "Governo, fai presto"

"Bisogna fare presto, servono provvedimenti urgenti, concreti, in grado di dare una boccata di ossigeno agli Enti locali che oggi faticano a chiudere i bilanci"

L'appello dei sindaci piemontesi: "Governo, fai presto"
Politica 30 Ottobre 2022 ore 09:05

L'appello dei sindaci piemontesi: "Governo, fai presto"

"Bisogna fare presto, servono provvedimenti urgenti, concreti, in grado di dare una boccata di ossigeno agli Enti locali che oggi faticano a chiudere i bilanci". Così il presidente di ANCI Piemonte e sindaco di Vercelli, Andrea Corsaro, nella sua relazione alla 40^ Assemblea ordinaria dell'associazione, che si è svolta questa mattina nei locali della Biblioteca Archimede di Settimo Torinese. Numerosi i temi sul tappeto, dal PNRR al il caro-bollette, dalla transizione digitale al problema dei bandi che penalizzano territori virtuosi e intere regioni, come il bando borghi e il bando periferie, a causa di criteri di valutazione ritenuti anacronistici.
"L'assemblea - ha sottolineato Corsaro - è stata un'occasione per dare impulso all'attività dell'associazione, in piena e leale collaborazione con la Regione ed il Governo". Presente, in collegamento da remoto, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, il quale ha manifestato vicinanza nei confronti dei Comuni piemontesi, che vivono un momento delicato.

Pella: "Vogliamo risposte, slogan non servono"

"Noi sindaci vogliamo risposte, gli slogan non servono - ha affermato nel suo intervento Roberto Pella, vicepresidente vicario di ANCI nazionale e sindaco di Valdengo -. Oggi più che mai serve unità nel confronto tra Comuni e con le autorità regionali e nazionali. Dal caro-bollette alla carenza dei segretari comunali, passando per il tema dell'abolizione del reato di abuso d'ufficio per i sindaci, i temi che impegnano ANCI sono numerosi e li affronteremo già nei prossimi giorni, in fase di discussione della manovra economica. Per il momento - ha detto ancora Pella - stiamo discutendo il decreto Sostegni ter, anche se già si parla di Sostegni quater per far fronte alle necessità e alle istanze rappresentate dai Comuni".

Problema dell'energia

"Usciamo da due anni di pandemia e siamo fortemente preoccupati - ha affermato poi Alessandro Canelli, sindaco di Novara, presidente della Fondazione IFEL e responsabile Finanze Locali di ANCI nazionale -. Il governo ci ha dato una grandissima mano per far quadrare i bilanci del biennio 2020-2021, ma ora le difficoltà si ripresentano a causa degli extra-costi dell'energia che mettono a rischio la tenuta economica e sociale delle comunità, generando l'aumento dei costi dei materiali di costruzione, dei contratti di servizio e del personale delle cooperative che gestiscono le attività esternalizzate.Sulla testa di Comuni e cittadini si annuncia una 'tempesta perfetta', confidiamo nell'intervento del governo".
Seguici sui nostri canali